La Berlino fantasma vista con occhi emiliani

Prima personale nella capitale tedesca per Andrea Chiesi. Che ritrae luoghi del quartiere Kreuzberg e della stazione Ostkreuz. Tra passato e cancellazione. Fino al primo luglio, un modenese all’X Laboratory.

Andrea Chiesi - Perpetuum Mobile - veduta della mostra all'XLab, Berlino 2011

Perpetuum Mobile è il titolo alla mostra di Andrea Chiesi (Modena, 1966) all’XLab di Berlino, a cura di Rossella Moratto e Paola Verde, fotografa milanese che con i suoi lavori ha contribuito all’ispirazione del progetto. “Una specie di guida interiore di alcuni luoghi di Berlino”, racconta l’artista, ribadendo: “Quando viaggio, oltre alla mappa normale, ho sempre con me una mappa mentale”. E nelle opere emergono spazi di assenze assolute. Percorsi tra vecchi relitti di solitudini. Architetture industriali come non luoghi che potrebbero essere ovunque e in qualsiasi tempo. Una sinfonia immobile di un’età che scorre inesorabile e silente. Una mappatura di Berlino attraverso i suoi ghost building.

Caterina Misuraca

Berlino // fino al 1° luglio 2011
Andrea Chiesi –
Perpetuum Mobile
a cura di Rossella Moratto e Paola Verde

www.xlaboratory.org

CONDIVIDI
Caterina Misuraca
Caterina Misuraca nata a Lamezia Terme nel 1976. Vive e lavora a Milano. Laurea all’Università di Bologna in Discipline delle Arti della Musica e dello Spettacolo. Giornalista di cronaca, politica, costume e società. Curatrice mostre d’arte sociale (tra queste: OggettInstabili - Moti Urbani StazionImpossibili). Contitolare Agenzia di Comunicazione Misuraca&Sammarro. Organizza eventi di critical fashion ed ecodesign (tra questi: Natura Donna Impresa Verso Expò 2015 - IOricicloTUricicli). Dal 2008 collaboratrice di Exibart, da marzo 2011 passa ad Artribune.
  • chiara

    Cara Paolina le tue foto sono sempre indescrivibili!

  • corrado

    Bravo Chiesi
    Brava Paola
    insieme avete fatto un ottimo lavoro

    mi avete fatto venire voglia di Berlino!