Edgar Martins. Inserzioni per case che nessuno abiterà

Cenni storici. Usa, 2007/2008. Una reazione a catena innescata dalla congiuntura economica negativa e dall’esplosione della bolla dei mutui subprime scatena la famigerata “crisi dei mutui”. Migliaia di famiglie vengono sfrattate, il mercato immobiliare ed edilizio è paralizzato. Lo scenario a Milano, da Camera16 fino al 23 luglio.

Edgar Martins - Untitled (Atlanta, Georgia) - 2009

Si parla di case. Camera16 è un interno di una delle più belle palazzine liberty milanesi. Difficile trovare la stessa composta eleganza in abitazioni e luoghi ritratti da Edgar Martins (Evòra, 1977; vive a Londra): mansion fitzgeraldiane abbandonate, campi da golf in rovina, villette che sembrano aver vomitato l’arredamento nei contigui, colpite da un tornado: la crisi dei mutui fu un tornado metaforico sulla middle class Usa. This is not a house: il titolo magrittiano anticipa la sensibilità per l’assurdo e il dadaismo spontaneo del reale, il luogo dove capita di entrare di soppiatto in un appartamento vuoto e fotografare, come un objet trouvé, una sedia rimasta appesa a una porta. Il pluripremiato artista ci spiega di aver abbandonato momentaneamente la tensione all’astrazione senza cadere nel documentarismo militante, scegliendo secondo un filtro estetico singole manifestazioni di un macroevento.

Alessandro Ronchi

Milano // fino al 23 luglio 2011
Edgar Martins – This is not a House
www.camera16.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.