Piccola ma… al bacio

Centocinquantenario: mica credevate che fosse finita qui?! Alla Pinacoteca di Brera, in scena va il bacio più noto – o fra i più noti – al modo. Fino al 25 settembre, per ascoltarsi pure della buona musica.

Francesco Hayez - Il bacio - 1859 - Milano, Pinacoteca di Brera

Quanto ci piace quando, sui pannelli delle mostre, indicano la colonna sonora, con direttore, cantanti, orchestra e tutto. E certo non si poteva farne a meno per il tributo di Brera ai fatidici 150: Hayez-Verdi-Manzoni, la trimurti risorgimentale al centro di un’esposizione piccola ma “sugosa”, per dirla alla don Lisander. Retorica quanto basta, prevedibile quanto occorre (poteva mancare Il bacio?). Cosa si ascolta? Naturalmente, il cigno di Busseto. Cosa si vede? Bella, bella pittura. Perlopiù ritratti, ma anche quei quadri di storia che Argan bollò come “rivoluzione dei trovarobe”. Suvvia, Giulio Carlo, non sarai stato troppo severo? In fondo quei dipinti, ispirati a capolavori come I due Foscari e I vespri siciliani, ci ricordano come il melodramma sia nell’italico Dna. E pure l’opera buffa, suggerisce malizioso Rossini, chiudendo questa deliziosa petite promenade.

Anita Pepe

Milano // fino al 25 settembre 2011
Hayez nella Milano di Manzoni e Verdi
a cura di Fernando Mazzocca, Isabella Marelli e Sandrina Bandera

www.brera.beniculturali.it

CONDIVIDI
Anita Pepe
Insegnante e giornalista pubblicista, Anita Pepe è nata a Torre del Greco (Na). Ha pubblicato il suo primo articolo nel 1990. La laurea in Lettere presso l’Università di Napoli “Federico II” l’ha indirizzata verso una formazione prevalentemente storica; si è avvicinata al contemporaneo per motivi professionali, collaborando per oltre dieci anni con quotidiani, periodici e websites. Ha scritto testi critici per mostre e interventi in spazi privati e istituzionali. Blogger a tempo indeterminato, non riesce a sottrarsi alle tentazioni del nazionalpopolare, politica inclusa. Avrebbe tanto voluto scrivere una minibiografia più cool, e si scusa per non esserci riuscita.