Se le cantano e se le disegnano

Sempre più cool, la programmazione di Patricia Armocida a Milano. Ora in mostra ha Keegan McHargue, Adam Tullie e Devendra Banhart. Con Tullie a suonare al vernissage, e Banhart atteso il 23 aprile. E noi ci mettiamo pure un primo Chiccera.

Devendra Banhart - What Will We Be - 2011

Lo aspettavano per il vernissage ma poi – nemmeno troppo all’ultimo – aveva disertato. Il nuovo passaggio di Devendra Banhart (Houston, 1981; vive a Los Angeles) a Milano, nella Galleria Patricia Armocida che ospita opere sue, di Keegan McHargue (Portland, 1982; vive a New York) e Adam Tullie (Boston, 1982; vive a Los Angeles), è in calendario per il 23 maggio. Previsto un set acustico ad accesso blindato rigorosamente su invito: in bocca al lupo ai fan, allora! Che in occasione dell’apertura si sono consolati con la performance di Tullie, a proprio agio, al pari di Banhart, tanto con la chitarra quanto con la grafica. Opere in mostra: una cinquantina di pezzi che bene inquadrano l’atmosfera culturale che cresce attorno a Banhart, guru di una New Weird America ormai cosciente di un percorso che si smarca dal solo contesto musicale. L’impressione è di trovarsi di fronte, se non proprio a una scuola, certo a qualcosa di molto simile a una corrente. Che visivamente ammicca al primitivismo almeno quanto in musica guarda al folk.

Francesco Sala

 

Milano // fino al 27 maggio 2011
Strangers in the night
www.galleriapatriciaarmocida.com

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.