Scheletri d’artista in salsa di microbi

Scienza e biotecnologia di nuovo in scena al Pav di Torino. Dario Neira e Marta De Menezes riflettono su attualissimi interrogativi di natura etica. E intanto verificano le nuove frontiere dell’arte, sempre più circoscritta all’interno di inquietanti laboratori. Chiude il 24 aprile: darsi una mossa.

Marta De Menezes - Proteic portrait - 2003-07

La nuova tendenza del ritratto d’artista è fortemente biotech. Risonanze magnetiche di esclusiva manipolazione presentano al Pav le ossa dell’artista Dario Neira (Torino, 1963) così come le immagini del cranio della giovane Marta De Menezes (Lisbona, 1975), che non si fa mancare complicate varianti al Dna. La portoghese convince maggiormente quando semplicemente presenta una Bibbia aperta sulle cui pagine sono cresciuti dei germogli di grano. Il consiglio è di restare in silenzio nella corte ormai destinata a momenti d’intensa meditazione. Qui Neira si inginocchia di fronte al grande Pasolini: l’artista è sincero nel narrare il suo animo perso nella ricerca del sacro, Neira teme con questa lettura ridotta a parole-chiave di profanare il poeta. Ma chi è alla ricerca della purezza non può offendere un suo simile con un omaggio intimo e sofferto.

Barbara Reale

Torino // dal 5 febbraio al 24 aprile 2011
Marta
De Menezes / Dario Neira – Body Nature
a cura di Claudio Cravero

www.parcoartevivente.it

CONDIVIDI
Barbara Reale
Barbara Reale è architetto (laurea e abilitazione presso il Politecnico di Torino), docente, e cultrice di filosofia e critica in ambito architettonico ed artistico. Da sempre ha affiancato all’attività nel campo dell'allestimento e della progettazione l’impegno nella didattica specializzandosi nell’approfondimento delle energie alternative e dello sviluppo sostenibile. Ha collaborato con la Fondazione Palazzo Bricherasio di Torino (2001-2004) in qualità di consulente didattica e docente per corsi di formazione post-laurea. Nel 2004 ha fondato Relentless Project, società specializzata in didattica museale multidisciplinare (arte, architettura, cinema). Ha collaborato con varie testate nazionali di arte ed architettura. E’ attualmente docente di Storia dell’Arte e Tecnologia. Dal 2011 fa parte della redazione di Artribune.
  • Marta

    In questa mostra straordinario è il tappeto di Neira con la scritta WELCOME creata con culture di microbi, gli stessi che si scambiano dandosi la mano.
    Uno scambio e un benvenuto biologico!