Utopia per tutti. Nell’anno di Thomas More, Wikisource digitalizza La Città del Sole di Tommaso Campanella

In occasione delle celebrazioni per i 500 anni dalla pubblicazione di Utopia di Thomas More, La città del Sole di Tommaso Campanella è stato digitalizzato grazie a Biblioteca di Trento e Wikimedia Italia

La Città del Sole di Tommaso Campanella
La Città del Sole di Tommaso Campanella

L’anno di Utopia500 volge al termine e con lui il fitto programma di incontri, mostre, spettacoli e iniziative, nate a Trento per celebrare i 500 anni dalla pubblicazione – nel dicembre 1516 a Londra – di Utopia di Thomas More. Tutto era cominciato il 17 gennaio 2016 al Muse, con la lettura di alcune pagine scelte da quel capolavoro filosofico e letterario dello spirito europeo che ha aperto un inesauribile filone di pensiero su come cambiare il mondo per farlo diventare più umano. Dopo mezzo millennio, la casa editrice Il Margine ha ripubblicato il testo – primo editore in Italia a farlo – e ha progettato con il sostegno del Servizio attività culturali della Provincia autonoma di Trento questo anno di celebrazioni in una regione – come quella del Trentino – dove l’autonomia è considerata una piccola utopia realizzata. Tra tutte le iniziative realizzate in questa occasione, è di qualche giorno fa quella relativa alla digitalizzazione di un prezioso manoscritto di Tommaso CampanellaLa Città del Sole, che descrive l’utopica società collocata nell’isola di Taprobana – grazie alla collaborazione tra Biblioteca comunale di Trento e Wikimedia Italia: la copia, che fa parte delle raccolte della Biblioteca e rappresenta la più antica testimonianza della prima redazione del testo, è da oggi disponibile con licenza libera sulle pagine di Wikisource, il progetto fratello di Wikipedia che rende fruibili a tutti documenti storici liberi da copyright.

ALLEANZA FRA BIBLIOTECHE E WIKIMEDIA
Siamo onorati di aver potuto collaborare all’iniziativa della Biblioteca comunale di Trento“, ha commentato il Presidente di Wikimedia Italia, Lorenzo Losa. “Diffondere la cultura è lo scopo statutario di Wikimedia Italia, e crediamo che progetti di questo tipo, che portano a disposizione del grande pubblico le opere fondamentali della letteratura e della filosofica dei secoli passati nella loro veste originale, abbiano un alto valore. Si sta sperimentando in questo modo una felice alleanza fra biblioteche e progetti Wikimedia: le risorse della biblioteca, unite allo spirito libero e collaborativo dei progetti wiki possono concorrere al raggiungimento di un obiettivo comune: fornire l’accesso più ampio alla conoscenza”. La digitalizzazione dell’opera e la sua trascrizione è stata realizzata, infatti, nello spirito collaborativo dei progetti wiki, grazie ad alcuni utenti attivi nella biblioteca digitale Wikisource (in particolare Salvatore Carnevale, che ha coordinato il lavoro) insieme ai bibliotecari della Biblioteca Comunale di Trento e Susanna Alessandrini, volontaria del Servizio Civile Provinciale, referente per i progetti wiki nell’ambito della biblioteca. La presentazione ufficiale del lavoro si terrà martedì 6 dicembre alle ore 17.00 presso la Sala degli Affreschi della Biblioteca, con approfondimenti sul codice, la sua storia, il progetto Wikisource e il pensiero di Campanella.

www.utopia500.it/

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.