Cammina, visita, costruisci. Tre cultural app per i vostri smartphone

Torna la rubrica “Approposito” di Simona Caraceni. Ovvero: tre app per i vostri smartphone e tablet; tre app culturali, divertenti, utili. In questo numero: i walking tour, un social architettonico e il Castello Sforzesco per i più piccoli.

MULTIWALKS

Inizia ad affermarsi fra le app il genere dei tour guidati da artisti. È il caso di Multiwalks, dove sono invitati a decostruire e ridefinire il concetto di walking tour in un tempo in cui le città, e le persone che le abitano, cambiano più velocemente che mai. Creata grazie alla collaborazione fra l’organizzazione artistica inglese Motiroti, l’italiano Centro Interculturale Mondinsieme e il norvegese Museo Interculturale di Oslo, finanziata da European Cultural Foundation e Arts Council England, MultiWalks trova un nuovo modo per raccontare le città europee attraverso personaggi, voci e storie differenti. Per ora potete trovare: Food 4 Thought, una camminata attraverso il quartiere Waterloo, a Londra; Between Faces, un “tuffo” alla scoperta delle anime di Grønland, a Oslo; un tour di Reggio Emilia.

www.multiwalks.com

costo: gratis
piattaforme: iPhone, iPod Touch, iPad, Android

Site and Place
Site and Place

SITE AND PLACE

Site and Place, “architettura costruita geolocalizzata”, è un’app che merita un incoraggiamento. Il suo scopo è mettere in contatto progettisti, contractor e appassionati di architettura per condividere in un social network professionale opere costruite in tutto il mondo e segnalare il proprio contributo progettuale o esecutivo alla realizzazione dell’opera. Stai viaggiando e cerchi un edificio? Vuoi sapere chi l’ha progettato o costruito? Vuoi far conoscere la tua attività professionale? Tutto questo potrebbe essere possibile mediante questa app, che mostra per ora pochi edifici e studi professionali, ma che potrebbe crescere fino a far massa critica. Nascendo con un’anima social, la partecipazione potrebbe andare a creare un nuovo fenomeno, nuovi contatti. E forse un mondo migliore.

www.siteandplace.com   

costo: gratis
piattaforme: iPhone, iPod Touch, iPad

Art Stories Milan – The Sforza Castle
Art Stories Milan – The Sforza Castle

THE SFORZA CASTLE

Farà la gioia dei bambini, ma anche dei genitori, soprattutto meneghini o in visita a Milano, questa ottima app dedicata a spiegare il Castello Sforzesco ai piccoli accompagnatori delle primarie, ma anche ai più grandicelli. È possibile: disegnare il proprio emblema sforzesco, giocare alla pallacorda, cercare l’elefante, decorare in oro e lapislazzuli, vestire il Duca e la Duchessa. Sono disponibili tre differenti livelli di tour: per chi ha poco tempo, per chi ha tempo da perdere e per chi adora le storie. Ci sono giochi interattivi (senza punteggio, e quindi senza stress) e molto altro ancora. L’unico neo, colleghi genitori, è che i contenuti testuali sono in inglese, ma non sarà mica un problema? Potrebbe anzi essere un pregio se i vostri figli stanno incominciando ad avvicinarsi alla lingua straniera.

www.artstories.it

costo: € 2,99
piattaforme: iPhone, iPod Touch, iPad

Simona Caraceni

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #21
Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Simona Caraceni
Simona Caraceni, giornalista pubblicista, si occupa di nuove tecnologie e multimedialità dal 1994, fondando con Pier Luigi Capucci NetMagazine poi MagNet, la prima pubblicazione elettronica in Italia. Ha insegnato all'Università di Bolzano, Macerata, Firenze, lo IED e la NABA di Milano, il DAMS ed il Dipartimento di Informatica dell'Università di Bologna, ed in numerosi corsi di aggiornamento professionale. Come attività di ricerca fa parte del Planetarium Collegium, il network internazionale di studiosi, artisti e docenti che approfondiscono il rapporto fra arte e tecnologie. E' M. Phil. in Technology e Ph.D. Researcher in Aesthetics and Technology per il Planetary Collegium (University of Plymouth). Membro ICOM, fa parte dell'Executive Board di AVICOM ed è Coordinatore della Commissione Audio-Visivi e Nuove Tecnologie di ICOM Italia. Nell'ambito della ricerca applicata si occupa di "musei virtuali", augmented reality, didattica tramite le nuove tecnologie e interaction design.