Pop Eye: il design di ricerca dell’occhiale in scena a Pitti Uomo 86

Manca poco meno di un mese all’apertura ufficiale del Pitti Immagine Uomo. Per questo speciale appuntamento con la moda uomo, una delle kermesse più importanti a livello globale, Firenze apre le porte a numerosi progetti pilota, a cavallo tra il mondo dell’arte, del design e del fashion. Come il lancio di “Pop Eye”, evento organizzato in collaborazione con il MIDO, un progetto espositivo fresco di presentazione.

Pop-Eye

Pitti Immagine Uomo, evento chiave del settore fieristico internazionale della moda uomo e delle ultime tendenze lifestyle, si svolgerà quest’anno a Firenze dal 17 al 20 giugno 2014. Data importante per la città di Firenze, che parallelamente festeggerà – con un ricco calendario di mostre e live performance – i sessant’anni della moda in città.
Dall’eccellenza degli artigiani tradizionali ai marchi che hanno rivoluzionato cliché e plasmato nuovi stili, catalizzato trend in strada in passerella, al menswear del domani, l’edizione numero 86 ha nella manica un poker
d’assi: una serie di progetti speciali presentati dai maggiori designer internazionali, con nuove – e spaziose – aree dedicata interamente ai giovani talenti.§
L’accessorio poi, parte integrante della cultura contemporanea e internazionale della moda e del costume, avrà durante quest’edizione a Fortezza da Basso un trattamento di riguardo. Gli occhiali sono facilmente entrati nell’armadio femminile e maschile, come oggetti che completano e ridefiniscono stile e personalità. Dai modelli cult agli occhiali di ricerca, non si può parlare di fashionwear oggi senza pensare a questo accessorio assolutamente protagonista.
Pop Eye porterà al centro dell’attenzione proprio gli occhiali, un accessorio che ha catturato negli anni sempre più attenzione, e che occupa una larga fetta di mercato e di sperimentazione in più campi, dalle lenti ai materiali, a disegno e texture, fino alle più recenti interazioni web.

Pop-Eye
Pop-Eye

Il nuovo progetto andrà quindi a tastare il terreno più recente in campo di innovazione dell’occhiale, con tante novità e un focus attento sul design più interessante e creativo, l’alta qualità del singolo pezzo, la ricerca stilistica e di combinazione di nuovi elementi e supporti, geometrie e trame.
Pop Eye si troverà in una posizione di facile accesso, al piano inferiore del Padiglione Centrale, dove si potranno osservare e toccare con mano alcune delle creazioni più affascinanti in termini di design, qualità e orientamento del brand. I nomi in mostra vanno da Caroline Abram a David Marc, maestri italiani e compagnie italiane come Dom Vetro, fino a Finlay, Les Pièces Unique, Masunaga, Matsuda Eyewear, Domenica Somewhere, Spektre, TYG Occhiali e Vava.
Pop -Eye sarà una delle novità più interessanti di questa edizione di Pitti Uomo“, spiega Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine. “Un progetto che è, prima di tutto, una sinergia tra due fiere di mercato strategiche, Pitti Uomo e Mido. Con l’avvio di una specifica area dedicata al design dell’occhiale più sofisticato e ricercato, qui a Pitti Uomo si darà la possibilità agli acquirenti internazionali di ampliare l’offerta dei concept store, spesso sempre più in direzione del lifestyle più sofisticato. Pop Eye offrirà anche ai buyer e agli addetti ai lavori preziose opportunità di networking creativo tra il mondo della moda e quello degli accessori, in modo da creare nuovi accordi di cooperazione, e da poter così lanciare capsule collection in linea con una strategia di mercato sempre più avanzata”.

Miriam Leto

www.pittimmagine.com