Arch Moscow 2014. Aspettando Venezia

Un lungo weekend moscovita dedicato all’architettura. Fino al 25 maggio si sovrappongono infatti l’International Exhibition of Architecture and Design Moscow e la Biennale di Architettura. Vi raccontiamo i topics più rilevanti, per scaldarci in vista dell’appuntamento lagunare.

Bart Goldhoorn

Ha luogo dal 21 al 25 maggio la 19esima edizione dell’International Exhibition of Architecture and Design Moscow, la maggiore rassegna di architettura contemporanea al momento attiva in Russia e terreno fertile per lo scambio creativo, intellettuale ed economico nei campi dell’architettura e del real estate. Nata nel 1995, quest’anno si svolge in parallelo con la quarta Biennale di Architettura e ha come topic Urban Blocks. Il tema scelto parte dalla considerazione del tessuto urbano della nuova Russia che, nonostante lo sviluppo, ancora paga le conseguenze delle scelte compiute in era sovietica. Ma cambiano i bisogni, cambiano le conformazioni abitative e le tecnologie, e all’architettura spetta il compito di anticipare e seguire questi cambiamenti.
Curata dall’olandese Bart Goldhoorn, si tiene presso l’enorme Central House of Artists, con 12mila mq di esposizioni, lecture, masterclass e conferenze suddivise su più livelli. I numeri, monitorati dalle edizioni passate, parlano chiaro: il fenomeno è in continua ascesa e l’interesse per la materia in grande sviluppo (anche a giudicare dal sempre crescente numero di visitatori, sponsor e media – istituzionali e non – coinvolti).
Quattro le sezioni (Architecture, Exteriors and Interiors Solutions, Light and Details), mentre otto sono i macroprogetti sviluppati: Newblocks à la Russe, Arch Catalogue (nel quale saranno riportate le opere di Levon Ayrapetov, Valeria Preobrazhenskaya, Totan Kuzembayev, Michail Filippov, Aleksandr Tsimaylo, Nikolay Lyaschenk), Competitions, Endless City, Urban Block Worldwide, Green Moscow, Arch Moscow e Garden Fest. Quattro, infine, i premi assegnati: Architetto dell’anno, Miglior Progetto, Migliore mostra d’architettura e Migliore mostra di Design.

Giulia Mura

www.archmoscow.ru

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #18

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Giulia Mura
Architetto specializzato in museografia ed allestimenti, classe 1983, da anni collabora con il critico Luigi Prestinenza Puglisi presso il laboratorio creativo PresS/Tfactory_AIAC (Associazione Italiana di Architettura e Critica) e la galleria romana Interno14. Assistente universitaria, curatrice e consulente museografica, con una forte propensione all'editoria e allo sviluppo di eventi e progetti culturali, per il magazine PresS/T letter e per il format Archilive ha curato una rubrica sui libri d'architettura. È stata caporedattrice per la rivista araba Compasses e da anni collabora come freelance per testate italiane e straniere; con continuità è presente nella versione online e onpaper di Artribune. È co-founder di Superficial, studio creativo di base a Roma che si occupa di ricerca e sviluppo di progetti incentrati su: comunicazione, immagine, architettura, design, cultura, eventi, branding.