Una smart city a misura d’uomo

“Tutti possono orgogliosamente contribuire a rendere la nostra città verde, bella ed ecologica”: così si legge sul sito della municipalità di Tel Aviv, che incoraggia politiche comunali eco-friendly attraverso la promozione della sostenibilità, la tutela ambientale e la progettazione di nuovi spazi verdi.

Azouri EcoTower - Tel Aviv

A Tel Aviv sono oltre 40 i parchi, per un totale del 20% della superficie destinata a verde urbano, più di 100 chilometri di poste ciclabili, 250 scuole coinvolte in progetti green per il corretto uso, gestione e conservazione dell’acqua.
Il governo cittadino sostiene inoltre la realizzazione di nuovi green building che utilizzino tecnologie innovative e generino benefici ambientali, economici e sociali su larga scala. Esempio di queste politiche ad ampio raggio è il primo edificio sostenibile costruito a Tel Aviv: si tratta della Azouri EcoTower, progettata secondo standard attenti alla qualità ambientale, efficienza energetica, spazi di lavoro confortevoli e risparmio in termini di energia, acqua e costi di manutenzione.
Basso impatto ambientale a lungo termine: questo il leitmotiv della progettazione, che privilegia materiali da costruzione riciclati e a “km 0”, reperiti entro i confini nazionali, con particolare attenzione nel preservare le già esigue risorse idriche israeliane. Ricorso dunque a sistemi integrati altamente tecnologici, che permettono di recuperare fino a 13mila litri di acqua al giorno, proveniente dai servizi igienici e riutilizzata a scopi irrigui, vetri isolanti basso emissivi che consentono alla luce solare di illuminare naturalmente oltre il 60% degli ambienti interni. Ulteriori bonus premianti la quasi totalità dei rifiuti che sarà riciclata, spazio docce interno all’edificio, destinato a favorire il pendolarismo in bicicletta e alimentato con acqua calda proveniente da una doccia solare, vicinanza alla futura stazione della metropolitana leggera e alle fermate di autobus urbani e suburbani e colonnine di ricarica per i veicoli elettrici.

Azouri EcoTower - Tel Aviv
Azouri EcoTower – Tel Aviv

La torre, che ha ottenuto la certificazione Leed Gold nel 2011, si compone attualmente di sette piani e si prevede di completarne la costruzione entro il 2013, con 14 ulteriori piani aggiuntivi. Un edificio “green” anche nella scelta di inserire al quinto piano un giardino botanico di 300 mq e un tetto verde sulla sommità, strutturato come un vero e proprio parco ecologico con pannelli solari e predisposto per turbine eoliche.

Elisabetta Biestro

www.ecotower.co.il

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #11

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Elisabetta Biestro
Laureata in Architettura per il restauro e la valorizzazione dei beni architettonici e ambientali, dal 2009 scrive per il mensile "Il Giornale dell'Architettura". Ha collaborato tra gli altri con Green Building Council Italia (GBC Italia), associazione no profit che promuove il protocollo per edilizia sostenibile certificata LEED®. Si è specializzata in corsi post-laurea legati alla gestione e controllo di progetti complessi, e nella divulgazione di tematiche quali conservazione del patrimonio architettonico e ambientale, interventi nei Paesi in via di sviluppo a basso costo e sostenibili. Attualmente cura le attività dell'ufficio comunicazione di una multiutility con sede in Piemonte, che sviluppa progetti legati alle energie rinnovabili e all’ambiente.