Asta autunnale da Blindarte: da Twombly a Burri tutti gli highlights del catalogo

La sede milanese di Blindarte ospita il prossimo 29 novembre un’asta ricchissima di opere d’arte moderna e contemporanea. Da Twombly a Warhol, da Balla a Burri e poi tantissimi contemporanei. Ecco le opere in vendita.

BLINDARTE 29 novembre, Lotto 95, Cy Twombly, Senza titolo, 1962, Olio, pastelli a cera, matite colorate, biro e grafite su carta, cm 50x70
BLINDARTE 29 novembre, Lotto 95, Cy Twombly, Senza titolo, 1962, Olio, pastelli a cera, matite colorate, biro e grafite su carta, cm 50x70

Milano sempre più quartier generale della casa d’aste Blindarte, a poco più di un anno dall’apertura della sede meneghina della storica casa d’aste napoletana in una lussuosa struttura su quattro piani nel cuore di Brera, che si prepara all’asta che il 29 novembre avrà per protagonisti opere d’arte moderna e contemporanea.

LE OPERE DI ARTISTI STORICI

Un’asta che propone opere di grande pregio con quotazioni che spaziano da poche migliaia a centinaia di euro. Il lotto più interessante è probabilmente un’opera su carta di Cy Twombly stimata tra i 400.000 e i 600.000 euro. L’opera, che arriva da una collezione privata, è datata 1962 ed è inserita anche nel catalogo ragionato dell’artista. È fonte di interesse anche l’opera Scena spirituale (uomo e donna nel fluido compenetrato di luce) di Giacomo Balla, datata 1925 che va in asta con una valutazione che oscilla tra i 50.000 e i 70.000. Più o meno stessa cifra anche per Cellotex W1 di Alberto Burri stimato tra 45.000 e 65.000 euro. Molto più recente, ma di grande impatto visivo è GUT V, scultura in acciaio di Antony Gormley, artista dalle quotazioni in costante ascesa, realizzato nel 2002, è proposta in vendita con una stima di 300.000/400.000 euro. In asta anche due serigrafie, Vesuvius e Mao, dell’immancabile Andy Warhol stimate tra i 15.000 e i 40.000 euro e l’Arlecchino di Michelangelo Pistoletto del 1981 stimato tra i 70.000 e i 90.000 euro, oltre a opere di Carla Accardi, Giulio Turcato, Giosetta Fioroni e Mario Schifano.

I CONTEMPORANEI

Per la sezione contemporanea, l’asta propone un numero cospicuo opere fotografiche di artisti internazionali come: Nan Goldin, che ritroviamo in contemporanea in mostra alla Triennale, Spencer Tunick, Vik Muniz, Andres Serrano, Zhang Huan, Yang Fudong, Armin Linke, Candida Hofer, Massimo Vitali. Discreta presenza anche di artisti italiani come Mario Airò, Stefano Arienti, Eva Marisaldi, Eliseo Matracci, Goldi e Chiari, Loris Cecchini, Vedovamazzei, Perino e Vele, Lorenzo Scotto di Luzio. Tutte le opere all’asta sono in mostra prima nella sede di Napoli di Blindarte e poi in quella di Milano. A Napoli inoltre, il 25 novembre, Blindarte presenta l’asta di dipinti del XIX-XX secolo e dipinti antichi, Orologi, Gioielli e Oggetti d’arte. Tra le chicche, un bellissimo dipinto di Oswald Achenbach, olio su tela, cm 66×100, La baia di Napoli vista da Posillipo, stimato € 25.000/35.000.

– Mariacristina Ferraioli

Napoli//25 novembre 2017, ore 16.00
Blindarte- asta di dipinti del XIX-XX secolo e dipinti antichi, Orologi, Gioielli e Oggetti d’arte
Via Caio Duilio 10, Napoli

Milano// 29 novembre 2017 ore 18.00
Blindarte – asta arte moderna e contemporanea
Via Palermo 11, Milano
http://blindarte.com

Dati correlati
AutoriCy Twombly, Alberto Burri, Nan Goldin, Antony Gormley, Michelangelo Pistoletto, Andy Warhol , Carla Accardi, Giulio Turcato, Giosetta Fioroni , Mario Schifano, Vik Muniz, Candida Höfer, Yang Fudong, Stefano Arienti , Armin Linke, Vedova Mazzei, Massimo Vitali, Eva Marisaldi
Spazi espositiviBLINDARTE MILANO, BLINDARTE CASA D'ASTE
Indirizzo
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia e Icon Design. Sta conseguendo un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano ed è docente a contratto presso diverse istituzioni tra cui l’Accademia di Belle Arti di Brera.