Frieze Los Angeles. La fiera londinese per la prima volta in California. Le anticipazioni

Dopo le edizioni di Londra e New York, il colosso fieristico si appresta a inaugurare il suo avamposto in California, presso i Paramount Pictures Studios a Hollywood. Ecco le prime anticipazioni della rassegna che si terrà a febbraio 2019

Los Angeles, downtown
Los Angeles, downtown

Se ne parla dall’inizio dell’anno, quando erano trapelate le prime indiscrezioni, poi è arrivato l’annuncio ufficiale, adesso se ne conoscono anche i dettagli: stiamo parlando di Frieze Los Angeles, la nuova rassegna nata dal colosso fieristico Frieze Art Fair che, dopo Londra e New York, sbarcherà nella città californiana dal 14 al 17 febbraio 2019 presso i Paramount Pictures Studios a Hollywood. Alla prima edizione della fiera parteciperanno 69 gallerie, 9 in più rispetto a quelle che erano state previste: segno, questo, dell’interesse che il nuovo appuntamento fieristico – ma soprattutto gli eventuali sviluppi di mercato – sta suscitando in galleristi e art dealer di tutto il mondo. Una novità che ha persino portato la storica fiera della Città degli angeli, la Art Los Angeles Contemporary, a spostare le proprie date di svolgimento da gennaio a febbraio per adeguarsi così alla nuova arrivata che, seppure non sia ancora ufficialmente nata, sta già influenzando l’assetto del sistema dell’arte californiano e non solo.

Frieze NY 2018
Frieze NY 2018

LE GALLERIE

Tra gli espositori, spiccano i nomi di David Zwirner, Gagosian, Hauser & Wirth (che a Los Angeles ha una sede), Lisson, Pace, Perrotin, Almine Rech, Thaddaeus Ropac, White Cube; a queste si aggiungono anche due presenze italiane: Massimo De Carlo e kaufmann repetto. Un parterre de roiche colloca la fiera ai piani alti dell’art system internazionale sebbene, quando è stata fondata, la sua mission fosse quella di essere dinamica, sperimentale e “relativamente” accessibile, come dimostrano le politiche tariffarie– più vantaggiose per le giovani e medie gallerie – che saranno applicate già a partire dalla prima edizione della fiera.

FRIEZE A LOS ANGELES

Diretta da Bettina Korek e curata da Ali Subotnick, Frieze LA ha iniziato a muovere i suoi primi passi due anni fa, quando è stata stipulata una partnership strategica tra Frieze e William Morris Endeavor-IMG, un’agenzia con sede a Beverly Hills che gestisce l’immagine di personaggi famosi e sportivi. All’epoca Endeavor si era impegnata a organizzare eventi, dando un supporto tecnologico alla fiera e sostenendo il fondo Frieze Tate per l’acquisizione di opere d’arte durante l’edizione londinese. La conoscenza che Endeavor ha del territorio sarà un elemento fondamentale per lo sviluppo di Frieze in California. “Los Angeles”, dichiarava lo scorso febbraio Victoria Siddall, direttrice di Frieze Fairs, “può contare su un panorama incredibilmente ricco di musei, gallerie e scuole d’arte che svolgono un ruolo fondamentale nel mondo dell’arte internazionale. Frieze LA contribuirà a questa fiorente scena culturale, e la sua presenza sarà rafforzata dalla partnership con Endeavour che ha profonde radici a Los Angeles. Come a Londra e New York, Frieze LA sarà al centro di una settimana dinamica che offrirà l’opportunità di confrontarsi e apprezzare la città e tutto ciò che ha da offrire”. Vedremo se Frieze riuscirà a superare il gap che da anni ormai divide il mondo delle fiere e Los Angeles, città rivelatasi ostica dal punto di vista del mercato dell’arte: rassegne quali Paris Photo e FIAC, solo per citarne alcune, hanno tentato invano di “colonizzare” la città californiana, facendo poi dietrofrónt.

– Desirée Maida
 
Los Angeles // dal 14 al 17 febbraio 2019
Frieze Art Fair
Hollywood, Paramount Pictures Studios
www.frieze.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.