Artribune Jobs. Nuova rubrica sulle offerte di lavoro nell’arte: 5 bandi da non perdere

Un nuovo appuntamento con la rubrica mensile dedicata ad Artribune Jobs, la piattaforma costola di Artribune dedicata alle offerte di lavoro nel mondo dell’arte. Ecco 5 bandi da tenere d’occhio

Lavori in corto
Lavori in corto

Artribune Jobs è una costola del sito (e magazine) ammiraglio Artribune che da qualche anno funziona come piattaforma di offerte di lavoro nel mondo dell’arte, della fotografia, dell’architettura, del design, dei musei e della creatività in generale. Un servizio utile dove poter consultare la lista delle offerte attive, delle ricerche di personale e di collaborazioni, dei bandi e dei concorsi attivi al momento. Data la grande quantità di annunci e lanci che arrivano in redazione e certi di offrire un utile servizio ai nostri lettori, abbiamo deciso di avviare sulle colonne di Artribune, una rubrica mensile che dia una breve panoramica degli ultimi bandi aperti recentemente o prossimi alla scadenza. Eccone 5 da non perdere…

–    Claudia Giraud

http://jobs.artribune.com/open_competitions.php

1. BANDO CARTA D’ARTISTA A VILLA ADRIANA E VILLA D’ESTE

Bando Villa Adriana e Villa d’Este

L’Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d’Este, diretto da Andrea Bruciati, ha indetto un bando per la realizzazione di un progetto grafico da riprodurre su carta da parati. L’iniziativa si inserisce nell’ambito di un più ampio disegno di rilancio del sito monumentale di Villa d’Este volto ad una articolazione sempre più immersiva dei percorsi di visita. Il progetto si affianca al recupero degli appartamenti del musicista Franz Liszt (1811 – 1886), di cui si conserva uno studiolo rivestito dell’originaria tappezzeria floreale ottocentesca, contiguo agli spazi e agli ambienti per i quali è stato pensato l’intervento. Considerato il particolare prestigio del luogo in cui l’installazione dovrà essere realizzata, saranno predilette soluzioni che valorizzino le peculiarità artistiche e storiche della Villa e dei luoghi dedicati al musicista. Nell’elaborare la proposta, si richiede ai partecipanti di individuare elementi di continuità sia concettuale che artistica, nel rispetto, però, dell’unicità delle singole stanze con ideazioni stilistiche e progettuali differenziate. Il concorso è aperto ad artisti italiani o stranieri, singoli o associati.

Bando per la realizzazione di un progetto grafico di matrice artistica da riprodurre su carta da parati
Scadenza: 1 luglio 2018
www.villaadriana.beniculturali.it
http://jobs.artribune.com/competitions/bando-per-la-realizzazione-di-un-progetto-grafico-di-matrice-artistica-da-riprodurre-su-carta-da-parati/2686.php

2. UN FONDO PER SOSTENERE LA PRESENZA DEGLI ARTISTI ITALIANI ALL’ESTERO

Q-INTERNATIONAL

Nell’ambito del nuovo programma per il triennio 2018-2020, la Fondazione Quadriennale di Roma lancia Q-International, un fondo per sostenere e promuovere la presenza di artisti italiani in mostre ed eventi realizzati da istituzioni straniere nel campo delle arti visive contemporanee. Il fondo prevede bandi di finanziamento semestrali. “Con Q-international intendiamo rafforzare il ruolo propositivo di Quadriennale anche al di fuori dei confini nazionali”, dichiara il Presidente della Fondazione Franco Bernabè. “Il nostro obiettivo è quello di valorizzare all’estero gli artisti italiani emergenti costruendo nuove connessioni con istituzioni e realtà culturali non-profit che operano in altri Paesi”. Potranno presentare domanda persone giuridiche (pubbliche e private) senza scopo di lucro e con sede legale non in Italia, che abbiano come finalità la promozione delle arti visive contemporanee: musei, istituti universitari, kunsthalle, kunstverein, kunsthaus, centri per l’arte contemporanea, fondazioni, spazi alternativi, associazioni culturali e organizzazioni come biennali, triennali o quadriennali.

Q-International
Scadenza 11 giugno
www.quadriennalediroma.org
http://jobs.artribune.com/competitions/bando-q-international-la-quadriennale-di-roma-primavera-2018/2684.php

3. CONCORSO CINEMATOGRAFICO PER UNDER 35 SUL TEMA DELLA SALUTE MENTALE

Lavori in corto

Lavori in corto è un concorso cinematografico nazionale per cortometraggi e documentari rivolto ad autori under 35 residenti sul territorio nazionale, curato dall’Associazione Museo Nazionale del Cinema. Il progetto del concorso, giunto alla sua settima edizione, continua a svolgere la sua mission: sensibilizzare su temi di rilevanza sociale attraverso il linguaggio audiovisivo e le storie dei film in concorso. IndipendenteMente è il sottotitolo scelto per questa edizione, che intende narrare la complessità del mondo della salute mentale attraverso film che restituiscano esperienze positive, documentando la ricchezza dell’incontro e dello scambio tra persone con disagio mentale e non, opere che elaborino in senso creativo la sofferenza, film che ribaltino stereotipi cercando di aprire gli occhi agli spettatori, senza dimenticare sguardi critici di situazioni e contesti che devono e possono cambiare. “Giungere alla settima edizione significa che un concorso come il nostro, vicino a tematiche scomode e importanti per il nostro presente, può e deve (r)esistere”, dichiara la direttrice artistica Valentina D’Amelio. “Abbiamo investito molto, soprattutto in termini di passione e impegno civile, e crediamo che Lavori in Corto possa essere un modo unico per sensibilizzare la cittadinanza e i giovani autori intorno a tematiche complesse e poco raccontate dai media. Esiste un filo rosso tra la prima edizione e oggi ed è la dimensione umana sempre al centro del nostro progetto”. I film selezionati saranno proiettati durante un Festival che si svolgerà a ottobre presso gli spazi della rete delle Case del Quartiere di Torino e al Centro Studi Sereno Regis, con premiazione finale il 29 ottobre 2018.

Bando di concorso cinematografico nazionale Lavori In Corto sulla salute mentale dal titolo IndipendenteMente
Scadenza: 31 luglio 2018
www.lavoriincorto.it
http://jobs.artribune.com/competitions/lavori-in-corto-concorso-cinematografico-dedicato-ai-giovani-registi/2687.php

4. UN CONCORSO PER DISEGNARE GLI ARREDI CARCERARI

Lecce, Casa circondariale

Progettare gli arredi destinati alle stanze di pernottamento degli Istituti Penitenziari; realizzare il prototipo della proposta vincitrice; concorrere alla riscrittura delle schede tecniche di riferimento dove si indicano modalità, materiali, prescrizioni per progettare e realizzare gli arredi carcerari. Sono gli obiettivi di Six Square Meters_Persone, luoghi, dignità. Una nuova idea di arredo per gli spazi detentivi, concorso per la progettazione di arredi destinati agli spazi vissuti quotidianamente dalle detenute e dai detenuti degli Istituti Penitenziari, promosso da Ordine degli Architetti PPC Lecce, Istituto Penitenziario di Lecce, Università del Salento. Il bando è rivolto ad architetti e designer. Primo del genere in Italia ad essere promosso da un Ordine professionale e dal Ministero di Grazia e Giustizia, sostenuto dal Consiglio nazionale Architetti PPC, il concorso punta a rendere quanto più umano possibile lo spazio di una cella carceraria e a restituire ad un ambiente di pochi metri quadri la qualità riconoscibile di spazio della vita umana, di luogo dell’intimità. Compongono la Giuria: Roberto Palomba, architetto e designer; Nicola Di Battista, architetto, già direttore di Domus, in rappresentanza del Consiglio Nazionale Architetti PPC; Paola Buffa, per il Min. Giustizia_ Direzione Casa Circondariale Lecce; Rocco De Matteis, per l’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Lecce; Carlo Alberto Augieri, per l’Università del Salento; Flavio De Carlo, Coordinatore del Concorso; Tommaso Marcucci, Segreteria Tecnica. Responsabile del Procedimento Giuseppe Renna, dirigente Casa Circondariale Lecce. Al vincitore del concorso, oltre a un premio in denaro di 3mila euro, sarà richiesto di produrre un progetto esecutivo del concept di concorso per la realizzazione di un prototipo che sarà realizzato avvalendosi della falegnameria interna all’Istituto penitenziario.

Six Square Meters _Persone, luoghi, dignità
Scadenza: 2 luglio
https://concorsiawn.it/six-square-meters/home
http://jobs.artribune.com/competitions/six-square-meterspersone-luoghi-dignit/2688.php

5. NUOVO PREMIO PER ILLUSTRATORI UNDER 40 IN COLLABORAZIONE CON CHEAP STREET POSTER ART

Premio per il Contemporaneo Renner Italia

Al via la prima edizione del Premio per il Contemporaneo, dedicato all’illustrazione da Renner Italia, impresa che produce vernici a Minerbio, in provincia di Bologna. Azzurro è il tema 2018, il colore dell’Oriente e del Rinascimento, delle Madonne e della diplomazia. “Per essere creativo devi essere libero”, afferma Lindo Aldrovandi, dg di Renner Italia. “E allora gli illustratori che prenderanno parte alla nostra manifestazione godranno della massima libertà espressiva”. Sono consentite tutte le tecniche. Le opere dovranno essere originali e inedite. Sarà la giuria – composta da Vanna Vinci, fumettista; Lina Vergara Huilcamán, editrice di #logosedizioni dal 2010 e direttrice del free magazine Illustrati; Lorenzo Balbi, direttore artistico del MAMbo, Museo d’Arte Moderna di Bologna; Simone Sbarbati, cofondatore e direttore di Frizzifrizzi; Sara Manfredi, cofondatrice di CHEAP; Lindo Aldrovandi, imprenditore, fondatore e direttore generale di Renner Italia – a decretare il vincitore che porterà a casa 10mila euro e una mostra a Bologna durante ArtCity. Il Premio per il Contemporaneo Renner Italia è realizzato in collaborazione con CHEAP, il progetto indipendente bolognese che dal 2013 promuove la street art come strumento di rigenerazione urbana e indagine del territorio. “Il nostro percorso”, dice Sara Manfredi di CHEAP, “da sempre attraversa i diversi linguaggi del contemporaneo: abbiamo accettato con entusiasmo l’invito di Renner a progettare un premio che intende sondare questo ambito e premiarne i talenti”.

Premio per il Contemporaneo Renner Italia
Scadenza: 10 ottobre 2018
www.premiorenner.it
http://jobs.artribune.com/competitions/premio-per-il-contemporaneo-renner-italia/2689.php

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).