Mezzi artistici espressivi come fotografia, installazione e video, trovano una collocazione idonea e interessante, in un luogo storico come il Lanificio Conte, ora recuperato come area espositiva e museale.

Informazioni

  • Luogo: LANIFICIO CONTE
  • Indirizzo: Via Xx Settembre - Schio - Veneto
  • Quando: dal 15/07/2011 - al 07/08/2011
  • Vernissage: 15/07/2011 ore 18.30 presentazione dell' assessore alla cultura Pit Formento, presentazione critica di Carmen Rossi.
  • Curatori: Belinda Guerriero
  • Generi: fotografia, arte contemporanea, collettiva
  • Orari: venerdì pomeriggio 16.30-20.00 sabato 10.00-12.30 16.30-20.00 domenica 10.00-12.30 16.30-20.00 e Su appuntamento
  • Email: info@artemisia-antiquaria.it
  • Patrocini: promossa dal Comune di Schio

Comunicato stampa

Sede espositiva: Lanificio Conte, Largo Fusinelle, Schio, VI.
Mezzi artistici espressivi come fotografia, installazione e video, trovano una collocazione
idonea e interessante, in un luogo storico come il Lanificio Conte, ora recuperato come
area espositiva e museale.
Recentemente la città di Schio ha ricevuto un prestigioso riconoscimento europeo,
proprio per il Lanificio Conte e il Giardino Jacquard.
Si tratta dell'unico luogo nella regione del Veneto ad essere stato inserito dalla Presidenza
del Consiglio dei Ministri, nelle “Destinazioni Europee d'Eccellenza” (rete nazionale
EDEN), per il suo patrimonio di siti storici di produzione.
Titolo: WPA 2011


A cura di Belinda Guerriero, presentazione dell' assessore alla cultura Pit Formento,
presentazione critica di Carmen Rossi.
Inaugurazione: venerdì 15 luglio 2011 ore 18.30.
Durata: dal 15 luglio al 07 agosto 2011.
Apertura al pubblico: venerdì pomeriggio 16.30-20.00
sabato 10.00-12.30 16.30-20.00
domenica 10.00-12.30 16.30-20.00
Su appuntamento telefonando al + 39 349 7702041 (Belinda Guerriero),
email: info@artemisia-antiquaria.it oppure contattando l'amministrazione comunale al sito
www.comune.schio.vi.it e-mail eventi@comune.schio.vi.it, tel. 0445-691285.
Su richiesta si organizzano visite guidate agli studi degli artisti.
IL PROGETTO WPA 2011 IN SINTESI
IL PROGETTO WPA 2011 è stato selezionato dall’ assessorato alla
cultura del
Comune di Schio per partecipare al programma culturale 2011 che ha
come titolo
“Che ve ne sembra dell'America?”.
“Le opere di ar tisti contemporanei
sono occasioni per capire il mondo
e in questa epoca di crisi
sono un’occasione di investimento nelle idee.”
Pier Luigi Sacco
docente di Economia della Cultura all’ Università IULM, Milano.
L’acronimo WPA è stato il punto di riferimento per lo sviluppo di questo progetto culturale.
Sembra ormai confermato il nesso tra la crisi economica americana del 1929 e l’attuale
situazione mondiale.
Negli Anni Trenta con l’attuazione del New Deal, l’America, attraverso uno dei più vasti e
importanti programmi culturali che la storia conosca, istituisce il WPA (Works Progress
Administration).
Per il settore artistico il Presidente Franklin Delano Roosvelt fonda il Federal Art
Project .
Oltre 5000 artisti vengono coinvolti in questo programma governativo.
Il ruolo dell’artista diviene quindi fondamentale nell’ attuazione di idee e nuovi stimoli, che
contribuiscono a rimettere in moto le attività produttive.
Investire nella creatività può renderci nuovamente competitivi.
Uno degli intenti di questo progetto è quello di mettere in relazione con una mostra
collettiva artisti di varie nazionalità, dando loro modo di creare delle opere a tema, che
possano diventare anche motivo di dibattito sul ruolo dell’artista nella società
contemporanea.
A 21 artisti di varie nazionalità è stato chiesto di lavorare attenendosi al tema dell'America,
dando spazio ad opere scaturite da una totale libertà d'immaginazione e da un'attenta
ricerca individuale.
Nel periodo dell'esposizione inoltre, alcuni artisti italiani apriranno i loro atelier agli artisti
austriaci,cechi e tedeschi e al pubblico, per indagare i luoghi in cui le idee prendono
forma.
Gli artisti stranieri saranno ospitati a Schio per alcuni giorni per poter creare una rete di
scambi per un confronto culturale con gli artisti locali.
In seguito è prevista una mappatura di tutti gli studi d'arte della zona, valore aggiunto
per un possibile sviluppo anche a livello turistico del nostro territorio.
Catalogo a cura di Belinda Guerriero e Joseph Rossi, introduzione storica di Giuseppe
Antonio Muraro, testo critico di Carmen Rossi.
SETTORI
Pittura, scultura, fotografia, installazioni e video.
Artisti italiani
Armando Bertollo Schio, VI
Pierluigi Buttò, Udine
Arnaldo Dal Bosco, Cornedo, VI.
Giuliano Dal Molin San Vito Di Leguzzano, VI
Fabio Guerra Schio, VI
Pino Guzzonato Schio, VI
G.Paolo Lucato Bassano del Grappa, VI
Giuliano Marian, Pordenone.
Corrado Meneguzzo Malo, VI
Enrico Minato Crespano del Grappa, VI
Maria Elisabetta Novello Vicenza
Leonardo Onetti Muda Schio, VI
Joseph Rossi, Schio VI
Franco Ruaro Schio, VI
Fabio Sandri Castelgomberto, VI
Angelo Urbani Cornedo Vic.no, VI
Sergio Zanone, Sarcedo, VI
Artisti stranieri
Hubert Huber Passau, Germania
artista e curatore della Galleria d’Arte Contemporanea
Produzentengalerie di Passau, Germania
Karel Kocourek Pilsen, Repubblica Ceca
Anna Kocourkovà Pilsen, Repubblica Ceca
Herbert Christian Stöger Linz, Austria