Pittore, grafico e designer, Willow ha saputo reinterpretare la tradizione pop statunitense in chiave contemporanea, elaborando un personalissimo linguaggio espressivo in cui è possibile ravvisare influenze e suggestioni tratte dai lavori di Roy Lichtenstein, Keith Haring e Basquiat, intensificate da stilemi propri della street art e dal codice espressivo del fumetto, di cui conserva la vivacità coloristica e l'accurata pulizia formale.

Informazioni

  • Luogo: CASTELLI - GALLERY
  • Indirizzo: Via Cerano 15 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 16/09/2011 - al 02/10/2011
  • Vernissage: 16/09/2011 ore 19
  • Curatori: Emanuela Rindi
  • Generi: design, arte contemporanea, personale, disegno e grafica
  • Orari: Tutti i giorni dalle 7:30 alle 2:00
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: info@rindiart.it

Comunicato stampa

Sarà inaugurata venerdì 16 settembre alle 19.00, presso la Castelli Gallery di Milano, la nuova personale di Willow, giovane promessa nel panorama artistico italiano. Pittore, grafico e designer, Willow ha saputo reinterpretare la tradizione pop statunitense in chiave contemporanea, elaborando un personalissimo linguaggio espressivo in cui è possibile ravvisare influenze e suggestioni tratte dai lavori di Roy Lichtenstein, Keith Haring e Basquiat, intensificate da stilemi propri della street art e dal codice espressivo del fumetto, di cui conserva la vivacità coloristica e l'accurata pulizia formale

Ogni tela di Willow appare come il frammento di un discorso più ampio, l'istantanea di un episodio narrativo che ha per protagonisti personaggi curiosi e accattivanti, sospesi in uno spazio indefinito e intenti in un dialogo onomatopeico che sorprende e diverte lo spettatore per la propria irrealtà. La forza comunicativa dell'arte di Willow risiede proprio nell'aver saputo creare un mondo alternativo, ludico e dal sapore favolistico, dotato di una chiara specificità e di una lucida e consapevole connotazione caratteriale; un mondo che ha leggi proprie e che desidera svelarsi agli occhi dello spettatore, invitandolo a calarsi in una nuova dimensione.
Convinto della necessaria complementarietà delle arti in una società complessa come quella in cui viviamo, il giovane creativo milanese affianca all'attività pittorica collaborazioni con aziende e marchi celebri: suo è il divertente cappello di Borsalino presentato a Pitti Uomo la scorsa primavera; sempre sua è l'ultima, originale e coloratissima, campagna pubblicitaria di Smemoranda, realizzata con altri sette artisti, per la quale ha dipinto il murales sull'edificio del Museo del Fumetto di Milano e il video che, sul canale Youtube, conta ad oggi oltre 140.000 visualizzazioni.

WILLOW. Nato nel 1978 a Milano, diplomato presso la Scuola del Fumetto e Illustrazione di Milano. Con il suo vero nome -Filippo Bruno- collabora da dieci anni con case editrici, studi editoriali e agenzie pubblicitarie per la grafica e con aziende produttrici di gadgets e articoli da collezione e design.
Con lo pseudonimo “Willow” realizza invece tele, grafiche, vinyl toys vicine allo stile POP.