Villam – Filippo Berta

Roma - 23/03/2018 : 23/03/2018

VILLAM è quindi lieta di ospitare negli spazi del Centro Giovani del Municipio I la performance di Filippo Berta “A nostra immagine e somiglianza”, in collaborazione con la Galleria Massimodeluca di Mestre e realizzata in occasione della 6° Biennale di Salonicco.

Informazioni

Comunicato stampa

VILLAM presenta FILIPPO BERTA
“A nostra immagine e somiglianza” – performance e incontro con l’artista
a cura di Massimo Scaringella
venerdì 23 marzo 2018, ore 18:30
Roma, Centro Giovani Municipio I, via della Penitenza 35

VILLAM è un progetto a lungo termine che coinvolge artisti italiani ed internazionali di diverse generazioni, curatori, critici, istituzioni e privati, pubblico abituale e neofiti dell’arte contemporanea. Non è una vera e propria associazione, bensì una filosofia, un concetto ampio e ambizioso che in parte rivede i meccanismi dell’attuale “sistema” di creazione - produzione - fruizione

Non si tratta di proporre semplicemente mostre o interventi in luoghi insoliti, al di fuori di musei e gallerie, ma di intervenire nelle modalità generali di approccio all’arte contemporanea, dal punto di vista degli artisti, dei promotori e nei confronti dei fruitori. VILLAM si propone di riunire e coordinare varie forze creative nell’ambito dell’arte contemporanea, attraverso l’organizzazione di presentazioni, mostre personali e collettive, progetti espositivi per spazi istituzionali e per occasioni culturali di rilievo.
VILLAM inizia ufficialmente la sua attività presentando a Roma, una volta al mese a partire dal 23 marzo 2018, gli artisti che parteciperanno alle mostre e ai progetti internazionali in programma nel 2018-2019.

VILLAM è quindi lieta di ospitare negli spazi del Centro Giovani del Municipio I la performance di Filippo Berta “A nostra immagine e somiglianza”, in collaborazione con la Galleria Massimodeluca di Mestre e realizzata in occasione della 6° Biennale di Salonicco. L’artista interpreta un’azione collettiva in cui un gruppo di persone in punta di piedi, cercando di raggiungere il punto più alto concesso dal proprio corpo, è impegnato a fissare al muro dei chiodi su cui vengono appesi dei crocifissi identici. Il lavoro è una riflessione sull’esigenza collettiva di elevare un nostro simile a una condizione predominante e di dominio pubblico. Il risultato diventa un limite invalicabile, irregolare e soggettivo verso un’ipotetica perfezione che ogni essere umano tenta inutilmente di raggiungere. Forse perchè l’essere umano è il confine posto tra l’ordine del sovrumano e il disordine del corpo.

Al termine della performance seguirà un’intervista all’autore in dialogo con il pubblico, a cura di Massimo Scaringella.

VILLAM è un progetto ideato e diretto da Anita Calà, con la consulenza di Massimo Scaringella e la collaborazione di Laura Scaringella e Giovanna Giannini Guazzugli.

VILLAM presenta:
Filippo Berta, “A sua immagine e somiglianza” – performance e incontro
Con il Patrocinio del Municipio I – Roma Centro e la collaborazione del Centro Giovani
Venerdì 23 marzo 2018 dalle ore 18:30
Via della penitenza 35, Roma (Trastevere)
Info: [email protected]
https://www.facebook.com/info.art.villam/

Filippo Berta (1977). Dal 2012 al 2017 ha esposto al Museo MADRE di Napoli, al MSU-Museo Arte Contemporanea di Zagabria, Croazia, al Museion Museo Arte Contemporanea di Bolzano, al Jonkopings Lans Museum (SE), alla Staedtischegalerie di Brema (DE), al State Museum of Contemporary Art di Salonicco (GR), al Museo di Pori (FIN), al Victoria Art Center di Bucarest (RO), al Center for Cultur al Decontamination, CZKD, Belgrado (SR), al Matadero Centro Creativo Contemporaneo, Madrid (SP), alla Galleria 400, Chicago (USA), al MAO-Museo dell’Architettura e del Design della Slovenia. Ha partecipato alla Biennale di Salonicco (GR, 4a e 6a edizione), alla Biennale di Curitiba (BR, 21a edizione), alla Biennale di Praga (CZ, 5a edizione) e alla Biennale di Mosca - Young Art (RU, 3a edizione). è stato selezionato alle residenze per artisti come: Fondazione Ratti di Como, Fondazione Spinola Banna di Poirino (TO). Ha preso parte a festival come: Festival Internazionale di Sarajevo (2014, 30a edizione), International Konst Film (2013, Svezia), Corpus 3 (2012, Napoli), Romaeuropa Festival (2012, Roma), Tulca-After the fall (2011, Galway, IR), European Performance Art Festival (2011, Varsavia, PL). Nel 2015 vince il Premio Fondazione MIA di Bergamo. Nel 2014 vince il Premio Maretti, La Habana (Cuba) ed è finalista al Talent Prize di Roma. Nel 2008 è tra i vincitori del Premio Internazionale della Performance, Galleria Civica di Trento, 4a edizione.