Videospritz 2011

Trieste - 17/09/2011 : 23/09/2011

Videospritz ritorna allo Studio Tommaseo di Trieste. La rassegna di videoarte da gustarsi con l’aperitivo, che è uno dei più divertenti momenti della attività annuale di Trieste Contemporanea, si concentra stavolta, in collaborazione con VivaComix, in un intenso programma dedicato alle piccole produzioni di disegni animati.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO TOMMASEO
  • Indirizzo: Via Del Monte 2/1 - Trieste - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 17/09/2011 - al 23/09/2011
  • Vernissage: 17/09/2011 ore 15
  • Generi: incontro – conferenza, new media
  • Orari: sabato 17 settembre, ore 15: convegno di studi e proiezioni dal 19 al 23 settembre, ore 18.30: repliche delle proiezioni
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

Videospritz ritorna allo Studio Tommaseo di Trieste. La rassegna di videoarte da gustarsi con l’aperitivo, che è uno dei più divertenti momenti della attività annuale di Trieste Contemporanea, si concentra stavolta, in collaborazione con VivaComix, in un intenso programma dedicato alle piccole produzioni di disegni animati: uno sguardo di aggiornamento e di approfondimento che oggi è importante rivolgere a questo segmento molto speciale della produzione artistica internazionale proprio mentre sta vivendo in tutta Europa un momento di grande interesse e di fermento creativo


Di ANIMAZIONI D’AUTORE parleranno a Trieste – e ne discuteranno il contributo fattivo al dibattito artistico contemporaneo – autori e studiosi. Paola Bristot, Carlo Mauro, Carlo Montanaro, Virginia Mori e Igor Prassel, in convegno in via del Monte sabato 17 settembre a partire dalle ore 15, ripercorreranno la straordinaria avventura storica dei disegni animati d’avanguardia – e vedremo alcuni preziosi documenti conservati nell’Archivio Carlo Montanaro; analizzeranno la base di partenza di queste produzioni (il disegno puro) e le tecniche usate; dalle dinamiche della loro specie commerciale in ambito internazionale si caleranno nei gravi problemi che questo tipo di produzioni deve ancora affrontare in Italia, ma anche parleranno della crescente fioritura dei festival d’animazione in ambito internazionale. Come ricorda la curatrice della rassegna Paola Bristot, esponendo i criteri che la hanno condotta alla scelta dei 12 corti che verranno presentati a Trieste: "Sono autori che lavorano in produzioni molto piccole, spesso autogestite, o prodotte da centri come le scuole d’animazione o istituzioni culturali. Il loro circuito privilegiato è quello dei Festival d’Animazione. […] La forma autoriale della produzione è la prerogativa dei film selezionati, perciò si tratta di opere originali, sviluppate in forme diverse, con caratteristiche tecniche diverse, ma che mantengono il principio artistico molto saldo."
La grande qualità artistica, fra gli esempi italiani proposti, è senz’altro una prerogativa dello stupefacente corto d’animazione Muto (Italia, 2008) dello street artist Blu. Si tratta di un lavoro interamente realizzato con graffiti in stop-motion, cioè animando enormi disegni fatti in successione sui muri di una città, ripresi con il fermo immagine e poi cancellati per dare posto al disegno seguente. L’autore, che ha studiato all’Accademia di Belle Arti di Bologna e che si è imposto prestissimo sulla scena artistica come writer, eseguendo operazioni di graffitismo urbano di grande espressività concettuale e visiva, ha una forza narrativa che si esprime in modo straordinario in questi ultimi graffiti-animati che appaiono come uno sviluppo consequenziale perfetto delle sue pitture murali di grandi dimensioni.
Ma molti altri eccellenti micro-mondi si potranno vedere in questo appuntamento fissato per Videospritz con artisti provenienti da diversi paesi europei. Il disegno autoriale infatti accomuna artisti di diversa estrazione: vedremo che alcuni si occupano strettamente di animazione come Kristjan Holm (Estonia), Jadwiga Kowalska (Svizzera), Virginia Mori e Magda Guidi (Italia), altri provengono da esperienze di ricerca grafica come Rastko Ćirić (Serbia) o artistica tout court come Alvise Rezini (Italia) e Solweig von Kleist (Francia); altri ancora, oltre al citato Blu, percorrono la street art come Ericailcane (Italia), o provengono dall’illustrazione e dal fumetto come Anke Feuchtenberger (Germania) e Stefano Ricci (Italia). O, infine, sono maestri dell’animazione conosciuti anche al vasto pubblico grazie alle numerose sigle in animazione create per la televisione e per il cinema come Gianluigi Toccafondo (Italia).

I film saranno proiettati allo Studio Tommaseo, sede di Trieste Contemporanea, in via del Monte, 2/1, e le repliche delle proiezioni si svolgeranno, a richiesta, dalle ore 18.30 alle 20 da lunedì 19 a giovedì 22 settembre. L’ingresso è libero.
La presentazione triestina rappresenta solo la prima tappa di questa iniziativa che in novembre verrà proposta anche all’Accademia di Bologna, nell’ambito del progetto Visioni Animate (4-5 novembre), e allo Spazio Navel di Cividale (12 novembre).


CONVEGNO

Giuliana Carbi, Trieste Contemporanea:
Introduzione
Paola Bristot, docente di linguaggi dell’arte contemporanea, AABB di Bologna:
Il rapporto interdisciplinare delle arti visive nei Film d’Animazione
Carlo Montanaro, storico del cinema:
Rassegna storica di Disegni Animati
Igor Prassel, direttore Animateka Film Festival Ljubljana:
I Festival Internazionali e la distribuzione dei Film d’Animazione
Virginia Mori, autrice:
La formazione di un animatore e la produzione di Animazioni
Carlo Mauro, storico dell’animazione e docente di anatomia, AABB di Bologna:
Esempi di tecniche d’animazione nei film storici


PROIEZIONI

Blu, Muto, Italia, 2008, 7’
Rastko Ciric, Metamorph, Serbia, 2005, 8’ 30’’
Ericailcane, Il numero delle bestie, Italia, 2009, 4’ 55’’
Anke Feuchtenberger, Somnambule, Germania, 2006, 15’
Magda Guidi, Sì, però…, , Italia, 2008, 2’ 43’’
Kristjan Holm, Small House, Estonia, 2008, 6’ 15’’
Solweig von Kleist, Chaos, Francia, 2002, 5’
Jadwiga Kowalska, Tȏt au tard, Svizzera, 2008, 5’
Virginia Mori, Il gioco del silenzio, Italia, 2009, 5’
Alvise Renzini, Ci sono gli spiriti, Italia, 2009, 6’ 20’’
Stefano Ricci, Mary Sconta e la gallinella evasa, (da un racconto di Marco Baliani), Italia, 2011, 6’
Gianluigi Toccafondo, La piccola Russia, Italia, 2004, 16’


Una produzione Trieste Contemporanea, Studio Tommaseo Trieste e VivaComix Pordenone;
a cura di Paola Bristot; con la collaborazione di Accademia di Belle Arti Bologna, ACM Venezia, Animateka Film Festival Ljubljana, Associazione OTTOmani Bologna, Centro Espressioni Cinematografiche Udine, Piccolo Festival dell'Animazione Udine, Spazio Navel Cividale; con l’adesione della Casa dell’Arte di Trieste; con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Provincia di Trieste.