Valentina Vetturi – Un Viaggio

Venezia - 02/06/2011 : 15/09/2011

Un Viaggio è la seconda tappa di un percorso che Valentina Vetturi ha iniziato nel 2008 con La stanza di dialoghi, opera-archivio dell’incontro tra l’artista e una giovane donna georgiana temporaneamente immigrata a Bari. L’artista affianca alla dimensione del dialogo tra lei e Tamuna, una pratica corale che si compone di frammenti, ricordi.

Informazioni

  • Luogo: SPAZIO NORBERT SALENBAUCH
  • Indirizzo: Calle Larga Ventidue Marzo 2382a, San Marco 30124, Venezia - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 02/06/2011 - al 15/09/2011
  • Vernissage: 02/06/2011 ore 12.00 - 22.00
  • Autori: Valentina Vetturi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal giovedì alla domenica dalle ore 17.30 alle ore 20.30
  • Patrocini: e con il supporto di Art Project Masseria Torre Coccaro e della Romano Exhibit.

Comunicato stampa

Giovedì 2 Giugno 2011, dalle ore 12 alle ore 22, la Galleria Bonomo Bari presenta Un Viaggio, intervento inedito di Valentina Vetturi ideato per lo Spazio Norbert Salenbauch di Venezia con il coordinamento di Antonella Spano e Lino Sinibaldi e con il supporto di Art Project Masseria Torre Coccaro e della Romano Exhibit.

Un Viaggio è la seconda tappa di un percorso che Valentina Vetturi ha iniziato nel 2008 con La stanza di dialoghi, opera-archivio dell’incontro tra l’artista e una giovane donna georgiana temporaneamente immigrata a Bari

L’artista affianca alla dimensione del dialogo tra lei e Tamuna, una pratica corale che si compone di frammenti, ricordi.

Attraverso Grecia e Turchia Un Viaggio approda in Georgia, partendo da Bari. Per Tamuna nostos, per Valentina ricerca. Un coro di storie private e voci straniere.
L’intervento di Valentina Vetturi è una narrazione ininterrotta di incontri, simboli e oggetti quotidiani osservati nella loro intimità e condivisi fuori dai loro ruoli.

Un Viaggio è l’esito di un processo di analisi di spazi mediato dal filtro della memoria, che prende forma in un’installazione sonora e ambientale attraverso la pratica artistica della performance.

Biografia
Valentina Vetturi (1979, Reggio Calabria) vive a Bari.
La sua ricerca indaga temi sociali e politici che riguardano la condizione presente. I suoi interventi forzano la percezione ordinaria del quotidiano tramite l’inserimento di elementi mimetizzati nel flusso della normalità che ne scardinano la percezione abituale.
Nel 2007 è stata artista in residenza presso la FAAP- Fundaçao Armando Alvares Penteado (San Paolo, Brasile) e quindi presso la Fondazione Pistoletto (Biella).
Nel 2008 ha vinto il Premio GAP – Giovani Artisti Pugliesi. Nel 2009 è selezionata per la XIV Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo, Skopjie e per a Transient Space Summer Camp, in Lituania, a cura di Uqbar, Berlino.
Nel 2010 viene invitata a partecipare a: Living Layers, programma di domicilio per artisti curato da Wunderkammern in collaborazione con il MACRO, Roma; Ottobrata programma di residenza a cura della Galleria Bonomo Bari presso la Masseria Torre Coccaro; e vince il Premio Mario Razzano.
Nel 2011 partecipa a 50 di 100 a cura di M. Scotini e G. Di Pietrantonio e viene selezionata per la seconda edizione del Premio LUM. Ha esposto e collaborato con diversi spazi e istituzioni tra cui: 1:1 project, Roma; Careof, Milano; Fondazione March, Padova; Festival di Santarcangelo; Fondazione Buziol, Venezia; Intramoenia Extra Art, Puglia; Neon, Bologna; Nosadella.due, Bologna; Sottobosco, Venezia.
Valentina Vetturi è co-fondatrice del collettivo Radice Quadrata, impegnato nella sperimentazione di pratiche artistiche e curatoriali legate allo spazio pubblico.