Thomas Diego Armonia – Art is Beauty-Beauty is Art

Tivoli - 20/07/2011 : 31/08/2011

In mostra una selezione di opere dalla prima personale romana dell’artista Thomas Diego Armonia.

Informazioni

Comunicato stampa

Dopo i successi della personale romana “Art is Beauty. Beauty is Art – Thomas Diego Armonia”, recentemente conclusa presso lo showroom Guazzolini e sedi varie di Via dei Coronari e patrocinata dal Comune di Roma, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico, l’Angolino di Mirko è lieto di presentare a Tivoli una esclusiva selezione di opere dell’artista.
L’EVENTO
L’evento inaugurale avrà luogo il 20 luglio 2011 alla presenza delle autorità e della stampa, in occasione della riapertura della bellissima sala affrescata in stile Liberty di Palazzo S

Croce, a seguito del parziale restauro di conservazione recentemente portato a termine dal Dott. Ercole Andrea Petrarca. La sala ospita oggi l’esclusivo privé del ristorante L’Angolino di Mirko, che intende porsi come raffinata cornice per eventi e rivela con questa iniziativa la particolare sensibilità culturale dei proprietari e una felice apertura nei confronti del visivo contemporaneo, con l’avvio di un interessante dialogo tra arte e impresa.
La serata sarà allietata dal noto attore Vincenzo Bocciarelli, che declamerà una raccolta di versi, dal maestro Samuele Ricci - violinista, e dal maestro Emanuele Micacchi – pianista e compositore, che si esibiranno in una sequenza di brani tratti dal loro repertorio.
Madrina d’eccezione la Principessa Conny Caracciolo.
La mostra proseguirà fino a tutto il mese di agosto e sarà visitabile al pubblico nei seguenti orari: tutti i giorni, escluso il lunedì, dalle ore 9.30 alle ore 21.00, con ingresso libero a richiesta.
LA MOSTRA
Thomas Diego Armonia ha ricevuto dagli anni della sua prima formazione quello spiccato eclettismo che ne fa un autore sempre aperto a nuove esperienze espressive, ricettivo verso le differenti tecniche artistiche.
I numerosi viaggi gli hanno nel tempo fornito un ampio bagaglio di sollecitazioni culturali, che le opere rivelano attraverso una rete simbolico-allegorica, filtrata dalla peculiare ispirazione artistica, persuasiva e leggera, culminante spesso in esiti di originale eleganza. L’artista
frequentemente propone nella sua pittura argomenti e motivi tratti dalle culture e tradizioni orientale e occidentale con cui egli è venuto in contatto, spesso mescolandoli tra loro con risultati inediti, come pure temi di scottante attualità, mitigati dal suo personalissimo stile, spesso velato da un superiore senso dell’humor.
Al di sopra di tutto, per Armonia, la celebrazione della bellezza, declinata in tutte le sue forme dalla figura femminile.
In questa mostra sono visibili quattro degli infiniti modi dell’artista di raffigurare il volto della donna. Da Athéna, impassibile, ieratica nel sorriso appena accennato, icona dorata di una femminilità tutta cerebrale che la accomuna al mito, alla donna velata de L’Age d’Or, dipinta nel 2009 in occasione della legge sul velo in Francia, che si fa motivo di profonda riflessione sulla violenza, subita e imposta, sul senso di soffocamento culturale della società contemporanea.
Grazie all’iniziativa de L’Angolino di Mirko, gli imponenti ritratti di Armonia dialogheranno per poco più di un mese con le eleganti fanciulle raffigurate nel secolo scorso dalla mano di R. Tosatto, immerse nella rigogliosa natura del paesaggio tiburtino di fine estate.
L’ARTISTA
Thomas Diego Armonia nasce a Genova nel 1971. Studia fashion design a Genova e Liceo d’Arte a Padova. Dopo la prima esposizione di quadri nel 1993, l’autore si dedica completamente alla pittura. La sua arte mantiene uno stile figurativo realista, ma giunge poi nelle ultime serie ad essere un complemento alla creazione di architetture e design dei giorni nostri. Le serie di Armonia sono ritratti di popoli, istantanee di costumi e di epoche, diapositive di momenti.
L’autore è stato capace di dare un’inedita forma ai suoi studi sui diversi universi culturali: ha voluto metabolizzare ed interpretare i sentimenti che scaturivano dagli occhi e dai movimenti di chi ha ritratto. Ha ricamato i pizzi delle ballerine di flamenco e i veli enigmatici della Tunisia, assimilandone le tradizioni.
Dal 2006 l’artista riprende il XIX secolo, periodo di grandi opere di scultura urbana per Parigi, che proclamava liberamente la sua ideologia nazionale. Le sue donne dagli occhi ammaliatori sono sempre presenti, ma ciò che in questi lavori si rinnova è l’utilizzo dei colori: gamme di grigi, bianchi e l’elegante nero sono mescolati sulle tele con impalpabili inserti di foglia oro: una raffinata opera di design, minimalista nei colori, ma ricca nei dettagli.
Multidisciplinare nella sua immensa creatività, il suo lavoro è il prezioso risultato di un matrimonio esclusivo tra arte, moda, oro e storia. Le varie esperienze legate a viaggi in paesi esotici e lontani hanno aperto all’artista diverse scelte nei soggetti e nelle tecniche. Uno dei tratti più interessanti della sua produzione è la dedizione all’universo femminile che Armonia interpreta attraverso un’ottica barocca personalissima e anticonformista, in cui le donne sono opulente non solo nelle loro forme, ma anche nel loro potere di seduzione.
Armonia ha infine messo le sue radici a Parigi, dove vive e lavora dal 2000. Da qui organizza eventi ed esposizioni in tutto il mondo ed è seguito con interesse dai collezionisti, dalla critica e dalla più accreditata stampa internazionale.