Teatro ricerca innovazione. La scena digitale

Venezia - 19/06/2018 : 19/06/2018

Il convegno conclusivo del progetto Teatro, ricerca, innovazione. La scena digitale racconta l’interazione tra teatro e nuove tecnologie attraverso un focus sulla scena veneta contemporanea, presentando i risultati del lavoro di cinque ricercatori e la loro collaborazione con compagnie e start-up innovative.

Informazioni

  • Luogo: TEATRO CA' FOSCARI A SANTA MARTA
  • Indirizzo: Dorsoduro 2137 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 19/06/2018 - al 19/06/2018
  • Vernissage: 19/06/2018 14.30-19.30
  • Generi: incontro – conferenza

Comunicato stampa

Convegno conclusivo del progetto di ricerca
TEATRO, RICERCA, INNOVAZIONE. LA SCENA DIGITALE

Il convegno conclusivo del progetto Teatro, ricerca, innovazione. La scena digitale racconta l’interazione tra teatro e nuove tecnologie attraverso un focus sulla scena veneta contemporanea, presentando i risultati del lavoro di cinque ricercatori e la loro collaborazione con compagnie e start-up innovative




Luogo: Teatro Ca’ Foscari a Santa Marta
Indirizzo: Dorsoduro 2137, Venezia
Data: martedì 19 giugno
Orario: 14.30-19.30
Ricercatori: Giulio Boato, Anna Colafiglio, Flavia Dalila D’Amico, Raffaella Rivi, Rosaria Ruffini
Compagnie e aziende partner: La Piccionaia, see-d, Tam Teatromusica, TOP – Teatri Off Padova, Zelda
Coordinatori di progetto: Maria Ida Biggi, Massimiliano Ciammaichella, Cristina Grazioli, Fabrizio Panozzo, Enrico Pitozzi


Abitiamo una contemporaneità fatta di ambienti produttivi e sociali popolati da realtà virtuali, intelligenze artificiali, oggetti sensibili, interazioni digitali, sistemi cyberfisici: un ecosistema tecnologico che evoca una trasformazione culturale e chiama in causa le arti, in particolar modo il teatro, da sempre in dialogo con l’innovazione tecnologica alla ricerca di strumenti narrativi che possano raccontare il tempo presente e relazionarsi con esso. Il progetto Teatro, ricerca, innovazione. La scena digitale, finanziato dalla Regione del Veneto, ha esplorato questo dialogo, prendendo come riferimento la scena veneta contemporanea e delineando le potenzialità sceniche e drammaturgiche che sono emerse dall’incontro tra teatro e tecnologie.

La ricerca di Giulio Boato (Università Iuav di Venezia) ha definito un prototipo di documentazione delle arti performative, che si è concretizzato nella realizzazione di un documentario sulle produzioni per l’infanzia della compagnia partner La Piccionaia; Anna Colafiglio (Università Ca’ Foscari Venezia), in collaborazione con l’azienda see-d, ha analizzato le modalità di applicazione dei sistemi di Motion Capture alla scena teatrale e la creazione di ‘alter ego immateriali’ dell’interprete, in forma di avatar virtuali e partiture sonore; Flavia Dalila D’Amico (Università degli Studi di Padova) ha collaborato con Tam Teatromusica per ricostruire i rapporti tra produzione artistica e aziendale, in relazione ai dispositivi luminosi, proiettivi e sonori inventati e sperimentati tra Novecento e Duemila; Raffaella Rivi (Università Ca’ Foscari Venezia) ha mappato l’utilizzo delle nuove tecnologie nelle produzioni 2015-2017 della scena teatrale veneta, affiancando all’analisi un lavoro di ricerca sul campo in collaborazione con la compagnia TOP – Teatri Off Padova; Rosaria Ruffini (Università Iuav di Venezia) ha analizzato i metodi di comunicazione utilizzati da compagnie e festival teatrali sui social media, e ha elaborato per Zelda un prototipo di storytelling applicato alla promozione teatrale su circuito Facebook.