Tawa – Tracce di Braille

Pavia - 09/06/2011 : 26/06/2011

Segno calligrafico, materia densa, impronte che evocano la strada: sono questi i tratti distintivi della pittura di Tawa, che, a partire dall’intensa stagione dedicata ai graffiti all’inizio degli anni Novanta, ha sviluppato sulla tela un linguaggio maturo e originale.

Informazioni

Comunicato stampa

La pluralità di linguaggi che caratterizzano l’arte contemporanea si traduce spesso in forme innovative e stili singolari, rendendola
una delle correnti artistiche più alternative e universali. E’ proprio per questa vocazione sperimentale che l’Associazione
Culturale STRADEDARTS, in collaborazione con il Comune di Pavia e l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, ha realizzato un evento
che consentirà anche ai non vedenti di leggere le opere d’arte

Le tele del noto artista contemporaneo Tawa saranno infatti
realizzate con una tecnica mista, che mescola alla pittura un insolito supporto, costituito da fogli scritti in Braille, così da poter
essere fruite, per la prima volta nella storia, anche da un pubblico di non vedenti. L’opera valicherà i confini tracciati dalla
retina, rompendo la netta separazione tra visibile e invisibile, per sconfinare nell’illimitato campo dell’immaginazione. Ma
l’originalità delle splendide opere d’arte di Tawa non si ferma qui: l’artista utilizza, accanto agli strumenti del mestiere, anche
pneumatici, per disegnare le tracce del suo passaggio sulla tela.
Tawa
Segno calligrafico, materia densa, impronte che evocano la strada: sono questi i tratti distintivi della pittura di Tawa, che, a
partire dall’intensa stagione dedicata ai graffiti all’inizio degli anni Novanta, ha sviluppato sulla tela un linguaggio maturo e
originale. Punti fermi di questa ricerca sono la riflessione sulla codificazione del linguaggio, sfociata nei recentissimi lavori con
l’alfabeto Braille, il riferimento all’orizzonte urbano, attraverso l’uso di pneumatici, e infine la dimensione tattile del colore,
capace di trasformare la tela in un terreno di confronto continuo rispetto alla realtà. La passione per la materia composita
e stratificata si traduce in una pittura libera e controllata al tempo stesso, in uno stile riconoscibile e personale che sa unire
eleganza e forza dirompente, delicatezza e dramma sottile, percezione visiva e percezione tattile.
Associazione Culturale Stradedarts
STRADEDARTS, parola palindroma, rappresenta i migliori artisti italiani legati al mondo della Street Art e Graffiti Writing che
hanno trasportato il loro percorso artistico anche su tela, entrando quindi nelle più importanti gallerie e musei nazionali
e internazionali, dopo anni di splendidi lavori sui muri delle strade delle nostre città. Queste forme d’arte contemporanea
rappresentano il più innovativo linguaggio creativo e una delle correnti artistiche più alternative, universali e vicine al mondo
dei giovani. Il fine che si pone STRADEDARTS è quello di rendere visibili al vasto pubblico tutti quei talenti che, artisticamente
nati per strada, sono riusciti ad emergere e a diventare un riferimento artistico positivo per molti giovani, diffondendo le loro
sperimentali forme d’arte. Gli artisti che fanno parte di STRADEDARTS sono esponenti della cultura urbana affermati grazie alle
numerose mostre realizzate.