Studi Aperti. Arts festival

Ameno - 01/07/2011 : 03/07/2011

Ritorna il consueto appuntamento con le espressioni multiformi della contemporaneità grazie alla settima edizione di Studi Aperti. Arts festival.

Informazioni

  • Luogo: ASILO BIANCO
  • Indirizzo: Via Riccardo Zanoni 17 (28010) Ameno - Ameno - Piemonte
  • Quando: dal 01/07/2011 - al 03/07/2011
  • Vernissage: 01/07/2011 ore 15
  • Generi: architettura, design, fotografia, arte contemporanea, serata – evento
  • Orari: sabato alle 15 e alle 16.30; domenica alle 15.30 e alle 17.30
  • Biglietti: ingresso libero
  • Sito web: http://www.cuoreverdetraduelaghi.it
  • Email: ale.valsecchi@gmail.com
  • Patrocini: Studi aperti è promosso da Asilo Bianco con il sostegno di Regione Piemonte, Provincia di Novara, Cuore Verde tra due Laghi, Comune di Ameno.

Comunicato stampa

Studi Aperti
Arts festival nel Cuore Verde tra due Laghi
Venerdì 1, sabato 2 e domenica 3 luglio 2011

Ritorna il consueto appuntamento con le espressioni multiformi della contemporaneità grazie alla settima edizione di Studi Aperti. Arts festival in programma da venerdì 1 a domenica 3 luglio


Ameno - piccolo paese sulle colline sopra il Lago d’Orta (Novara) - si trasforma per tre giorni in una mostra a cielo aperto, dove è possibile conoscere e incontrare gli artisti nei loro luoghi di lavoro, scoprire installazioni, partecipare a seminari e performance, godersi le bellezze naturali e architettoniche di questo territorio incontaminato.

Studi aperti da sempre sceglie la contaminazioni dei linguaggi e permette un incontro fra le diverse aree artistiche, con un programma che include architettura, fotografia, arti visive e nuove tecnologie.

La sezione Arte è concepita coinvolgendo spazi pubblici e privati del paese di Ameno, che diventano sale espositive e atelier creativi. Gli artisti, invitati dalle curatrici Francesca Gattoni e Alessandra Piolotto, hanno la possibilità di incontrare il pubblico e di dialogare con gli altri percorsi artistici presenti.
Particolare attenzione è data al tema della luce, filo rosso che accomuna tutte le sezioni di Studi Aperti 2011. In particolare saranno presentate diverse installazioni esterne, visibili anche durante la notte, per creare un’atmosfera suggestiva durante le serate del festival.
Le opere astratte di Luciano Maciotta, Angelo Molinari e Ubaldo Rodari vengono ospitate nelle stanze di Casa Fehr, il cortile dell’Asilo Bianco e lo studio di Enrica Borghi si animano con Suzanne Mcclelland e Paola Ferrario. Il piano nobile di Palazzo Tornielli accoglie nelle sue stanze l’ironia di Francesco De Molfetta e la ricercatezza di Andrea Pescio, nelle cantine i lavori di Monika Gasser e Pia Gisler, nel cortile l’installazione di Bastian Arler e lo Spazio Museale ospita la mostra personale “Donne” di Wanda Richter- Forgách.
Gianantonio Abate, Giulio Calegari e Ernesto Jannini proseguono il discorso iniziato lo scorso anno nelle stanze della Casa Parrocchiale, Giancarlo Bedoni apre il suo laboratorio in Casa Giazzi, Villa Obicini mostra le opere di Cristian Boffelli, Pietro Giromini, Leonardo Greco e Luca Mengoni. Fernando Garbellotto e Claudia Steiner entrano in punta di piedi nell’oratorio di San Bernardino. I riflettori dell’ex cinema di via Trento si accendono sulla ricerca di Benoit Maria Bouhier, Manuela Cirino e Francesca Gagliardi, e poco distante, nel campo sportivo, i Ludiko sono pronti a battere il calcio d’inizio. Vacciago invece ospita all’interno della Fondazione Calderara la mostra personale di Fausta Squatriti.

Le sezioni Fotografia, video e web, a cura di Giorgio Caione, sono raccolte nel progetto speciale Lost in Transitions, una riflessione sull'opposizione reale-virtuale e sulle continue transizioni tra i diversi spazi in cui ogni giorno si immergono corpo e mente.
Personal computer, internet, social network, smart phone, e-book... le tecnologie digitali hanno cambiato totalmente l’approccio con la realtà. Nelle professioni, nella vita quotidiana, nella comunicazione, nei legami affettivi, non si può più fare a meno della virtualità. Così la vita contemporanea assomiglia sempre di più a un transito senza soluzione di continuità tra il mondo reale e quello virtuale, tra la nostra identità tradizionale e le (molte) identità virtuali create.

Partecipano: Ivan Catalano, Guido Salvini, Wasted Art + No Name Since Now, , Secil Yaylali, Roberto Toja, Andrea Avolio.

La sezione Architettura, Paesaggi Mirati, a cura di DA- A Architetti, propone di lavorare sul concetto di “nuove forme di ospitalità”, portando alla realizzazione del CAMPING-AMENO.
Il comune di Ameno mette infatti a disposizione un’area che si trova all’ingresso del paese e confina con il campo sportivo e la chiesa del cimitero. Sull’area si trova un edificio incompiuto all’interno di un’area verde di grandi dimensioni. Qui sorgerà il Camping-Ameno inteso come struttura temporanea, ma anche come seme per una futura colonizzazione.
Studi invitati: A4A design, Milano - Riccardo Blumer, Casciago - CIVICO13, Torino - DA-A Architetti, Saronno - ES-ARCH, Lecco - Ferdi Giardini, Torino - Ghigos Ideas, Lissone - Alessandro Guerriero, Emirjana Bici e Claudia Rota, Milano - Giulio Iacchetti, Milano - Alessandro Rocca, Milano.
La rassegna, a cura di DA - A Architetti, vede la collaborazione di importanti architetti, designers, paesaggisti, del Politecnico di Milano (sede di Mantova) e di Torino oltre al supporto di alcune aziende del territorio, come Liolà Tessuti e Alessi.

Momenti performativi completano il programma.
Sabato 2 luglio dalle 22 presso la ex struttura Allea (Viale Matteotti) concerto di musica elettronica con il Dj Set del berlinese Benjamin Fehr (Catenaccio Records); domenica 3 luglio alle ore 21 nel cortile dello Spazio Museale Palazzo Tornielli il nuovo spettacolo teatrale dell’attrice novarese Lucilla Giagnoni, Canale Cavour - tutto e solo di braccia e di badile, dedicato alla realizzazione dell’omonimo canale avvenuta nel XIX secolo.

Studi aperti è promosso da Asilo Bianco con il sostegno di Regione Piemonte, Provincia di Novara, Cuore Verde tra due Laghi, Comune di Ameno.

In occasione di Studi Aperti parte la seconda edizione di Aperture Straordinarie, progetto dell’Associazione Asilo Bianco, sostenuto dalla Regione Piemonte, Compagnia di San Paolo e dai Comuni aderenti al Cuore Verde tra i due Laghi.
Durante il primo fine settimana di luglio (sabato alle 15 e alle 16.30; domenica alle 15.30 e alle 17.30) si racconteranno a turisti e residenti valenze artistiche, celate ma centenarie, ed espressioni d’arte contemporanea, racconti di storie destinate a chi vuole respirare l’aria delle case del paese, di giardini, chiese, studi di artisti e profumo di lago. Aperture straordinarie propone un’offerta completa di iniziative: visite a residenze e chiese effettuate da guide abilitate affiancate da volontari che hanno aderito al progetto e presentazione della guida aggiornata del Cuore Verde fra i due laghi.