Spilimbergo Fotografia 2011

Spilimbergo - 23/07/2011 : 25/09/2011

Spilimbergo Fotografia 2011 si caratterizza per il rilievo conferito ai fondi fotografici e all'importanza della conservazione e salvaguardia quale condizione anche per la loro valorizzazione.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO TADEA
  • Indirizzo: Piazza Castello 4 33097 - Spilimbergo - Friuli-Venezia Giulia
  • Quando: dal 23/07/2011 - al 25/09/2011
  • Vernissage: 23/07/2011 ore 19
  • Generi: fotografia, collettiva
  • Sito web: http://www.craf-fvg.it

Comunicato stampa

Nozze d’argento per Spilimbergo Fotografia, la rassegna made in CRAF (Centro Ricerca e Archiviazione della Fotografia) da 25 anni.


Spilimbergo Fotografia 2011 si caratterizza per il rilievo conferito ai fondi fotografici e all'importanza della conservazione e salvaguardia quale condizione anche per la loro valorizzazione. Gran parte delle fotografie esposte fa parte infatti del patrimonio del Centro spilimberghese: come la mostra Mario Giacomelli. Dall’Archivio di Luigi Crocenzi (Spilimbergo – Corte Europa, 23 luglio -25 settembre), che propone una scelta di vintages del fotografo di Senigallia acquisite dal CRAF nel 1995

Una miniera, tra libri, lettere e fotografie che evidenziano, oltre l’amicizia tra i due, l’estetica del marchigiano Giacomelli verso che ribaltò completamente il punto di vista del neorealismo introducendo nelle immagini una nuova poesia tonale, onirica che fecero di lui il più importante fotografo italiano del 900. La personale dedicata a Tullio Stravisi 1950-2000 (Lestans- Villa Ciani, 23 luglio – 25 settembre) presenta opere del fotografo triestino il cui fondo è custodito al CRAF dal 2005. Molti sono i ritratti anche di artisti triestini, le vedute della città, paesaggi, con un precisa predilezione per il paesaggio carsico usando anche il colore specialmente negli ultimi anni di vita. Tra sogno e realtà. Opere dalla collezione del CRAF è il titolo prescelto per l’esclusiva mostra dalla marcata impronta surrealista, ospitata presso Il Caseificio (Spilimbergo- Sala Polifunzionale Il Caseificio, 23 luglio-28 agosto). Nelle fotografie proposte emergono i nomi di grandi Autori, come il fotografo di Bunuel, Luis Galvez, ma anche Man Ray, Veno Pilon, Joan Fontcuberta, Jerry Uelsmann,Luca Maria Patella, Irving Penn, Cecil Beaton (che già nel 1936 per Vogue utilizzava sfondi dalle chiare reminescenze daliliane). Sul versante internazionale troviamo Frank Horvat No Repeat 1945-2010 (Udine - Galleria Tina Modotti, 23 luglio – 11 settembre), titolo del tributo ad uno tra più noti fotografi del secolo scorso, la cui longeva carriera annovera successi in ambito fotogiornalistico e soprattutto nel settore moda tanto da fare scuola. Ha infatti impreziosito alcune tra le più belle pagine di Vogue, Elle, Harper’s Bazar e interpretato magistralmente l’haute couture italiana e parigina.
Importante focus sul tema ambientale per le mostre Toccando il cielo. Le Dolomiti Friulane patrimonio dell’UNESCO (Cimolais - Sede del Parco 19 giugno-15 agosto) realizzata per commemorare la ricorrenza ufficiale della certificazione delle Dolomiti patrimonio dell’umanità UNESCO, e Acque del Friuli Venezia Giulia (Tramonti di Sotto - Ex Latteria, 15 luglio – 21 agosto), con fotografie realizzate dal Circolo l’Obiettivo di Pordenone, le cui immagini evocano la bellezza e la valenza del nostro patrimonio idrico affinché possa essere compiutamente apprezzato e tutelato.


Imperativa per quest’anno la mostra dal titolo Fotografia e Risorgimento in Italia. I Tesori dei Grandi Musei Italiani (realizzata dalla Provincia di Pordenone - Galleria della Provincia, 7 settembre - 6 novembre) che partecipa alle celebrazioni del 150° dell’Unità nazionale con 130 fotografie originali più una vasta serie di cartes de visite raffiguranti i protagonisti del Risorgimento, infine un preziosissimo nucleo di dagherrotipi. Non mancano immagini relative ai campi di battaglia di Magenta, Solferino e Mentana, le fotografie di Robertson della guerra di Crimea, vedute urbane con originali di grande formato. La mostra include le fotografie di Stefano Lecchi sulla caduta della Repubblica Romana nel 1849 e le immagini della presa di Porta Pia nel 1870.


Interessanti anche le prospettive con Rovigno nell’ambito dei Photodays con la mostra dedicata a Franco Fontana & Mario Giacomelli. Due Maestri della Fotografia italiana del ’900 (Museo di Rovigno, 7-27 giugno). Le opere selezionate, per lo più relative al paesaggio naturale o strutturato, suggeriscono atmosfere metafisiche.


Alcuni dei progetti espositivi già realizzati e particolarmente apprezzati saranno veicolati in prestigiosi centri italiani ed europei, Russia in particolare, in occasione del programma Italia –Russia 2011. Il Paesaggio italiano in Fotografia 1950-2000 raggiungerà la Carelia mentre Fotografia e Neorealismo in Italia 1945-1965 riprenderà il suo tour, dopo Toronto, New York, Fermo e Roma, a San Vito al Tagliamento (Chiesa di San Lorenzo, 15 luglio -28 agosto) proseguendo poi per San Pietroburgo, Nizhny Novgorod e Mosca. La mostra presenta un’ampia introduzione dedicata a Luigi Crocenzi e comprensiva dei fotoracconti originali realizzati per Il Politecnico di Vittorini, altresì la serie del Gruppo Friulano per una Nuova Fotografia di Spilimbergo con immagini liriche che ritraggono con “occhio” sobrio e sincero il popolo friulano nell’espressione di massima operosità al lavoro nei campi. Infine, la mostra Fotografia, memoria e identità nell’emigrazione dallo spilimberghese, già realizzata a Spilimbergo nel dicembre 2010, si ripropone a Sacile in occasione dell’annuale incontro EFASCE (27 luglio-21 agosto).

Il CRAF ha inoltre in programma una significativa convegnistica a partire dal mese di giugno con Luciano Gaudenzio (Cimolais – Sede del Parco delle Dolomiti Friulane, 26 giugno) sino a luglio con Romano Folicaldi e il Neorealismo (San Vito al Tagliamento – Teatro Arrigoni , 21 luglio) e Frank Horvat (Corte Morpurgo, Udine, 22 luglio). Infine, il CRAF realizza a Villa Ciani di Lestans corsi residenziali di fotografia, naturalistica in particolare, in collaborazione con la LABA di Firenze e la Comunità Montana. Tra le proposte, anche un workshop con Roberto Salbitani sulla Fotografia al crepuscolo e di notte, Fotografia come terapia e Reportage in Friuli.

La cerimonia inaugurale di Spilimbergo Fotografia e la consegna dei premi avrà luogo sabato 23 luglio presso Palazzo Tadea a Spilimbergo.

La rassegna include la XIX edizione della Mostra mercato di fotografia (Spilimbergo - Palestra di via Mazzini, 23 -24 luglio) dove espositori provenienti da tutte le regioni italiane presentano antiquariato di settore, libri fotografici d’epoca e contemporanei, ricambi e software di ritocco digitale.

Nelle stesse giornate di sabato 23 e domenica 24 luglio, presso la Galleria di Sculture della Fondazione Furlan a Palazzo Tadea nel Castello di Spilimbergo, per i visitatori di Spilimbergo Fotografia ci sarà la possibilità di fotografare gratuitamente due fotomodelle insieme con i fotografi Sara Corsini e Gianni Cesare Borghesan.