Arti visive e sonore, musica, teatro, danza, cinema e scrittura: l'interazione tra le diverse espressioni artistiche e' lo spirito che anima il festival di Sadali, evento ideato da TiConZero alla sua prima edizione.

Informazioni

  • Luogo: CASA PODDA
  • Indirizzo: Via Torino 12 (08030) Sadali - Sadali - Sardegna
  • Quando: dal 25/07/2011 - al 05/08/2011
  • Vernissage: 25/07/2011
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, serata – evento, musica, cinema, teatro
  • Biglietti: ingresso libero
  • Email: pressoffice@signalfestival.org

Comunicato stampa

Ideato da TiConZero, associazione attiva dal 1995 a Cagliari in ambito musicale e teatrale sotto la direzione artistica di Alessandro Olla, SIGNAL Cantieri sarà ospitato in diversi spazi della cittadina di Sadali, il paese dell'acqua, ricco di suggestivi scenari naturali e architettonici come il centro storico, le cascate, il mulino, la casa padronale Podda e le grotte di Is Janas. Luoghi e energie come parte di un unico progetto, che mira a inserirsi pienamente nel territorio sfruttando possibilità sceniche ed artistiche differenti



A partire dal 28 luglio dunque il territorio sarà animato da eventi che coinvolgeranno artisti, attori, danzatori, musicisti e operatori culturali fino al 5 agosto, con la serata di chiusura ambientata nelle grotte di Is Janas. Dal 25 luglio inoltre si terranno workshop e laboratori di danza, musica, video, teatro, oltre a letture e animazioni per bambini. SIGNAL Cantieri sfuma i confini tra le espressioni dell'arte con l'obiettivo di creare percorsi e interazioni totalmente nuovi e originali.

Cantieri nasce oggi sulla scia di SIGNAL Festival, fortunata produzione di TiConZero che vedrà a settembre a Cagliari la sua edizione numero sei, dedicata alle arti performative con particolare attenzione per la ricerca e le nuove tecnologie applicate al suono.

SIGNAL è realizzato con il contributo di
Regione Autonoma della Sardegna e Comune di Sadali, e con il patrocinio della Provincia di Cagliari

e in collaborazione con le associazioni
Alambicco, Ecomuseo, Quit, SpazioDanza, SpazioMusica, Teatro del Sale, Teatro Tages, TutteStorie

PROGRAMMA

MUSICA
Dal post rock alle percussioni arabe, dall'elettronica d'avanguardia all'ambient passando per ritmi industrial e improvvisazione sonora: la proposta musicale di SIGNAL Cantieri si presenta estremamente varia, con artisti e dj isolani come Karate Lesson, Exagonal, Paolo Sanna, Corrado Altieri accanto a musicisti di respiro internazionale come Simon Balestrazzi o il collettivo Sonom. Si parte il 28 luglio con l'ensemble MOEX, ultimo appuntamento il 5 agosto con le vibrazioni noise ed elettroniche di Monosonik.

28 luglio
Grotte di Is Janas, h. 21
Nemus, performance/sonorizzazione a cura dell'ensemble MOEX
Il collettivo MOEX vedrà in scena alcuni degli artisti più noti nel panorama dell'avanguardia isolana: Paolo Sanna alle percussioni, Elia Casu alla chitarra elettrica, Silvia Corda con piano toys, Adriano Orrù al contrabbasso, Monica Serra alla voce e Corrado Altieri con i suoi strumenti elettronici, sotto la direzione di Simon Balestrazzi. A fare da sfondo video mapping a cura di Manuel Carreras.

29 luglio
Casa Podda, h. 22.30
Karate Lessons, live audiovisivo
Sonorità analogiche e digitali si fondono con il post rock nella band formata dai cagliaritani Alessio Deidda, Davide Rizzo, Matteo Sanna e Raffaele Badas, accompagnati dalle suggestioni visive di Manuel Carreras.

Grotte Is Janas, h. 24.00
Claudio PRC, live set
Influenze della techno di Detroit e una particolare attrazione per la musica concreta ed elettroacustica nel live del producer cagliaritano Claudio PRC.

30 luglio
Piazza del Municipio, h. 22.00
Mechanic World, performance audiovisiva a cura di SpazioMusica
Una produzione SpazioMusica per questa performance che vedrà in scena l'ensemble Modular Quartet alle percussioni (con Marco Caredda, Francesco Ciminiello, Roberto Migoni e Roberto Pellegrini), Michele Casanova e Marcello Cualbu ai video, accanto a Fabrizio Casti e Marcellino Garau per direzione musicale e regia del suono.

Grotte Is Janas, h. 24.00
Exagonal, live set
Nicola Locci aka Exagonal presenta un live che intreccia sonorità breakbeat, idm, minimal ambient, electro e acid.

31 luglio
Ex Giardini Casa Podda
Sublimation 2.0, performance elettroacustica a cura di Sonom + dAAX
Attesissimo l'evento che vedrà in scena il collettivo catalano Sonom: un live basato sulle risonanze sonore, l'evoluzione del suono e la proiezione di immagini vettoriali su ghiaccio secco.

3 agosto
Campetto Calcio Polivalente, h. 21
Simbiotika, Suoni dal mondo, performance musicale di Simbiotika
Il suono e il ritmo delle percussioni arabe e brasiliane, la ricerca timbrica e le sonorità digitali con i musicisti Maurizio Murgia, Giuseppe Sanna, Angelo Conto, Nabil Hamai in simbiosi con la voce evocativa e ricca di sfumature di Simona Storobelea.

4 agosto
Casa della Sarta, via Carducci, h. 21.30
Singer, performance audiovisiva a cura di Dream Weapon Ritual
Suggestioni tra teatro, installazione, musica elettronica e acustica nel progetto di Simon Balestrazzi alle macchine elettroniche e Monica Serra alla voce e macchina da cucire, per una produzione firmataTiConZero.

5 agosto
Casa Podda, h. 22.30
Monosonik, performance audiovisiva
Ritmiche minimali, glitch, techno, ambient, campionamenti nascosti e digital-noise per l'ensemble composto dai due musicisti provenienti dal panorama post industrial italiano Corrado Altieri (TH26) e Giorgio Ricci (Templebeat), e il videoartista e designer Alessandro Cemolin, già collaboratore di Maurizio Bianchi, Limbo, TAC.

Grotte Is Janas, h. 24.00
Scam – Venefica, live e dj set
Sonorità oscure che attingono alla techno e all'electro body music per il live di Scam e il dj set di Venefica, del collettivo cagliaritano Darkness Elite.

DANZA
Suggestioni contemporanee per i quattro appuntamenti con la danza a Sadali, tra cornici naturali e architettoniche.

28 luglio
Cascata Vecchio Mulino, h. 23.00
OUF, performance di Virginia Spallarossa
In collaborazione con SpazioDanza e Rassegna Autunno Danza la performance che nasce da una riflessione sulla generazione degli anni Settanta, un percorso a ritroso costruito su ricordi, frammenti ed eventi del passato.

29 luglio
Stazione FDS, h. 20.00
A/R, performace a cura di SpazioDanza. La serata vedrà la partecipazione degli allievi del Laboratorio Permanente dell'Associazione SpazioDanza, per la regia di Momi Falchi e Francesca Massa.

31 luglio
Chiesa San Valentino, piazza del Municipio, h. 20,00
Danza Verticale con Exuvia
il campanile della chiesa di San Valentino farà da palcoscenico per questo affascinante spettacolo di danza, curata dalla compagnia il Posto con il Marco Castelli Small Ensemble. Coreografia di Wanda Moretti, musica di Marco Castelli. A danzare sul campanile ci saranno Marianna Andrigo e Elena Annovi

4 agosto
Casa Podda, h. 23.00
Transito Obbligato, performance di danza, musica e video a cura di SpazioDanza
Musiche di Alessandro Olla e video di Manuel Carreras faranno da sfondo alla performance diretta da Momi Falchi e Francesca Massa, danzatrici Manuela Piga e Virginia Spallarossa.

CINEMA
L'associazione Alambicco proporrà Cinema del Marocco, una rassegna di tre film e tre cortometraggi con inizio alle 21.30 nello spazio del Campetto Calcio Polivalente.

31 luglio: “Amal”, regia di Ali Benkirane, 2004
In un villaggio del Marocco, Amal e il fratellino vanno a scuola. Amal sogna di diventare dottoressa e gioca con uno stetoscopio. Un giorno, il padre decide che Amal non tornerà più a scuola. Ad Amal non resta che donare al fratellino il suo amatissimo strumento.

1 agosto: “Il pane nudo”, regia di Rachid Benhadj, 2005
La vera storia dello scrittore marocchino Mohamed Choukri, candidato al Premio Nobel e voce libera censurata per anni dalle correnti oltranziste del mondo arabo. Cresciuto nella povertà e nell’analfabetismo, con un padre violento e una madre succube e unica fonte di sostentamento per la famiglia, il giovane Mohamed, dopo aver abbandonato la casa paterna e aver vissuto di espedienti, a vent’anni prende coscienza dell’importanza di saper leggere e scrivere

2 agosto: “Viaggio alla Mecca”, regia di Ismael Ferroukhi, 2004
Reda, un giovane marsigliese di origini marocchine, decide di accompagnare in pellegrinaggio alla Mecca il suo anziano padre Mustafà, che si sente prossimo alla morte. Il viaggio è l’occasione per approfondire la conoscenza tra i due e per mettere a confronto le loro idee distanti solo in apparenza.

TEATRO, GIOCHI, ANIMAZIONI PER BAMBINI
Dedicati ai bambini gli appuntamenti teatrali con Teatro Tages di marionette, le fiabe con Teatro del Sale, e le attività ludiche a cura dell'associazione Così per Gioco nei giorni 29, 30, 31 luglio. E inoltre mostre di illustrazioni, installazioni, letture animate e laboratori a cura di TutteStorie.

29- 31 luglio, h. 11
Ex Municipio
Nel paese dei mostri selvaggi e altre storie, Letture animate per bambini da 3 a 6 anni, a cura di Tuttestorie.
Una selezione di storie e filastrocche alla scoperta del mondo della letteratura per ragazzi.
29- 31 luglio, h. 16-18
Ex Municipio
Ho preso 10 in Fantastica, una valigia di giochi dedicati a Gianni Rodari, realizzata dall'associazione Così per Gioco e in collaborazione con TutteStorie
E’ una mostra, un mondo di storie, una struttura ludica, una valigia piena di giochi da tavolo e di parole dedicate a Gianni Rodari. A 30 anni dalla sua scomparsa l’Associazione Così per Gioco ha voluto ricordare il suo grande impegno nello sviluppo dell’Arte della Fantastica che sintetizzò in quel libro storico che è “La Grammatica della Fantasia”. Aprendo la valigia della Fantastica i bambini, i loro genitori e gli insegnanti troveranno giochi, giochi e parole da costruire, smontare, vivere assieme. Potranno divertirsi con il Caleidoscopio delle Parole, per scoprire quale personaggio si nasconde nella storia; potranno lanciare il loro Sasso nello Stagno per scoprire come le fiabe si trasformano e mescolano fra loro; potranno sfidarsi nella ricostruzione di una Fiaba al Rovescio.

29- 31 luglio, h. 16-18
Ex Municipio
Atelier della Metamorfosi, attività ludica Mutafoto realizzata dall'associazione Foglivolanti e in collaborazione con TutteStorie
Un curioso atelier popolato di personaggi grotteschi, bizzarri, letterari e prodigiosi, venuti da diversi luoghi del mondo: mirabilia di ogni forma e natura. Per bambini spinti da meraviglia, curiosità e timore.

29 luglio
piazza del Municipio, h. 18.00
Pierino e il Lupo, marionette del Teatro Tages, di e con Agostino Cacciabue e Rita Xaxa.
Le marionette interpretano la storia di Pierino e il Lupo sulle note dell'omonima fiaba musicale di Sergeji Prokofiev. Musiche dal vivo eseguite dal maestro Marco Gianotto con il suo organetto.

30 luglio
piazza del Municipio, h. 18.00
Manovella Circus, marionette del Teatro Tages, di e con Agostino Cacciabue e Rita Xaxa.
Gli artisti di Manovella Circus sono una famiglia di scimmiette. Acrobati, ballerine, giocolieri e maghi proporranno uno spettacolo divertente e coinvolgente per i bambini.

1 agosto
Cascata Vecchio Mulino h. 18.30
Il Dottor Von Loscus e l'oro liquido, da una fiaba di Aurora Simeone, produzione Teatro del Sale
Spettacolo per bambini e ragazzi, ma se ne consiglia la visione anche a un pubblico adulto. Stiamo andando incontro ad una veloce desertificazione, e l’acqua presto diventerà molto più preziosa e rara di quanto già non lo sia, anche nel nostro mondo occidentale così apparentemente al sicuro.
Visto che nella realtà non esistono formule magiche per trasformare il petrolio in acqua, almeno nella finzione della scena godiamoci il lieto fine, nella consapevolezza che ognuno di noi può fare qualcosa per la salvaguardia delle risorse del pianeta.

CORSI E LABORATORI
Estremamente varia la proposta didattica che accompagna le giornate di SIGNAL Cantieri: teatro, danza, movimento creativo, creazione di costumi a partire da materiali riciclati e inoltre mapping architettonico, dedicati sia a professionisti che ad allievi senza esperienza. I contributi dei laboratori, che prenderanno il via dal 25 luglio, saranno presentati con Cantieri Poetici, messa in scena collettiva alle ore 20.00 del 5 agosto, ultimo giorno del festival, nel centro storico di Sadali.

Il programma dei laboratori per SIGNAL Cantieri prevede:

Teatro a cura di Massimo Zordan: "Ho qualcosa da raccontarti"
dal 25 luglio al 05 agosto, Centro Sociale
Laboratorio di creazione narrativo/sonora, pratico, con l’obiettivo di comporre micro-storie e percorsi interiori rappresentabili. Gli incontri avranno una prima fase preparatoria dedicata alla ricerca di uno spazio narrativo comune e complice, la fase successiva si concentrerà sull’improvvisazione narrativa e canora.

Danza Contemporanea a cura di Virginia Spallarossa
dal 29 luglio al 05 agosto, Scuola Elementare
Virginia Spallarossa si forma professionalmente presso il Teatro alla Scala di Milano e l’Académie Princesse Graçe
di Montecarlo; sposa la danza contemporanea studiando con i principali maestri di Release technique. è membro
fondatore di Movimentale, un collettivo indipendente francese che crea video installazioni curate dal cineasta
Gilles Toutevoix. Crea e interpreta propri lavori.

Costume a cura di Roberta Serra "In-tessuti di suono"
dal 29 luglio al 05 agosto, Centro Sociale
Il laboratorio nasce come studio su vari materiali e sulle loro possibilità sonore, per realizzare costumi di scena in
grado di produrre uno o più suoni. Il costume “sonoro” acquista un posto importante nello spazio scenico: non
nasce soltanto per essere indossato e caratterizzare un personaggio, ma per valorizzare la parola attraverso gesti
compositivi e movimenti che producono rumori o suoni minimi.

Video Mapping a cura di Quit
dal 01 agosto al 05 agosto, Ecomuseo
Laboratorio di nuove tecnologie legate allo spettacolo a cura di Quit [Michele Casanova, Marcello Cualbu]
L’obiettivo del corso è fornire ai partecipanti una conoscenza articolata di metodologie, tecniche, linguaggi e software
utilizzati nello spettacolo, nel video mapping e nella performance audiovisiva. I partecipanti verranno guidati
nell’elaborazione dei progetti, lavorando con artisti e realizzando simulazioni di spettacolo e performances.

Teatro a cura di Lucilla Trapazzo "Sé:Sì"
dal 01 agosto al 05 agosto, Centro Sociale
Il lavoro sarà svolto secondo il Metodo Stanislavskij/Strasberg, stimolando la memoria affettiva e sensoriale, per
ritrovare una parte dimenticata di sé. Il training (che includerà gli esercizi classici di rilassamento, ’trance’ sensoriale,
personificazione, memoria affettiva,momento privato) porta lo ‘strumento-corpo’ ad accedere alle proprie
emozioni, memorie, esperienze, per rendere ogni interpretazione più vera, perché personale.

Movimento creativo per ragazzi a cura di Francesca Massa
dal 01 agosto al 05 agosto, Palestra Scuole Medie
Il laboratorio è rivolto a ragazzi e ragazze dagli 8 ai 13 anni e sarà dedicato allo studio di tecniche di rilassamento,
respirazione, giochi per sviluppare la memoria e l’attenzione, la coscienza dello spazio e della sua relazione col corpo.
Si procederà alla fase di creazione e improvvisazione dove le diverse esperienze si potranno confrontare e unire.

Per informazioni, costi e iscrizioni si può contattare lo staff di SIGNAL Cantieri all'indirizzo email [email protected] o al numero +39 0708607522 negli orari 09.30/13.30 (da lun. a ven.). E' prevista anche la possibilità di alloggiare a Sadali, in strutture convenzionate con l'evento, oppure di campeggiare in un'area messa a disposizione dal Comune.
Per maggiori informazioni: www.signalfestival.org/cantieri/laboratori

MOSTRE e INCONTRI

Acque di Sardegna: di terra, di cielo, di mare
Ecomuseo, 1 luglio-30 settembre
L’Ecomuseo delle Acque della Barbagia di Sadali ha orgnizzato per l’anno 2011 un concorso nazionale di fotografia dal tema “Acque di Sardegna: di terra, di cielo, di mare”. Fra le opere pervenute sono state scelte 30 fotografie che saranno esposte a Sadali dal 1 Luglio fino al 30 Settembre nei locali dell’EcoMuseo delle Acque della Barbagia.

L'alfabeto del Cambiamento
Ex Municipio, 29 luglio-5 agosto, inaugurazione 29 luglio h. 17, orari: 10-12; 16-19
Mostra di illustrazioni dal libro “L’alfabeto del cambiamento” di Davide Calì, edizioni Aisara. Ventuno tavole originali di Silvia Bonanni, Davide Calì, Chiara Carrer, Vittoria Facchini, Giulia Orecchia, Pittau e Gervais, Gek Tessaro, Pia Valentinis. A cura di TutteStorie.
Che cosa significa cambiare? Ventuno lettere per ventuno parole raccontano il punto di vista, le emozioni, le paure, i sogni di bambini e ragazzi di fronte a questo grande tema, di cui l’autore e fumettista Davide Calì si è fatto portavoce. Dai suoi incontri-laboratorio è nato l’alfabeto disordinato del cambiamento, raccontato per immagini da sette affermati illustratori.

29 luglio
Ecomuseo, h. 18.30
Farouk, incontro con l'autore Luciano Marroccu, introduce Alberto Urgu, a cura di Tuttestorie
Durante il ventennio fascista, Luciano Serra ed Eupremio Carruezzo sono stati poliziotti della Divisione Affari Generali e Riservati. Ora, nel 1959, il primo è un avvocato con pochi clienti, il secondo il suo attempato “giovane di studio”. Ma il “demone dell’investigatore” non li ha abbandonati. Per questo accettano di mettersi sulle tracce di Giacomo Oppo, giornalista e romanziere di scarso successo di cui si sono perse le tracce. L’uomo è scomparso mentre era impegnato in un’inchiesta su Farouk, l’ex re d’Egitto diventato protagonista della dolce vita capitolina. Muovendosi lungo questa pista esotica e mondana i due si imbattono nel tentativo di spingere il monarca esiliato a un’impossibile rivincita contro Nasser, un piano talmente bizzarro da far sorgere il sospetto che ne nasconda un altro, magari antitetico. Fra conversazioni intorno alle grandezze e alle miserie del potere, stralunati amori, fantasiosi ingressi in scena di entraîneuse e ballerine di fila, Serra e Carruezzo indagano in una Roma spericolata dove le loro domande troveranno, ne sono consapevoli, soltanto risposte parziali e provvisorie.

31 luglio
Ecomuseo, h. 18.30
E cantavamo alla luna, Incontro con Pia Deidda, a cura di Ecomuseo, introduce Francesco Manca.
Con letture di Massimo Zordan e Lucilla Trapazzo, interventi musicali.
Airam, ultima sacerdotessa di un antico culto lunare nuragico officiato in Ogliastra, vive il dolore di non aver ancora avuto una figlia femmina alla quale tramandare i suoi poteri divinatori e oracolari. La consapevolezza della fine del suo mondo diventa più concreta all’arrivo dei romani che si impongono come conquistatori e dominatori. Ispirandosi ai resti nuragici presenti nel bosco Selene di Lanusei in località Genna ‘e Cili (Porta del Cielo) l’autrice costruisce, con una narrazione intensa e poetica, un frammento dell’antica storia sarda avvolgendola in un’aura mitica.