Si Fest 2011

Savignano sul Rubicone - 09/09/2011 : 25/09/2011

Compie vent'anni l'appuntamento settembrino con la fotografia a Savignano sul Rubicone, promosso dall'Istituzione Cultura di Savignano sul Rubicone.

Informazioni

Comunicato stampa

Savignano Immagini è il rinnovato percorso che la Città di Savignano sul Rubicone intende intraprendere indagando la fotografia quale linguaggio connaturato alle espressioni e necessità della nostra contemporaneità.
Percorso d'arte fra le arti, ma anche di relazione e di incontro, di conoscenza e di esperienza, di consapevolezza e sentimento



Savignano Immagini è la volontà di costruire un'identità intorno alla fotografia che da diciannove anni si ritrova e si riconosce nei luoghi e nei tempi della città, respira il clima conviviale del settembrino Si Fest Savignano Immagini Festival che diviene ogni anno una fucina dove idee, gusti, opinioni si fondono e si confondono.
SI FEST
SAVIGNANO IMMAGINI FESTIVAL

20a edizione
vent'anni di fotografia

9.10.11 settembre 2011
Savignano sul Rubicone -Fc
mostre aperte fino al 25 settembre

Fragile
fotografia e video
mostre, letture portfolio
tavole rotonde, lezioni, editoria


Compie vent'anni l'appuntamento settembrino con la fotografia a Savignano sul Rubicone, promosso dall'Istituzione Cultura di Savignano sul Rubicone.
Un traguardo unico nel panorama nazionale; un percorso che nel tempo è divenuto punto di osservazione sul mondo dell'immagine e sul suo divenire con grande attenzione all’evoluzione della società. Stefania Rössl e Massimo Sordi, curatori del SI Fest 2011, propongono una lettura di paesaggi fisici, umani e immaginari esplorando la fragilità come dimensione degli stati più intimi dell’essere, sottesa al vivere quotidiano ed evidente nelle relazioni tra l’ambiente e l’uomo.
"Il paesaggio umano, interpretato nel senso più ampio del termine, sembra quasi sfuggire al controllo dell’individuo per disegnare, nelle sue diverse manifestazioni, inattese soglie di criticità e declinazioni sempre nuove. Un diffuso senso di fragilità sembra accomunare esperienze eterogenee riassumendo, in un termine unico, la complessità del vivere contemporaneo".
Le opere dei fotografi selezionati per le mostre, le tavole rotonde e le conferenze degli esperti e degli autori invitati approfondiranno gli aspetti legati al tema proposto e cercheranno di guardare a nuovi possibili equilibri tra l'uomo e il suo territorio.

Tra i protagonisti di questa edizione anche opere inedite di fotografi affermati e giovani autori, nazionali e internazionali, provenienti da Stati Uniti, Olanda, Inghilterra, Francia, Germania, Svezia, Repubblica Ceca, Cile, Russia.

Esposto per la prima volta nella sua versione integrale Carlo Scarpa. Tomba Brion di Guido Guidi, che arriva a compimento dopo più di dieci anni di lavoro; una Retrospettiva a cura di Enrica Viganò/Admira, sarà dedicata al fotografo ceco Miroslav Tichý recentemente scomparso. Sarà possibile ammirare le sue eteree figure femminili al confine tra la realtà e l'onirico e febbrile mondo dell'autore. Michael Wolf ci presenta la sua Tokyo compression dei passeggeri della metropolitana in Giappone; appena concluso Stone by stone dell'americano Taj Forer per la prima volta in Italia. Forer coglie nei suoi scatti l'essenza del mondo "sottile" che appartiene alla natura; Empty land, promised land, forbidden land è il reportage che gli olandesi Rob Honstra e Arnold Van Bruggen, (fotografo e giornalista), stanno portando avanti per cogliere il processo di trasformazione che è in atto a Sochi, piccola città del Caucaso, in attesa dei giochi olimpici del 2014. Lo sguardo di Bernhard Fuchs, ci accompagna con Roads and Paths per le strade e i sentieri dell'Austria appartenenti al suo vissuto, attraverso un viaggio temporale di quattro anni.

Accanto alle mostre monografiche d'autore, che si inscrivono nella tradizione del Festival di Savignano, si conferma Global Photography con la 3a edizione e una selezione di 10 autori italiani e stranieri. La vocazione del progetto è quella di interpretare i significativi momenti del contemporaneo che nel titolo Occupancy trovano una radice comune, una traccia nascosta che si ricompone attraverso le 10 sezioni in mostra.
Da una dichiarata evocazione delle origini primigenie dell’uomo nei Primates di Fréderic Delangle alla dimensione fisica dei paesaggi antropizzati di Bas Princen, spesso rivelatori di equilibri instabili, i tentativi dell’uomo di definire un proprio spazio nel mondo si manifestano attraverso l’intimità di storie individuali e collettive. Gli Shelter di Henk Wildschut, le immagini precedenti alle rivolte libiche in Tripoli talks, unfinished work di Marco Zanta, i paesaggi della memoria di Martina Hoogland Ivanow, i nuovi nomadi incontrati da Roderik Henderson, l’allusività della metropoli indiana nel lavoro di Massimo Sordi, ricostruiscono, nel loro insieme, diverse modalità fotografiche di appropriazione e designazione dello spazio contemporaneo.
Autori: Frank Breuer, Fréderic Delangle, Alexander Gronsky, Roderik Henderson, Martina Hoogland Ivanow, Cuny Janssen, Bas Princen, Massimo Sordi, Henk Wildschut, Marco Zanta

Le proiezioni
VBS.TV & Incase presentano Picture Perfect, video documentari dedicati a: Rob Hornstra, Donald Weber, Stefan Ruiz, Vincent Fournier e James Mollison in prima visione nazionale.
Embrace the fragility è il titolo della rassegna video cura di Francesca Baboni e Stefano Taddei. Gli artisti invitati presentano video installazioni legate al concetto di fragilità, declinato in modalità differenti, in riferimento alla persona umana, alla psiche o al contesto abitato. Autori: Corpicrudi, Eleonora Chiesa, Pietro Iori, Bo Christian Larsson, Lemeh42, Eleonora Rossi.
MiCamera InMovimento a cura di Piero Pezzoni propone il lungometraggio pluripremiato, evento dell'anno 2010 nel cinema italiano, Le quattro volte di Michelangelo Frammartino e incontro con l'autore. A 10 anni dall'attentato terroristico che ha investito l'America, Marco Vacca, testimone oculare, presenta il suo reportage Things to remeber: a tribute to nineeleven.

Le tavole rotonde
Ampio spazio è dedicato alla fotografia europea e a come si presenta un progetto in un libro fotografico con autori internazionali che affronteranno inoltre il tema del fotogiornalismo accanto a giornalisti e photo editor per riflettere sulle nuove pratiche di documentazione dell'attualità. A fronte degli epocali cambiamenti nel mondo dell'editoria si cercherà di definire la nuova committenza, pubblica e privata, e i mutamenti dell'espressione del fotografo e della libera ricerca fotografica.

Il territorio
Di particolare interesse per il territorio, la mostra sul sistema del commercio e della vendita realizzata nei negozi e nelle catene di distribuzione del Rubicone nell'ambito della Campagna fotografica di Simon Roberts per Sin_tesis 2011; la mostra del Circolo Fotografico Cultura e immagine Una giornata italiana, che documenta i festeggiamenti dei 150 anni dell’Unità d’Italia nel territorio del Rubicone; Sink or Float a cura di Giulia Zorzi/MiCamera di Silvia Camporesi nell'ambito del Censimento in immagini della Città di Savignano, firmato negli anni da maestri della fotografia. Il censimento di Silvia Camporesi utilizza scenari di aria e acqua e ha coinvolto giovani savignanesi di età compresa fra i dodici e i vent'anni.
Appuntamento speciale del Si Fest 2011 quello con il decennale dalla scomparsa di Marco Pesaresi che sarà ricordato con la mostra Marco Pesaresi. Qui e altrove, in collaborazione con Contrasto; omaggio al fotografo riminese che vede coinvolto successivamente anche il Comune di Rimini con il progetto Fuori Stagione con fotografie dell'archivio di Savignano Immagini.

Gli atelier, gli eventi collaterali, la piazza
Dedicato al collezionismo fotografico sarà l'atelier condotto da Denis Curti mentre il collettivo TerraProject invita a realizzare un progetto multimediale a partire dall'esempio di Friendly Fire - Back to the Balkans. Infine Marco Vacca propone una riflessione sui mutamenti della nostra sensibilità espressiva al cospetto delle tecnologie digitali.
Tra gli eventi collaterali che accompagnano il SI Fest, la sezione Festival Off con le proposte di giovani autori e l'evento in divenire No Panic a cura di Chico De Luigi.
Come sempre la piazza avrà un ruolo centrale durante i giorni del Festival. Ad animarla saranno le letture portfolio con una novità: la lettura del libro fotografico da parte di esperti nel campo dell’editoria.
Sempre in piazza gli spazi dedicati alle librerie (HF Distribuzione, Vercelli - Obiettivo Libri, Milano MiCamera Milano) che, nelle giornate di venerdì, sabato e domenica, saranno aperte per la vendita di libri d’autore, cataloghi, libri fuori catalogo e di tecnica fotografica e per il booksigning degli autori presenti al Festival.

La Notte Bianca per la Fotografia 2011
Il ventennale del Si Fest non si farà mancare l'immancabile appuntamento con la Notte bianca per la fotografia (sabato 10 settembre 2011, centro storico) per vivere la città, il centro storico, i ristoranti e i locali per l'aperitivo serale. In Piazza Borghesi l'evento principale con il Tributo Europeo ai Pink Floyd a cura dei The Big One (h. 23,30). Anche le altre piazze cittadine ospiteranno eventi collaterali, i negozi e gli esercizi pubblici resteranno aperti fino a tarda notte. L'evento è a cura di Alessandro Arcangioloni e Gianmarco Casadei.

I Premi
Per la sezione Premi sono a disposizione il Premio Marco Pesaresi promosso da Savignano Immagini, Contrasto e Il Fanciullino di Isa Perazzini con il sostegno di Fnac (per partecipare alla selezione occorre presentare i lavori entro giovedì 8 settembre 2011). Al termine delle due giornate di visione lavori, sabato 10 e domenica 11 settembre, la commissione composta da lettori e rappresentanti del SI Fest selezionerà i fotografi per il Premio SI Fest/Portfolio 11, il Premio Fotogiornalistico Parallelozero/SI Fest dedicato al citizen journalism, il Premio “Open your books”/HF Distribuzione e il Premio MiCamera.

Fragile - Catalogo SI FEST#20 a cura di Stefania Rössl, Massimo Sordi, 176 pp.
Global Photography - Occupancy a cura di Stefania Rössl, Massimo Sordi, 80 pp.

Damiani Editore www.damianieditore.com