Salaborsa sotterranea

Bologna - 10/09/2011 : 10/09/2011

La Biblioteca Salaborsa inaugura Salaborsa sotterranea, il nuovo allestimento didattico degli scavi archeologici romani curato in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna e realizzato in occasione della prossima edizione di Artelibro.

Informazioni

Comunicato stampa

Sabato 10 settembre, alle ore 18, la Biblioteca Salaborsa inaugura Salaborsa sotterranea, il nuovo allestimento didattico degli scavi archeologici romani curato in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna e realizzato in occasione della prossima edizione di Artelibro, che quest’anno avrà appunto come tema l’archeologia: ARCHEOPOLIS. I 2200 anni di Bononia (22-25 settembre 2011).
Alla cerimonia interverrà Filippo Maria Gambari, Soprintendente per i Beni Archeologici dell'Emilia-Romagna



Il lavoro per il nuovo percorso è stato realizzato con il supporto di numerosi sostenitori: AIDDA - Associazione Donne Dirigenti d'Azienda, Associazione amici ed amiche dei portici di Bologna, Associazione Artelibro, Fidapa - Federazione Italiana Donne Arti Professioni Affari, Mig Brandinelli, Soroptimist International Club di Bologna, Zonta Club di Bologna.

Gli scavi archeologici di Salaborsa consentono di seguire un affascinante itinerario nel cuore della città, attraverso secoli di storia. Percorrendo il sentiero sotterraneo che si snoda sotto il grande pavimento di cristallo della Piazza coperta, è possibile riscoprire la Bononia romana, le fondamenta dell'antica basilica, le tracce del lastricato di epoca augustea, i resti della ricostruzione medievale, fino alla vasca cruciforme nell'antico Orto dei Semplici dedicata alla coltura delle piante acquatiche.
Il percorso didattico, realizzato da Renata Curina della Soprintendenza Beni Archeologici e da Roberto Ravaioli di Biblioteca Salaborsa, con la grafica dello studio Chialab, presenta queste testimonianze grazie ad un nuovo apparato di immagini e testi esplicativi, ripercorrendo gli eventi più importanti e curiosi, secondo una linea del tempo che dal II secolo a.C. giunge all'inaugurazione della Biblioteca 10 anni fa.

Si parte con una mappa della Bologna romana fondata 2.200 anni fa, un quadrilatero di circa 700 metri di lato con al centro i principali edifici pubblici come la Basilica Civile, le cui fondamenta sono visibili negli scavi. Si passa dal degrado di Bononia tra il VII e il IX secolo, alla ripresa dell'attività edilizia con la costruzione delle case torri nel medioevo; dal Viridarium, il giardino del Cardinal legato, all'Orto botanico voluto nel 1568 da Ulisse Aldrovandi e arricchito nel 1587 dalla grande cisterna del Terribilia.
Si giunge al secolo XIX con la costruzione tra 1883-1886 del padiglione in ghisa e vetro per la Borsa di Commercio, che conserva ancora l'originaria struttura a impianto basilicale con vasto corpo centrale illuminato da un lucernario.
In seguito, agli inizi degli anni Venti, la Cassa di Risparmio ottiene dal Comune l'uso dell'intera sala con i locali annessi per un periodo di 50 anni: il caveau è costruito nell'antica cisterna e durante i momenti di chiusura della banca le partite di pallacanestro occupano il vasto spazio centrale. Si arriva infine nel 1989 alla riqualificazione dell'edificio come luogo dedicato alla cultura, che condurrà al progetto della biblioteca multimediale e alla sua nascita nel 2001.

- Da martedì 13 fino a sabato 24 settembre, saranno organizzate visite guidate gratuite agli scavi, anche in lingua araba, francese, inglese e spagnola.
Per il calendario completo e le modalità di prenotazione: www.bibliotecasalaborsa.it ,
oppure telefonare allo 051 2194426, da lunedì a venerdì, ore 9 - 13.


- Fino al 15 ottobre gli scavi sono liberamente visitabili dalle dalle 10 alle 14 e dalle 15.30 alle 18.30, da martedì a sabato; poi riprenderà solo l'orario pomeridiano, dalle 15,30 alle 18,30.

La biblioteca ringrazia tutti coloro che con un generoso contributo hanno reso possibile la realizzazione di questo percorso didattico, offendo un prezioso aiuto a tutti i visitatori degli scavi archeologici.