Roberto Paci – Dalò Six Memos

Venezia - 31/05/2011 : 31/05/2011

Il capitolo n.2, dal titolo Le Stanze della Fiammiferaia, già introdotto a metà maggio dal Duo VestAndPage / Andrea Pagnes & Verena Stenke con la live performance Desired Constellation. A Matchstick for a Little, una rivisitazione di La Piccola Fiammiferaia di Hans Christian Anderson, è ambientato nei cortili segreti adiacenti ai Musei Civici di Palazzo Ducale dove s'innesca una nuova vita serale grazie ad un percorso cromatico-acustico in cui si muovono visitatori consapevoli ma anche passanti casuali.

Informazioni

Comunicato stampa

una storia di arte pubblica in dodici scenari
Venezia, Isole e Lagune, aprile / ottobre 2011


Roberto Paci Dalò
Six Memos

Le Stanze della Fiammiferaia _ Capitolo n

2
martedì 31 maggio a partire dalle ore 19.30, Cortili delle Procuratie Nuove,
ingresso Piazza San Marco 63


Con la presentazione di un nuovo lavoro sinestetico di Roberto Paci Dalò “ Contaminante - Il Pensiero che sarà “, una storia per immagini, raggiunge la metà del suo percorso : cinque sono le tappe espositive finora inaugurate tra cui il Parco San Giuliano con I Fiori delle Fate delle Acque di Uri De Beer, lo Spazio Thetis con Le Mille ed Una Favola tra l'Alba e il Tramonto di Alfredo Romano e Maurizio Elettrico, il Giardino del Bauer Palladio alla Giudecca con Il Giardino degli Gnomi di Gianni Macalli, Antonello Pelliccia e Paolo Roderi, il Boscolo dei Dogi con il Bestiarium di Caroline Barray, l'Isola della Certosa con Un Nido per Alda di Fiorella Bologna, Il Respiro del Mare di Giò Martorana e Campo Expandido 27 di Raymundo Sesma.

Il capitolo n.2, dal titolo Le Stanze della Fiammiferaia, già introdotto a metà maggio dal Duo VestAndPage / Andrea Pagnes & Verena Stenke con la live performance Desired Constellation. A Matchstick for a Little, una rivisitazione di La Piccola Fiammiferaia di Hans Christian Anderson, è ambientato nei cortili segreti adiacenti ai Musei Civici di Palazzo Ducale dove s'innesca una nuova vita serale grazie ad un percorso cromatico-acustico in cui si muovono visitatori consapevoli ma anche passanti casuali.

Roberto Paci Dalò, pioniere nell'utilizzo di tecnologie digitali, che focalizza il suo lavoro su suono e disegno , veste i prestigiosi cortili di luce, ispirandosi ad un testo di Italo Calvino dal titolo Six Memos for the Next Millenium. Le lezioni americane del 1985 hanno dato vita a questa installazione site-specific nei cortili raggiungibili dalla Procuratie Nuove in Piazza San Marco.










Le parole chiave del testo, tra cui leggerezza, rapidità, esattezza, visibilità, molteplicità, coerenza , funzionano da barra di navigazione, riferimento per l'esplorazione, la drammaturgia dei vari spazi è materiale di riflessione per il tipo di intervento in ciascun cortile. Il lavoro sulla luce viene accompagnato da un'installazione sonora, basata su materiali strumentali, elettroacustici e in parte
su materiali raccolti a Venezia attraverso derive in momenti diversi del giorno e della notte.

Su un piano diverso di conoscenza Contaminante tesse una trama parallela, citando un film del regista finlandese Aki Kaurismäki, del 1989, ambientato negli strati sociali meno fortunati di una fabbrica di fiammiferi, dove le tristi visioni di un'operaia non sanno di sogno, né di poesia. I sogni come le poesie sono brevi e fuggenti, non si fanno catturare, ma illuminano , anche solo per un attimo. Se la fiammiferaia avesse il coraggio di sognare, le sue stanze avrebbero accolto uno spettacolo onirico, come quello di Roberto Paci Dalò.

La presentazione di Six Memos al tramonto viene preceduta da un concerto di Musica Veneziana dal Quattrocento ai nostri giorni, eseguito da Antonella Merz e Renato Goattin. La manifestazione si ripropone per le serate dal 1 al 5 maggio, in concomitanza con l'anteprima della Mostra Internazionale la Biennale di Venezia, ospitando non solo reading di poesia contemporanea , ma anche una serie di live-performance e live-interview della brillante Radio Newyorkese ArtOnAir con il progetto Secret Courtyards.

L'evento complessivo si svolge in stretta collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia e con la Soprintendenza dei Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia e Lagune, con il patrocinio del Comune di Venezia, della Provincia di Venezia e del Polo Museale di Venezia. Il progetto è curato e coordinato scientificamente dal gruppo di progettisti TheSeven. La realizzazione dell'installazione di Roberto Paci Dalò, visitabile anche nella Notte Bianca di Venezia, è resa possibile grazie al supporto tecnico di MA. Elettroimpianti. Ha collaborato la Parrocchia San Giovanni Battista in Bragora, Settore Arte e Cultura. Cocktail e Dinner offerto da Vittorio Muolo, Masseria Torre Coccaro. Immagine coordinata di Studio Didot e Taob, Milano, con la partecipazione di IDV.

Contaminante – per il pensiero che sarà, ideato da Theseven, è un raro esempio per una collaborazione e una sinergia riuscita tra amministrazioni pubbliche, enti privati, sponsor locali, volontari di svariate provenienze, ed alcuni esperti tra architetti, curatori, critici e gli artisti stessi che in maniera unanime hanno voluto questo progetto, al costo di sacrifici personali per un unico obiettivo : manifestare l'integrità etica che ribadisce il ruolo dell'uomo, non solo dell'artista, quando difende i valori più grandi che sente determinanti per il presente.

Comunicazione Evento TheSeven Public Relations mail [email protected]
www.giardini.sm