Renato Javarone – (1894–1960)

Roma - 05/09/2011 : 15/09/2011

La straordinaria vicenda pittorica di Renato Javarone è raccontata in questa mostra da una serie di opere provenienti dalla collezione Javarone – Rizzi di Roma, che propongono al pubblico un excursus che parte dagli anni Trenta e approda alla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso, attraverso una rassegna inedita di paesaggi, ritratti e dipinti ispirati all’Uccelliera Borghese.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO VALENTINI
  • Indirizzo: Via Iv Novembre 119a - Roma - Lazio
  • Quando: dal 05/09/2011 - al 15/09/2011
  • Vernissage:
  • Curatori: Marzia Capannolo
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lun - Ven dalle 10.00 alle 19.00 / Sab dalle 10.00 alle 13.00/ Dom chiuso
  • Email: info@internoventidue.com

Comunicato stampa

RENATO JAVARONE

(1894 – 1960)

Pittore all’Uccelliera Borghese

Catalogo a cura di Marzia Capannolo

PALAZZO VALENTINI

Sala Egon Von Fürstenberg
Via IV Novembre 119,A

Inaugurazione lunedì 5 settembre 2011 ore 18.00

Lunedì 5 settembre p.v

alle ore 18.00 presso la sala Egon Von Fürstenberg di Palazzo Valentini in Roma, verrà

inaugurata la mostra RENATO JAVARONE (1894 – 1960) Pittore all’Uccelliera Borghese, retrospettiva promossa

dalla Presidenza del Consiglio Provinciale di Roma, dedicata a Renato Javarone, artista nato a Gioia del Colle nel

1894 e morto a Roma nel 1960, dopo oltre trentacinque anni vissuti nel Casino barocco dell’Uccelliera Borghese.

La straordinaria vicenda pittorica di Renato Javarone è raccontata in questa mostra da una serie di opere provenienti

dalla collezione Javarone – Rizzi di Roma, che propongono al pubblico un excursus che parte dagli anni Trenta e

approda alla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso, attraverso una rassegna inedita di paesaggi, ritratti e dipinti

ispirati all’Uccelliera Borghese. Tali opere raccontano la costante e intensa ricerca dell’artista incentrata sul tema

della luce e sull’indagine espressiva dei soggetti ripresi, che non si ferma alla psicologia del personaggio, bensì

indaga con acuta penetrazione le possibilità “altre” che si nascondono oltre il veduto, restituendo al gesto pittorico una

significazione spirituale che si manifesta con una profonda e suggestiva intensità espressiva.

Fin dalla prima giovinezza Renato Javarone è spinto alla pittura da un incontenibile pulsione che lo porta ad esplorare

e ad indagare nei colori il senso della luce che rischiara e accende i paesaggi delle terre del sud. Quando dal 1925

ottiene in concessione il Casino dell’Uccelliera Borghese per l’allestimento del suo atelier, Javarone porta la sua

ricerca luministica e la sua meridionalità solare verso una dimensione di leggenda e mito, lontana da ogni vena

espressiva ornamentale, accostandosi al nodo più europeo dell’arte novecentesca, il nodo espressionista-fauve, che

a Roma darà inizio alla Scuola Romana. Renato Javarone morirà all’Uccelliera Borghese nel 1960 lasciando oltre

seicento opere ai propri famigliari, parte delle quali trova in questa mostra una preziosa occasione di riscoperta e

Negli ultimi anni la figura di Renato Javarone è oggetto di una importante e opportuna rivalutazione storico-critica

che ha già segnato rilevanti risultati quali l’intitolazione all’artista della sala centrale della Pinacoteca Comunale di

Gioia del Colle, ove è possibile ammirare venticinque opere donate dalla famiglia Javarone - Rizzi. Tra i suoi dipinti

presenti in collezioni museali, va ricordata un Paesaggio di Capri acquistato dalla Pinacoteca Provinciale di Bari

nella seconda metà degli anni Venti e recentemente riesposto al pubblico, e due Vedute di Roma nella collezione di

Palazzo Barberini in Roma acquistate nel 1932, ovvero Roma Via della Sapienza e Piazza Madama.

Martedì 6 settembre 2011 alle ore 11.00 presso la Sala della Pace di Palazzo Valentini verrà presentato il catalogo

monografico RENATO JAVARONE (1894 – 1960) Pittore all’Uccelliera Borghese tra classicismo e modernità - a cura

Interverranno: Giuseppina Maturani Presidente del Consiglio Provinciale di Roma; Giuseppe Battaglia Presidente della
Commissione Cultura della Provincia di Roma; Piero Longo Sindaco di Gioia del Colle e Presidente del Consiglio Provinciale
di Bari; Cecilia D’Elia Assessore alla Cultura della Provincia di Roma; Marzia Capannolo Storico dell’arte; Rocco Fasano
Storico; Francesco Maria Giro Sottosegretario ai Beni e alle Attività Culturali