Rec-Out / Di mano in mano

Firenze - 23/03/2018 : 23/03/2018

Serata spettacolo organizzata dagli studenti del master in Management degli Eventi dello Spettacolo di Palazzo Spinelli, presso il Vecchio Conventino in via Giano della Bella 20/1.

Informazioni

Comunicato stampa

REC-OUT & DI MANO IN MANO,
Dall’intervista alla performance, l’Artigianato va in scena!
Venerdì 23 marzo 2018
Vecchio Conventino, Firenze
Ore 19.30
Venerdì 23 marzo 2018 alle ore 19.30 è in programma la serata spettacolo organizzata dagli studenti del master in Management degli Eventi dello Spettacolo di Palazzo Spinelli, presso il Vecchio Conventino in via Giano della Bella 20/1


Si aprirà con la performance teatrale itinerante Di mano in mano, la serata di venerdì 23 marzo 2018 presso il Vecchio Conventino in via Giano della Bella 20/1 a Firenze organizzata all’interno della cornice “CreOut – l’arte di creare fuori contesto”. Una vera e propria visita performativa ideata e interpretata dall’attrice Irene Barbugli che accompagnerà gli ospiti nelle botteghe artigiane con sede al Conventino alla scoperta dei caratteri e delle personalità di quattro artigiani: Giovanni Erbabianca, eco-designer; Alfonso Laudato, creatore di calzature; Mireille Valentin, artista del mosaico fiorentino; Lorenzo Galgani, vetraio.
La performance si ispira a Rec-Out, il video-documentario realizzato dagli allievi del master in Management degli Eventi dello Spettacolo di Palazzo Spinelli, che verrà proiettato in anteprima durante la serata dalle ore 19.30. Il documentario indaga il rapporto tra i quattro artigiani e il loro lavoro, analizzando tutti i legami che li uniscono alla materia utilizzata e al contesto in cui operano.
Seguirà, alle 21.30, il concerto in acustico de I Citofoni, un gruppo fiorentino che propone un repertorio swing, jazz e blues offrendo brani italiani e francesi degli anni Cinquanta e Sessanta. Caratteristica del gruppo è l’utilizzo del “bidofono”, uno strumento risalente al periodo della depressione americana e realizzato utilizzando un bidone in latta, un manico di scopa e un filo per stendere i panni. Durante la serata sarà possibile gustare l’aperitivo fornito da Caffè Notte ed immergersi nell’esposizione delle fotografie vincitrici del contest Altri Contesti che ha accompagnato la realizzazione dell’evento, dove i partecipanti si sono cimentati in scatti di oggetti fuori contesto. Le fotografie in concorso sono già visionabili su Instagram, alla pagina CreOutContest.
CreOut dà voce al pensiero creativo degli artisti e degli artigiani e pone l’accento su come essi possano dare nuova vita ai materiali con cui realizzano le loro opere. CreOut desidera rendere omaggio a tutti quegli artisti che creano fuori contesto, sperimentando oggetti dalle soluzioni originali, impegnandosi a valorizzazione le diverse attività artigianali, lo spettacolo dal vivo e le attività ad esso connesse sul territorio. L’evento si muove nell’ambito dell’eco-sostenibilità focalizzandosi sul concetto di riciclo, dove l’inutilità diviene nuova opportunità. Questi temi trovano riscontro nella location, Artex- Centro per l’Artigianato Artistico e Tradizionale della Toscana fucina creativa degli artigiani, e nel gruppo musicale che si accompagna con il bidofono, originale strumento da loro ideato.
“Un’iniziativa promossa dagli studenti del master in Organizzazione di eventi dell’Istituto per l’arte e il restauro di Palazzo Spinelli – ha detto l’assessore Del Re alla conferenza stampa tenutasi a Palazzo Vecchio – che hanno scelto di valorizzare una delle nostre arti di eccellenza, cioè l’artigianato. Siamo felici gli organizzatori abbiano scelto il Conventino per l’evento conclusivo e che abbiano puntato sul tema del riuso. Un tema importante – ha proseguito l’assessore - che dà spazio alla creatività e agli aspetti sociali dell’economia circolare e del riutilizzo dei materiali. Per questo, abbiamo deciso di inserirlo anche nel nuovo regolamento del commercio su area pubblica prevedendo, tra le altre cose, anche un’offerta dedicata a materiali di riuso”.
“Un progetto pensato e realizzato da ragazzi che vengono da fuori Firenze - ha detto il consigliere Guccione - che sono stati in grado di cogliere aspetti importanti per raccontare la città. Un’iniziativa interdisciplinare che mette insieme artigianato, ecosostenibilità e spettacolo dal vivo, tre fattori in grado di spiegare al meglio Firenze. Con in più l’aspetto del crowdfunding, sempre più importante come forma di sostegno a progetti innovativi”.
La realizzazione dell’evento è stata supportata da molte persone che hanno donato un contributo tramite la piattaforma di crowdfunding Eppela. La campagna sarà attiva fino al 21 marzo ed è ancora possibile contribuire all'indirizzo http://bit.ly/2GnBmnD. Tra i reward l’aperitivo offerto durante la serata dell’evento, gli ingressi omaggio al Salone del Restauro in programma a Firenze dal 16 al 18 maggio e un corso estivo a scelta nell’offerta formativa di Palazzo Spinelli.
La serata è promossa da Palazzo Spinelli Istituto per l’arte e il restauro, con il patrocinio del Comune di Firenze e della Città Metropolitana di Firenze, con la collaborazione di Artex, FUL Magazine, GreenApes, Lory Digital Fine Art, NovaRadio, Salone dell’Arte e del Restauro, StreetBook Magazine e Street Level Gallery.
CreOut è stato realizzato grazie al sostegno della trattoria 4 Leoni, del ristorante Il Magazzino, dell’agriturismo Podere La Capacciola, della trattoria Mamma Gina, del ristorante Alla Vecchia Bettola, di Volume, dell’Istituto Cavour Pacinotti, del negozio Momo Vintage e dell’agenzia Personal4You.

Programma della serata:
19.30
Aperitivo*
*Con contributo di 5€
20.00
Di mano in mano
Visita performativa della botteghe artigiane con l’attrice Irene Barbugli di cui è necessaria la prenotazione al seguente indirizzo http://bit.ly/2FtVmb7 .
21.30
I Citofoni
Concerto in acustico di swing, jazz e blues.
_______________________________
Le attività collaterali
Altri Contesti
Mostra fotografica degli scatti vincitori del contest.
Rec-Out
Videointerviste in cui gli artigiani si raccontano e presentano la propria arte.
Vi aspettiamo venerdì 23 marzo dalle ore 19.30 presso il Vecchio Conventino in via Giano della Bella 20/1 Firenze.