Raymond Hains

Livorno - 03/09/2011 : 05/10/2011

La mostra livornese vuol essere un succinto e doveroso Hommage, all'artista a sei anni dalla scomparsa. Nel catalogo, Edizioni Peccolo, introduzione di Sandro Ricaldone che riassume le tappe salienti dell'artista e un breve scritto di Villeglé in memoria dell'amico.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA PECCOLO
  • Indirizzo: Piazza Della Repubblica 12 - Livorno - Toscana
  • Quando: dal 03/09/2011 - al 05/10/2011
  • Vernissage: 03/09/2011
  • Autori: Raymond Hains
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: tutti i giorni ore: 10-13 / 16-20 festivi e lunedì mattina chiuso.

Comunicato stampa

mostra omaggio a

RAYMOND HAINS "décollages"



RAYMOND HAINS

era nato nel 1926 a Saint-Brieuc in Bretagna

è morto a Parigi nel 2005. Tra il 1964 e 1971

ha vissuto saltuariamente in Italia.

HAINS è stato uno tra i fondatori del gruppo

dei Nouveau Realisme riunito a Parigi nel 1960

dal critico francese Pierre Restany



Maestro nel décollage insieme con Dufréne,Villeglé e

il nostro Rotella, come sono stati celebrati nella mostra

tenutasi nel 2005 al Palazzo delle Stelline di Milano:

"Gli Affichisti tra Milano e la Bretagna".

HAINS, poeta dello sguardo ironico e sarcastico, si appropriava

e riproponeva, all'attenzione del mondo dell'arte, manifesti consunti,

palizzate di legno, o lastre per affissioni di metallo arrugginite e

ricoperte dai brandelli dei manifesti, con sgraffi, scritte, strappi,

dai colori slavati e le immagini alterate.

Tali "oggetti artistici" portatori di un'altra realtà, così come trovati,

Hains li esponeva nelle Gallerie e nei Musei di tutto il mondo:

Pelli strappate dai muri della città, ma anche sostegni di poesie

sorte dalla casualità del quotidiano e sgorgate artificiosamente nelle

strade della metropoli.

La mostra livornese vuol essere un succinto e doveroso

Hommage, all'artista a sei anni dalla scomparsa.

Nel catalogo, Edizioni Peccolo, introduzione di Sandro Ricaldone

che riassume le tappe salienti dell'artista e un breve scritto di Villeglé

in memoria dell'amico.