Ramzi Harrabi – Uprising

Siracusa - 16/07/2011 : 26/07/2011

La mostra è un omaggio alla rivoluzione Tunisina. In un composito sistema di installazioni, l’artista si è avvalso di veri reperti, recuperati sugli scenari dei fatti. Egli utilizza gli oggetti che sono stati autentici testimoni di una storia per certi versi scomoda e fastidiosa per l’omologata società occidentale.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA ROMA
  • Indirizzo: Via Della Maestranza 110 - Siracusa - Sicilia
  • Quando: dal 16/07/2011 - al 26/07/2011
  • Vernissage: 16/07/2011 ore 18.30
  • Autori: Ramzi Harrabi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì alla domenica 17-20,30

Comunicato stampa

UPRISING – RAMZI HARRABI

LA PRIMAVERA ARABA

Sabato 16 luglio prossimo alle ore 18,30, Galleria Roma propone una mostra-performance dell’artista tunisino Ramzi Harrabi, già noto al pubblico della Galleria per le sue molteplici doti artistiche, rivolte anche ad avvicinare il pubblico occidentale a quel mondo arabo così vicino geograficamente alla nostra isola ed allo stesso tempo così distante

L’artista, pur essendo un autodidatta, come egli stesso tiene a precisare, è riuscito ugualmente a maturare le sue esperienze attraverso un profondo lavoro personale di conoscenze condivise negli ambienti dell’arte, delle accademie, degli artisti e delle gallerie, riuscendo in tal modo a perfezionare la sua percezione creativa del mondo, alla ricerca di una continua conferma del suo pubblico che puntualmente risponde con entusiasmo.
Geniale e estroverso Ramzi Harrabi è sempre capace di trasformare tutti i suoi pensieri in gesto creativo, con l’impegno costante di non dimenticare mai quel necessario dialogo culturale ipregnato di uguaglianza e solidarietà tra popoli in cui la primavera araba, alla quale tutto il mondo ha assistito e continua ad assistere, costituisce l’esempio tangibile di una svolta epocale sin’ora mai avvenuta. Ramzi Harrabi è un’artista che non lesina parole per spiegare a noi italiani ed europei il suo punto di vista sulla nuova stagione del mondo arabo, così come non lesina creatività e dialogo culturale nella sua mostra che verrà inaugurata sabato prossimo. Una performance artistica dedicata al suo popolo che è stato capace di ribellarsi all’ingiustizia di una dittatura e che ha saputo dire no alla dittatura di Ben Ali e del suo clan.
La mostra di Ramzi intitolata UPRISING è un omaggio alla rivoluzione Tunisina. In un composito sistema di installazioni, l’artista si è avvalso di veri reperti, recuperati sugli scenari dei fatti. Egli utilizza gli oggetti che sono stati autentici testimoni di una storia per certi versi scomoda e fastidiosa per l'omologata società occidentale. Le scarpe scagliate contro l’oppressore, raccolte negli istanti della protesta e ridipinte con il rosso della rivoluzione. Fotografie, documenti amorosamente recuperati sul palcoscenico del cambiamento, come pure i resti di barche naufragate, raccolti sulle coste siciliane, al di qua dell’Africa, pietosamente e orgogliosamente restituiti alla dignità del loro significato umano, difficilmente comprensibile da una società, la nostra, a cui è stata inculcata la diffidenza e la paura di accogliere altri esseri umani colpevoli solo di essere nati in un posto diverso.

Ospite della mostra, durante l’inaugurazione, una testimonial del mondo dell’alta moda, Miss Cile Cook, una modella americana già nota al pubblico delle sfilate per aver indossato Cavalli e Chanel.
Giovedì 21 luglio, per i consueti incontri settimanali di Galleria Roma, lo stesso artista Ramzi Harrabi approfondirà il tema del dopo-rivoluzione insieme ad altri ospiti, sempre alle ore 18,30.