Raffaele Panella – Architetture per la città

Venezia - 15/09/2011 : 30/09/2011

Lo IUAV presenta all’interno dello spazio Gino Valle la mostra monografica dedicata alla figura e all’opera di Raffaele Panella, ricercatore e docente fino al 1983 presso lo stesso ateneo, poi trasferitosi a Roma fino alla conclusione della sua carriera accademica: una figura significativa all’interno della vicenda architettonica italiana degli ultimi cinquant’anni.

Informazioni

Comunicato stampa

Lo IUAV presenta all’interno dello spazio Gino Valle la mostra monografica dedicata alla figura e all’opera di Raffaele Panella, ricercatore e docente fino al 1983 presso lo stesso ateneo, poi trasferitosi a Roma fino alla conclusione della sua carriera accademica: una figura significativa all’interno della vicenda architettonica italiana degli ultimi cinquant’anni.

La mostra è un’idea nata all’interno del Festival dell’Architettura, già allestita all’interno del Palazzo della Pilotta di Parma nel corso della edizione 2010 in una prima versione particolarmente rivolta ai progetti emiliani, non priva tuttavia di un quadro più generale rappresentato da alcune importanti architetture realizzate


La mostra di Venezia riprende quella di Parma estendendo il campo alle grandi ricerche di progettazione condotte prima presso l’IUAV, poi a Roma presso la Facoltà di Architettura della Sapienza, ma soprattutto offrendo un quadro dell’intreccio tra sviluppo del pensiero teorico, ricerche universitarie, architetture per le città, progetti di parti e pezzi di città, su cui si costruisce l’identità dell’autore, che anche per questa evidente complessità sfugge a ogni categorizzazione di maniera.

L’estensione temporale del racconto, gli ultimi cinquant’anni, fornisce anche materiale di riflessione sul ruolo che ha giocato l’architettura nella costruzione della città nella seconda metà del Novecento, sul ruolo assegnato dalla società all’Università, sul rapporto tra Urbanistica e Architettura, molto stretto all’inizio di questa avventura, infine, sull’”impegno” che gli intellettuali italiani hanno inteso spendere per una città/società più giusta.

La mostra si articola in quattro sezioni. La prima sviluppa il racconto dell’esperienza architettonica cinquantennale dell’autore in due grandi pannelli. La seconda riguarda una retrospettiva critica di architetture realizzate tra gli anni settanta ed oggi. La terza racconta la nuova sede dell’università di Bologna al Navile, il più importante dei suoi progetti, in corso di realizzazione e altri progetti emiliani, dove sono messi in luce gli aspetti più legati alla comunità e al territorio. La quarta e ultima sezione comprende cinque ricerche di progettazione prevalentemente condotte nell’Università o per grandi occasioni espositive - come la Triennale di Milano - e una raccolta di materiali originali attinenti la produzione scientifica, le iniziative condotte sia presso l’Università che alte istituzioni, la pubblicistica dell’autore. Saranno esposti inoltre due video realizzati in collaborazione con Rosario Marrocco e alcuni plastici di opere dell’autore.
Ad accompagnare la mostra sarà il catalogo realizzato da Festivalarchitettura Edizioni che racconta l’importante esperienza dell’autore alla luce dei più recenti progetti emiliani.

L’inaugurazione si terrà il giorno giovedì 15 settembre alle ore 17 alla presenza dell’autore, mentre il giorno lunedì 26 settembre dalle ore 15 si terrà presso l’Auditorium del cotonificio una tavola rotonda per presentare e discutere insieme ad alcune delle più importanti voci della critica architettonica italiana la figura di Raffaele Panella e i suoi progetti. A questa giornata di ricerca e confronto diretto con l’autore parteciperanno Amerigo Restucci, rettore dell’Università IUAV di Venezia e professore di Storia dell’architettura, Renato Bocchi, professore di Composizione architettonica e urbana presso l’Università IUAV di Venezia, Marco De Michelis, professore di Storia dell’architettura presso l’Università IUAV di Venezia, Carlo Magnani, coordinatore del Dottorato in Composizione architettonica dell’Università IUAV di Venezia e professore di Composizione architettonica e urbana, Carlo Quintelli, professore di Composizione architettonica e urbana presso l’Università degli Studi di Parma, Piero Ostilio Rossi, direttore del Dipartimento di Architettura e Progetto, Sapienza - Università di Roma e professore di Composizione architettonica e urbana.