Porte d’Artista 2011

Positano - 22/07/2011 : 24/07/2011

Nocella diventa un museo a cielo aperto grazie alla manifestazione, giunta alla sua seconda edizione, che ha coinvolto un gruppo di artisti ispirati da due simboli della letteratura del nostro tempo: Alda Merini e Pier Paolo Pasolini.

Informazioni

  • Luogo: BORGO DI NOCELLE
  • Indirizzo: piazza Santa Croce Positano (SA) - Positano - Campania
  • Quando: dal 22/07/2011 - al 24/07/2011
  • Vernissage: 22/07/2011
  • Generi: arte contemporanea, collettiva
  • Orari: dalle ore 21 alle ore 24
  • Biglietti: ingresso libero

Comunicato stampa

L’incantevole borgo di Nocelle (piazza Santa Croce), a Positano, sarà protagonista della rassegna culturale “Porte d’Artista 2011” a partire da questo fine settimana 22-23-24 luglio e per riprendere, poi, il 29-30-31 luglio e il 5-6-7 agosto. L’evento è stato organizzato dall’associazione A.D.I.N. di cui è presidente Aniello Cinque, ideatore e direttore artistico della manifestazione il quale spiega “se il primo anno abbiamo voluto puntare sulla diversità, stavolta il “porte d’artista” ha come sottotitolo il “contrasto”, un incontro di voci, provenienti da mondi e culture diverse, la realtà rurale del luogo che incontra quella dello “straniero”

Sono contrasti in ascolto l’uno dell’altro, l’uno che si apre all’altro. In questo mondo visionario ho scelto due personaggi, che appunto con il “contrasto” hanno avuto molto a che fare, e cioè Alda Merini e Pier Paolo Pasolini”.

“Nocelle, dunque, - aggiunge il curatore della mostra, lo storico d’arte Mario Quadraroli - diventa un museo a cielo aperto della Costiera grazie a questa manifestazione che giunge alla sua seconda edizione. Gli artisti coinvolti (Clara Bartolini, Donatella Baruzzi, Lorenzo Maria Bottari, Mario Carotenuto, Maria Jannelli, Gruppo Laloba, Danilo Maestosi, Marina Pane, Natale Pascale, Tiziana Priori, Mimmo Rotella) si ispirano proprio a questi due simboli della letteratura del nostro tempo. Entrambi rappresentano una sorta di umanità antica e vivace, allo stesso tempo sacra e profana, giocosa e tragica, utile anche per comprendere meglio il presente. Il percorso sarà aperto dal romano Danilo Maestosi con due colonne di un possibile portale sorretto, in senso metaforico, da Pasolini e dalla Merini. Si susseguiranno, poi, tra gli altri, Mario Carotenuto con un ritratto a Pasolini realizzato nel '79 come studio per la grande opera “Notturno” e il giovane salernitano Natale Pascale in viaggio con Pasolini sull’espresso 830 SA – MI.

Il palermitano Lorenzo Maria Bottari, invece, ci racconta di una sua personale amicizia con la Merini, mentre il gruppo Laloba (le napoletane Anna Crescenzi e Renata Petti) cresciuto alla scuola di Arte e Natura, propone un’installazione site specific in pieno stile pasoliniano e, in chiave antropologica, ci fanno riflettere sul luogo. Unica artista di Positano presente è Marina Pane, a cui aspetta il compito di rappresentare la tradizione di alto confronto, di ricerca e sperimentazione, che il luogo ha sempre avuto nei confronti dell'arte nazionale e non solo”.

“Con questo progetto – spiega il sindaco Michele De Lucia - si vuole proporre un’idea originale, che ben si confà all’incantevole scenario naturale del borgo di Nocelle. Lo scopo è contrapporre linguaggi diversi tra loro, la realtà rurale del luogo e la contemporaneità, l’arte visiva con la parola e i suoni. Nocelle, infatti, è un luogo magico, isolato, silenzioso i cui vicoli, le pietre delle macere, le porte silenziose, gli archi, la pomice e la calce, saranno lo scenario naturale nel quale viaggeranno contrastanti sensazioni. Accanto ad artisti di grande valenza scelti accuratamente, quest’anno saranno ricordati, appunto, Alda Merini e Pierpaolo Pasolini, poiché le loro opere hanno segnato profondamente la nostra storia. Una scelta che ben si colloca nel contesto del progetto, poiché questi due scrittori si muovono “ai margini“, in “contrasto“ con le convenzioni sociali”.