Il gruppo è composto da 15 giovani artisti provenienti dall’underground pugliese, con un background interessante grazie alle partnership nazionali e internazionali a cui hanno partecipato, confrontandosi con il segreto e suggestivo mondo dei graffitisti.

Informazioni

Comunicato stampa

Ricco ed eterogeneo il calendario della Primo Piano LivinGallery di Lecce che dedica alla POP CULTURE e che quest’anno festeggia la IV edizione. Dal fumetto all’illustrazione, dalla video animazione alle installazioni, dalla street art ai graffiti urbani, dai video alle performances.
POP REVOLUTION è una mostra-spettacolo che coinvolge tutti i sensi e che dal 26 giugno al 14 luglio si aprirà a diversi orizzonti visivi, musicali, performativi.
Curata come sempre da Dores Sacquegna e che si avvale della collaborazione di Chekos’Art (fondatore assieme a StencilNoire e Mr.P del movimento artistico STREET ART SOUTH ITALY) per l’intervento di street art


Il gruppo è composto da 15 giovani artisti provenienti dall’underground pugliese, con un background interessante grazie alle partnership nazionali e internazionali a cui hanno partecipato, confrontandosi con il segreto e suggestivo mondo dei graffitisti.
Si parte con la PERFORMANCE degli Street Art South Italy (alla sua 2 edizione in galleria)con una serie di linguaggi trasversali che caratterizzano l’arte di strada (dagli spray agli stencil, alla pittura) con un coinvolgimento visivo e tattile da non perdere.
SELEZIONE VITAMINA D - Opere di illustrazione, fumetto e street art di: Stefan Havadi-Nagy (Germany), Novemto Komo (Uk), Rodrigo Mafra Tribadalli (Brasile), Jingchen Ni (Cina), Katja Annette Witt (Germany), Dena Haden (Usa), Betty Sargeant (Australia), Brian Allen (Usa), Nobuko Otake (Irlanda), Beulah Bujan (Spagna), Alayne Abrahams (Usa), Susanna Serrander (Svezia), Josef Kristofoletti (Usa), Silje Jensen (Norvegia), Pierre-Paul Pariseau (Canada), Angelo Patera (Italy), Anders Sunna (Svezia).
SELEZIONE EYE OF THE STORM - Una interessante rassegna pop di video artisti e filmaker internazionali per conoscere il cyber world del leggendario Jimmy Joe Roche (Usa), o le danze tribali nei video di Rut Karin Zettergren (Svezia), ed ancora l’occhio del ciclone con Margaret Mc Hugh (Australia), Isidora Ficovic (Serbia), e tanti ospiti eccellenti che con le loro performance animeranno tutta la rassegna che conclude la stagione estiva della galleria.
Un finale da non perdere per restare ancora una volta con il fiato sospeso, tra musica, danza, spettacolo con i Double Vision (Usa) e con i tableaux vivants di Yoni Goldstein & Meredith Zielke (Usa).

*LIVE SHOW
Martedì 12 Luglio dalle ore 20
DOUBLE VISION presentano
“Veritable Vicissitudes”
Uno spettacolo composto da 5 performer che attraversano un labirinto di veli nei quali viaggiano nel tempo alla ricerca ciascuno del proprio destino. Suoni dal vivo e proiezioni video saranno l’eco che attraversa il labirinto, creando sovrapposizioni di luce e di ombre in movimento.
DOUBLE VISION è un intermediale gruppo di 5 performer che creano performance sperimentali con la danza, la musica e i video, rappresentando il mutevole paesaggio della cultura contemporanea. Fondato da Sean Clute e Pauline Jennings, la compagnia si è distinta a livello internazionale, presentando spettacoli al San Francisco Museum of Modern Art, Yerba Buena Center for the Arts, Macworld Artists Salons, e la Merce Cunningham Studio,NY, MuseumsQuartier Wien Pécsi Tudományegyetem Művészeti Kar (PEC), Institut Intermédií (Praga), e CST Istituto per la Computer Music e Sound Technology + Tanz Akademie di Zurigo.
Questa estate, la compagnia ha un tour di 6 settimane in Europa tra cui le performances presso lo Ionion Center for the Arts and Culture (Greece), ProARTS International Choreography Festival (Brno), Moving House Foundation /Florian Workshop (Budapest), and OZU (Italy). Nell'autunno del 2011, saranno protagonisti del Festival DUMBO Wave Rising, a New York City.
http://www.double-vision.biz

Giovedì 14 Luglio dalle ore 20
YONI GOLDSTEIN & MEREDITH ZIELKE presentano
“The Jettisoned”
Una performance-tableaux vivants dove i protagonisti Yoni Goldstein (filmaker, regista e produttore israeliano, residente a Chicago) e Meredith Zielke (Vincitrice all’Oscar di Film Indipendenti e performer americana) presentano una cartografia sull’identità, nelle sfaccettate interpretazioni della collettività, attraverso anacronistici gesti epici, riti cripto-giudaici, spazi interstiziali, con un approccio filmico alla tradizione pittorica dei quadri. I tableaux vivants, o quadri viventi, prendono forma con costumi e scenografie realizzate a Chicago, Varsavia e Città del Messico dove i protagonisti hanno presentato le loro ultime produzioni.
http://standingpoint.org/?cat=4 www.thejettisonedproject.com