Peter Mohall – Astonishing Alterations for the Anterograde Amnesic

Torino - 22/02/2018 : 22/03/2018

Astonishing Alterations for the Anterograde Amnesic, la mostra di Peter Mohall con nuovi dipinti e sculture delle sue serie in corso.

Informazioni

  • Luogo: LUCE GALLERY
  • Indirizzo: Largo Montebello 40 - Torino - Piemonte
  • Quando: dal 22/02/2018 - al 22/03/2018
  • Vernissage: 22/02/2018 ore 18.30
  • Autori: Peter Mohall
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: dal martedì al venerdì 15.30 – 19.30
  • Uffici stampa: EMANUELA BERNASCONE

Comunicato stampa

Luce Gallery inaugura il 22 febbraio alle 18.30 Astonishing Alterations for the Anterograde Amnesic, la mostra di Peter Mohall con nuovi dipinti e sculture delle sue serie in corso. La serie di dipinti Brushstrokes, in cui le composizioni sono realizzate attraverso una pluralità di pennellate identiche, è una ricerca delle conseguenze estetiche della ripetizione. Recentemente, la serie si è evoluta includendo anche pennellate non identiche, ma quasi. Quindi le stesse pennellate, diverse per forma e lunghezza, sono un riferimento alla pittura digitale, in cui si può controllare il gesto, ma ci si limita a un gruppo ristretto di strumenti



La serie Flat Gradient Painting è costituita da circa 10-12 sottili strati di pittura. Ogni strato è dipinto accuratamente ad olio, levigato su una superficie piana con gradazioni morbide senza segni di pennello visibili, sulla quale Mohall dipinge dipinta alternativamente con pennellate gestuali di cera fusa e nuovi strati di olio. Alla fine la cera viene sciolta di nuovo e rimossa. Metti la cera, togli la cera. Gli strati sottostanti diventano visibili attraverso forme di pennellate gestuali. Nell'era dell'immagine digitale, dipingere cancellando è un approccio comune in Photoshop; rendere visibili i livelli cancellando lo strato sovrastante. Questa serie traduce il metodo di lavoro digitale nel tradizionale mezzo analogico della pittura ad olio. Da vicino, la consapevolezza dell'artigianalità è lampante allo spettatore: nel primo strato di olio è possibile vedere la trama della tela di cotone, che è sbiadita e scomparsa negli strati superiori. Intorno ai bordi delle pennellate si intravedono anche lo spessore dato dall’accumulo di strati che circondano la pennellata.

La serie di sculture Ab-x incorpora i dispositivi di allenamento addominali "Ab-rollers", che si vendono in TV. Questi vengono alterati dall'essere assemblati nel modo sbagliato e, nella maggior parte dei casi, in una fusione di più parti. Il titolo "Ab-x" suggerisce un marchio fittizio e accattivante per i dispositivi di allenamento addominale e anche un riferimento all'espressionismo astratto. La forma è progettata per adattarsi e supportare il movimento naturale del corpo, e c'è un parallellismo nella forma della struttura in acciaio che ricorda il linguaggio gestuale delle pennellate nella pittura astratta, il pennello come un'estensione del braccio. Entrambi i gesti sono fissi e limitati alla relazione del corpo umano. Pur affrontando la pittura in una forma scultorea, la serie commenta anche lo stile di vita moderno con l'ideale del corpo, l'auto-miglioramento e lo shopping in TV come un fenomeno.

......................................................



Luce Gallery presents Astonishing Alterations for the Anterograde Amnesic with Peter Mohall's new paintings and sculptures from his ongoing series.The Brushstrokes painting series where the compositions are made through a plurality of identically molded brushstrokes, is an examination of the aesthetic consequences of repetition. Recently, the series have evolved into included not only multiplied identical brushstrokes, but also, almost identical. Videlicet the same brushstrokes but different in form and length, a reference to digital painting, where you control the gesture, but are limited to a constant group of brushtools.

The Flat Gradient Painting series, is build up by around 10-12 thin layers of paint. Each layer is painstakingly painted in oil, smoothed out to a flat surface with soft gradations without visible brush marks, over painted alternately with gestural brushwork of melted wax and new layers of oil. Finally the wax is melted again and peeled of. Wax on, wax off. The underlying layers become visible through forms of gestural brushstrokes. In the age of digital imaging, painting by erasing is a common approach in photoshop; making layers visible by erasing on the overlying layer. This series translate the digital working method to the traditional analogue medium of oil painting. Close up, the awareness of craftsmanship is exposed to the viewer. In he first layer of oil you can see the texture of the cotton canvas, which has fade and disappeared at the top layers. Around the edges of the brushstrokes you can also see the build-up walls of layers surrounding the brushstroke.

The sculpture series Ab-x, incorporates the abdominal training devices “Ab-rollers”, known from TV-shopping. These are being altered by being assembled in the wrong way and, in most cases, a merge of several pieces.The title “Ab-x” suggests a fictive catchy trademark for abdominal training devices and also a reference to abstract expressionism. The form is designed to fit and support the natural movement of the body, and there is a conceivable parallel in the shape of the steel structure to the gestural language of the brushstrokes in abstract painting, the paintbrush as an extension of the arm. Both gestures are fixed and limited to the relation of the human body.Though addressing painting in a sculptural form the series also comment on modern lifestyle with body ideal, self-improvement and TV shopping as a phenomena.