Per Nuovi Viaggi

Cervia - 02/07/2011 : 15/07/2011

Entrambi gli artisti sono andati oltre lo stereotipo dell’oggetto ceramico arrivando alla creazione di vere e proprie installazioni. Una contemporaneità artistica che costruisce un percorso intellettuale dando nuovi significati a questa antica forma d’Arte che consolida terra e pigmenti col fuoco

Informazioni

Comunicato stampa

“Per Nuovi Viaggi” sono le ultime riflessioni che due Artisti della ceramica
contemporanea come Fiorenza Pancino e Guido Mariani interpretano attraverso l’ironia
delle forme e dei concetti.
Entrambi sono andati oltre lo stereotipo dell’oggetto ceramico arrivando alla creazione
di vere e proprie installazioni. Una contemporaneità artistica che costruisce un percorso
intellettuale dando nuovi significati a questa antica forma d’Arte che consolida terra e
pigmenti col fuoco



Fiorenza Pancino da anni porta avanti, una originale e personalissima ricerca, che la rende

una delle figure più interessanti del panorama della ceramica contemporanea, come, anche
recentemente ha confermato lo storico dell'Arte Emanuele Gaudenzi, che le ha dedicato ampio
spazio all'interno del terzo volume sulla ceramica artistica del Novecento Italiano.

Opere suggestive, fortemente evocative: immagini che riportano sovente al mondo dell'infanzia
fatto di particolari, di frammenti di quotidianità vissuta e rievocata, mondo del quale l'artista riesce
a cogliere l'essenza, con uno sguardo lucido, ironico, sempre ammiccante verso nuovi punti di
vista e possibili narrazioni, è l’occhio di una bambina maliziosa, che tuttavia non riesce a celare,
per sua natura, una disarmante ingenuità.

Guido Mariani inizia l'attività artistica negli anni '70, dopo aver completato gli studi di ceramica

presso l'Istituto d'Arte "G. Ballardini" di Faenza sotto la guida dei Maestri Angelo Biancini e Carlo
Zauli, frequenta il corso di scultura presso l'Accademia di Belle Arti di Napoli, avendo come

docente Augusto Perez.
Un dialogo con l’arte contemporanea, le sue opere in ceramica sono coinvolte dalla Pop Art,
dall’Arte Povera, in un momento di profonde trasformazioni, fino ad arrivare a caratteristiche tipiche
di tendenza surrealista.
La maggior parte del suo lavoro è incentrato sulla virtualità dell’argilla, soprattutto sulla plastica del
materiale al fine di esaltarne le particolari caratteristiche. Le ultime ricerche riguardano sarcastici
volti femminili.

Info:
Assessorato alla Cultura Cervia tel. 0544.979253- Galleria L’IMMAGINE Cesena tel. 0547.612981

Soft drink offerto da RE DI SALE - Cervia