Neil Harbisson – Eyeborg

Venezia - 18/06/2011 : 27/11/2011

Vede il mondo in toni di grigio: ma con un particolare dispositivo di sua realizzazione che porta sempre con sé (segni particolari: Cyborg) Harbisson trasforma in onde sonore il colore, e ce lo restituisce in ritratti sonori e cyber art.

Informazioni

  • Luogo: GIUDECCA 795 ART GALLERY
  • Indirizzo: Fondamenta San Biagio 795 - Venezia - Veneto
  • Quando: dal 18/06/2011 - al 27/11/2011
  • Vernissage: 18/06/2011 Ore 17-20 con performance
  • Autori: Neil Harbisson
  • Curatori: Rosalba Giorcelli
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, personale

Comunicato stampa

Vi piacerebbe avere un vostro ritratto, in "musica"? E avete mai incontrato un vero "cyborg"? Il 18 giugno, la prima Notte dell'arte di

Venezia, può essere un'occasione speciale, con le performance dell'artista Neil Harbisson alla Galleria d'arte Giudecca 795, all'Istituto

Veneto delle Scienze, Lettere ed Arti, e all'Hotel Hilton Stucky.
Tre tappe del percorso nel quale dalle 17 alla mezzanotte (ed oltre) Harbisson "assaggerà" i colori di Venezia e della sua gente.
Ore 17-20: in Galleria, Giudecca 795.
Ore 21-22: Palazzo Franchetti, Istituto Veneto (Accademia)
Ore 22.30-23.30: ancora in Galleria


La serata termina, per chi vuole, allo Skyline Rooftop Bar del vicino Hotel Hilton

L'artista (di origine irlandese-catalana) invitato da Giudecca 795 per la mostra personale "Eyeborg" che si inaugura appunto il 18 giugno, ha

una condizione visiva per cui vede il mondo in toni di grigio: con un particolare dispositivo di sua realizzazione che è autorizzato a portare

sempre con sé dal suo passaporto (segni particolari: "cyborg", altrimenti gli toccherebbe lasciarlo al metal detector) trasforma in onde sonore

le onde luminose, quindi "legge" i colori come se fossero suoni, e viceversa.
Dopo aver "tradotto" in coloratissimi quadri le prime 100 note di celeberrimi brani musicali classici e non, Harbisson si è dedicato a ritrarre

le persone: legge i colori dei loro visi, che traduce in una specie di accordo musicale.
Harbisson ha ritratto varie "celebrities", da Nicole Kidman a Woody Allen, al Principe Carlo. E i prossimi potreste essere voi. Nelle tre tappe

del 18 giugno, Harbisson illustrerà il progetto di "cyber-art" e darà dimostrazioni in una performance tra colore, suono e danza, con la

collaborazione del coreografo Moon Ribas. Poi passerà a ritrarre il pubblico, che potrà ascoltare in diretta il suono del proprio viso. Chi

desidera avere il suo "ritratto sonoro" su CD, potrà rivolgersi alla galleria anche nei giorni successivi, dove i ritratti sonori contineranno

ad essere realizzabili con l'eyeborg "residente" e dove la mostra di Neil Harbisson continua fino al 27 Novembre.
Nella sala principale della galleria è in corso la mostra fotografica "Paradise Lost" di Nicoletta Lupi.