Mirco Marchelli – Meno mare

Ortisei - 06/08/2011 : 08/09/2011

L’ironico titolo della sua prima mostra in Val Gardena, “Meno Mare“, ci racconta in due parole molte cose sull'artista, innanzi tutto che ama provocare.

Informazioni

  • Luogo: GALLERIA GHETTA
  • Indirizzo: Streda Rezia 59 - Ortisei - Trentino-Alto Adige
  • Quando: dal 06/08/2011 - al 08/09/2011
  • Vernissage: 06/08/2011 ore 18
  • Autori: Mirco Marchelli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: 10 - 12.30 / 15.00 - 19.00

Comunicato stampa

La Galleria Ghetta di Ortisei ospita nei propri spazi di Via Rezia 59, a Ortisei per la prima volta una mostra personale dell'artista piemontese Mirco Marchelli (1963), presente quest'anno alla 54° Biennale di Venezia, invitato da Luca Beatrice al Padiglione Italia, curato da Vittorio Sgarbi.
L’ironico titolo della sua prima mostra in Val Gardena, “Meno Mare“, ci racconta in due parole molte cose sull'artista, innanzi tutto che ama provocare


Mirco Marchelli vive nel centro storico di Ovada, in un Piemonte molto vicino alla Liguria come tradizioni e cultura, e l'ambiente che lo circonda ha sicuramente influenzato molto la sua formazione artistica. Il suo lavoro é infatti incentrato sulla poetica della memoria, ama usare materiali di recupero, poveri, vecchi e talvolta banali, trovati nei mercatini e nelle soffitte, li assembla e li fa rivivere rendendoli opere d'arte.
Un lavoro simile a quello impiegato dall'artista nelle sue composizioni in note (Marchelli é diplomato trombettista e compositore), infatti anche la sua musica é attività di assemblaggio, composta da un numero finito di note. Dice infatti l'artista: “la mia arte, come la musica, partono da cose che esistono già. Il mio é un gioco di assemblaggio”.
Le opere di Marchelli non sono quadri ma neanche sculture, sono vecchi libri che diventano casette, piccoli e grandi pacchetti, avvolti in una patina di cera e poi dipinti, grandi sommier gonfi di memorie e i colori sono quelli di Ovada e della sua terra.
“Alla base di ogni lavoro c'é una storia, ma non sappiamo esattamente quale, perché essa assume la forma di una narrazione ma di fatto non lo é. La storia sembra affiorare ogni momento, ma non affiora mai(...). La storia é la nostra. E' tutte le storie che ci vogliamo mettere dentro(...)”. (Marco Meneguzzo, catalogo Trombe, clarini e genis 2008)
Mostre personali
2011 “In che stato”, Galleria Traghetto, Venezia, “Stato participio passato”, Accademia Filarmonica, Casale Monferrato (AL), “Al mare farà brutto”, Eventinove, Borgomanero (NO)
2010 “Piano pianissimo”, Marcorossi artecontemporanea, Verona
2009“Mirco Marchelli Aristocratica”, GlobalArt Gallery, Acqui Terme e Miguel Alzueta, Barcellona
2008 “Amata o tic tac”, Cardelli & Fontana, Sarzana, “Ma c'é un Ma”, Spiralearte, Pietrasanta – Galeria Miquel Alzueta, Barcellona, “Trombe, clarini e genis”, Spiralearte, Milano, “Bella cera”, Galleria Traghetto, Roma
2006 “Via Crucis” Monastero Villafranca Piemonte, Torino
2005 “Cime segni e specchi d'acqua”, Cardelli & Fontana, Sarzana
2004 “Quindici diciotto”, Galleria Traghetto, Venezia
2003 “Acqua calda acqua fredda”, Studi la Città, Verona
2001 “C'era una volta il re”, Galerie Baumler, Regensburg (D)
via rezia 59
39046 ortisei (bz)
tel.- fax +39 0471 796557
cellulare +39 335 8174140
[email protected]
www.galleriaghetta.com
10 - 12.30 / 15.00 - 19.00