Millo – Nell’aria c’è un mondo invisibile

Roma - 08/09/2011 : 15/09/2011

Tutto mi influenza: le cose che non conosciamo, le cose di cui non si parla, le cose che la gente non capisce, le ossessioni, i sogni, la morte, i pensieri, le bugie, le espressioni, i sorrisi, i giorni, la periferia, l'insoddisfazione, la noia, gli adolescenti, la magia, le illusioni, la paranoia, la sincerità, le crisi di nervi, l'indifferenza, l'aggressività, le parole, la solitudine, l'ambiguità, la confusione, le collisioni, la pioggia, le notti, i pomeriggi, i baci, il calore, le droghe, i vermi, niente, voi, l'amore.

Informazioni

Comunicato stampa

Tutto mi influenza: le cose che non conosciamo, le cose di cui non si parla, le cose che la gente non capisce, le ossessioni, i sogni, la morte, i pensieri, le bugie, le espressioni, i sorrisi, i giorni, la periferia, l'insoddisfazione, la noia, gli adolescenti, la magia, le illusioni, la paranoia, la sincerità, le crisi di nervi, l'indifferenza, l'aggressività, le parole, la solitudine, l'ambiguità, la confusione, le collisioni, la pioggia, le notti, i pomeriggi, i baci, il calore, le droghe, i vermi, niente, voi, l'amore.


Francesco Camillo Giorgino

nasce a Mesagne BR, nel 1979



Consegue la Laurea in Architettura col massimo dei voti e parallelamente porta avanti una personale ricerca estetica nel campo della pittura, spaziando dalla micro alla macroscala “rivelando la labilità dell’esistenza umana, sospesa a metà tra ciò che conosciamo e ciò che si nasconde dentro di noi” (Ziguline)


Nel 2010 riceve diversi premi e riconoscimenti in ambito Nazionale, fra cui la pubblicazione all’interno del Catalogo di "Premio Celeste 2010”