Maria Vittoria Alfonsi Caruso. Il giornalismo della moda

Roma - 30/05/2011 : 25/09/2011

Oltre dieci anni or sono Maria Vittoria Alfonsi Caruso, famosa giornalista di Moda, ha donato al Museo Boncompagni Ludovisi di Roma la sua ricca Collezione di abiti e accessori composta di oltre ottanta pezzi...

Informazioni

Comunicato stampa

Oltre dieci anni or sono Maria Vittoria Alfonsi Caruso, famosa giornalista di Moda, ha donato al Museo Boncompagni Ludovisi di Roma la sua ricca Collezione di abiti e accessori composta di oltre ottanta pezzi

Tale Collezione rappresenta senza ombra di dubbio l’evolversi del gusto per il vestire tra gli anni cinquanta e gli anni ottanta del secolo scorso in Italia, con l’aggiunta della particolarità delle scelte operata da una donna che ha fatto dell’interesse per la Moda italiana e francese un punto di forza per la sua professione di giornalista e, quindi, di aggiornata testimone di passaggi epocali nella storia sociale italiana. Dall’alta sartoria degli anni cinquanta, testimoniata nella Collezione da abiti di Giuseppe Cometti, Ennio Castellani, Adriana Castelli, Franca Lainati, ecc., all'alta moda degli anni sessanta, settanta e ottanta firmata da Enzo, Germana Marucelli, Valentino, Sarli, Raniero Gattinoni ed alla moda pronta di Giorgio Armani, Gianni Versace, Gianfranco Ferrè, Roberta di Camerino, Krizia, Laura Biagiotti, Fendi ecc., i capi della donazione Alfonsi definiscono il modo in cui una donna colta e raffinata esibisce il proprio fascino negli stessi ambienti che ispirano il suo lavoro.
Per testimoniare l’attività di giornalista della Alfonsi, contrassegnata da numerosissimi articoli e interviste redatti fin dagli anni cinquanta, rubriche televisive, libri sui personaggi della moda che hanno raccolto un enorme interesse, premi e riconoscimenti, il Museo Boncompagni esporrà al piano nobile un ricco apparato documentario (fotografie d’epoca, articoli, servizi televisivi, libri scritti da Maria Vittoria Alfonsi sul mondo del made in Italy nel particolare settore della Moda) e una scelta di capi dalla sua donazione al Museo, consistente in circa 50 tra abiti e accessori.
La mostra, a cura di Mariastella Margozzi e Arianna Marullo, sarà accompagnata da una monografia su Maria Vittoria Alfonsi Caruso, curata da Mariastella Margozzi e con le presentazioni di Beppe Modenese e Laura Biagiotti, nella quale sono raccolte testimonianze della sua lunga attività di giornalista, fotografie d’epoca che la ritraggono insieme a importanti personaggi del mondo della moda, la storia della sua collezione di abiti, oltre a una interessante intervista-biografia.
Sostenitore dell’iniziativa, oltre alla Soprintendenza alla Galleria nazionale d’arte moderna, è il Pastificio Rana.
La mostra sarà presentata alla Stampa il 30 maggio 2011 alle ore 12.00 al Museo Boncompagni Ludovisi. Per l’occasione saranno presenti anche la Signora Maria Vittoria Alfonsi Caruso, il Cavalier Giovanni Rana e la Signora Antonella Paternò Rana.