Luigi Ontani – RossinAria

Pesaro - 23/07/2011 : 25/09/2011

Il percorso espositivo, concepito dall’artista appositamente per il Centro Arti Visive Pescheria, si sviluppa tra l’ex Chiesa del Suffragio ed il Loggiato dove sono posizionate otto ErmEstEtiche, sculture in ceramica di grandi dimensioni ispirate a personalità significative della storia, che riprendono lo stile dell’arte classica romana.

Informazioni

  • Luogo: CENTRO ARTI VISIVE - PESCHERIA
  • Indirizzo: Corso XI Settembre 184 - Pesaro - Marche
  • Quando: dal 23/07/2011 - al 25/09/2011
  • Vernissage: 23/07/2011 ore 19
  • Autori: Luigi Ontani
  • Curatori: Ludovico Pratesi
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Dal martedì alla domenica 10.00-12.00 / 18.00-23.00 Lunedì chiuso
  • Biglietti: persona singola € 4,00 Dai 15 ai 25 e oltre i 65 anni -persona singola € 2,00 Gruppi (min. 15 persone+guida) -persona singola € 3,00
  • Patrocini: La mostra di Luigi Ontani è realizzata grazie alla preziosa collaborazione di Bertozzini costruzioni, TVS, Hotel Alexander, IFI-Arredi Bar Gelaterie Pasticcerie, Isopak Adriatica Spa, Gamba manifatture 1918, Febal Group, Arturo Mancini Srl, Bio Fox e Il Pesaro.it.

Comunicato stampa

Il Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro è lieto di ospitare la mostra personale di Luigi Ontani, che si configura come un doppio omaggio alla città, sia come luogo di nascita di Gioachino Rossini che come centro di produzione dell’arte della ceramica, che ha espresso maestri del calibro di Ferruccio Mengaroni e Nanni Valentini


Il percorso espositivo, concepito dall’artista appositamente per il Centro Arti Visive Pescheria, si sviluppa tra l’ex Chiesa del Suffragio ed il Loggiato dove sono posizionate otto ErmEstetiche, sculture in ceramica di grandi dimensioni ispirate a personalità significative della storia, che riprendono lo stile dell’arte classica romana. Tra le erme spicca RossinAria, dedicata da Ontani a Gioachino Rossini e realizzata appositamente per Pesaro, città natale del compositore, che organizza ogni anno il Rossini Opera Festival, uno degli appuntamenti internazionali di maggior prestigio per l’opera italiana.
Scrive Ludovico Pratesi: “Rossini viene interpretato da Ontani attraverso una composizione di elementi storici, simbolici, letterari ed artistici, in una consapevole autoidentificazione con un uomo tanto famoso da essere definito dai suoi contemporanei come il Napoleone della musica. RossinAria diviene così un palinsesto, dove simboli, testi, immagini e suggestioni si rincorrono per dare vita ad una sorta di trama di senso”.
Durante il Rossini Opera Festival 2011 l’erma di Gioachino Rossini verrà trasferita nel foyer del Teatro Rossini, per sottolineare l’importanza dell’omaggio al musicista pesarese.
Al centro della Chiesa del Suffragio l’artista presenta ErmafroDito Mignolo, una scultura in ceramica di grandi dimensioni, mentre alle pareti troviamo i Vizi Capitelli, una serie di capitelli, sempre in ceramica, che rappresentano i sette vizi capitali tradizionali più quello dedicato alla vanagloria, espressamente aggiunto dall’artista, secondo un’estetica che unisce le suggestioni della scultura romanica con l’eccentrico e ludico vocabolario di Ontani. Sottolinea l’artista: “non una Via Crucis ma una Via Gaudente.” Ed aggiunge: “Ho pensato che lo spazio della mostra è uno spazio sacro, anche se sconsacrato. Uno spazio bellissimo, un dodecaedro, in realtà non tanto leggibile come chiesa, più come tempio, e allora ho pensato ad un Tempio della musica, nel quale i Vizi Capitelli sarebbero stati bene intorno a Rossini e alla parata di ErmEstetiche.”
In mostra troviamo inoltre quattro fotoceramiche ispirate al tema mistico-religioso: il San Sebastiano, il NarciGiuda, il San Paolo, l’Ecce Homo ed il Tobiolo.

Il catalogo, pubblicato da Silvana Editoriale, presenta un saggio di Ludovico Pratesi, un’intervista all’artista di Anna Villari e le immagini delle opere esposte.


Luigi Ontani nasce nel 1943 nasce a Montovolo di Grizzana Morandi presso Vergato (BO). Dalla fine degli anni '60 ha contribuito al riposizionamento del linguaggio figurativo all'interno delle pratiche artistiche contemporanee attraverso fotografie, performance e tableaux-vivants, sculture, installazioni e disegni che si rifanno ad una ricchissima tradizione iconografica sia occidentale sia orientale. Oltre ad aver preso parte alla Biennale di Venezia nelle edizioni del 1972, 1978, 1984, 1986 (in quell'anno anche Biennale di Sidney) e 1995 e alla Biennale di Lione nel 2000, Luigi Ontani ha esposto al Centre Georges Pompidou di Parigi, al Guggenheim Museum di New York, al Kunstverein di Francoforte, al Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, allo Stedelijk Museum di Amsterdam, e nelle principali sedi museali in Italia. Nel 2001 il P.S.1 di New York gli ha dedicato la prima grande retrospettiva in territorio statunitense, mentre nel 2003 è stato protagonista di una grande antologica allo SMAK di Ghent (Belgio). In Italia ha esposto al Mambo di Bologna nel 2008.



La mostra di Luigi Ontani è realizzata grazie alla preziosa collaborazione di Bertozzini costruzioni, TVS, Hotel Alexander, IFI-Arredi Bar Gelaterie Pasticcerie, Isopak Adriatica Spa, Gamba manifatture 1918, Febal Group, Arturo Mancini Srl, Bio Fox e Il Pesaro.it.



Con il sostegno di

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI PESARO

TERNA

GALLERIA LORCAN O'NEILL



Sponsor tecnico

GATTI - BOTTEGA D'ARTE CERAMICA MAIOLICARI IN FAENZA DAL 1928