Luca Cruz Salvati – Documento mentale

Roma - 08/06/2011 : 19/06/2011

La sperimentazione artistica di Luca Cruz Salvati è votata al recupero dell'immagine mnemonica con il chiaro intento di formare una sorta di documento emozionale tramite un uso spregiudicato del disegno.

Informazioni

  • Luogo: ATELIER
  • Indirizzo: Via Panisperna 236 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 08/06/2011 - al 19/06/2011
  • Vernissage: 08/06/2011 ore 19
  • Autori: Luca Cruz Salvati
  • Curatori: Micòl di Veroli
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a sabato ore 18 -20

Comunicato stampa

L’associazione Culturale Atelier ha il piacere di presentare mercoledì 8 giugno 2011 dalle ore 19:00 la prima mostra personale a Roma di Luca Cruz Salvati dal titolo Documento mentale a cura di Micol Di Veroli.

Per l’occasione verranno presentate al pubblico disegni, incisioni ed un’installazione sculturea del giovanissimo artista newyorkese che da due anni vive e lavora a Roma.

La sperimentazione artistica di Luca Cruz Salvati è votata al recupero dell'immagine mnemonica con il chiaro intento di formare una sorta di documento emozionale tramite un uso spregiudicato del disegno

All’interno di ogni sua opera i soggetti danzano in un fulmineo rotear di forme e membra, un deliro segnico che non necessita di certezze estetiche per portare a compimento la ricostruzione di una realtà amplificata dagli stimoli sensoriali offerti dalla memoria. Come a voler ribadire il concetto di immagine ufficiale di un pensiero privato, l’artista graffia le sue composizioni su testi e fogli pieni di appunti. La consistenza lacera e violenta della passione dilania ogni corpo che sembra comparire o svanire dal campo visivo, seguendo l’instabile meccanica dei ricordi. All’interno di queste istantanee mnemoniche si avverte la profonda consistenza di ogni sentimento umano, una commistione di molecole instabili che alimentano estremi piaceri, fugaci sensazioni o catastrofi capaci di durare per sempre.

All’interno di un’ affascinante discontinuità, il segno di Luca Cruz Salvati restituisce al fruitore un inarrestabile flusso di immagini che rappresentano l’essenza della memoria. Una porzione di vita instabile ed infedele che alimenta il mito e conduce il pensiero all’immortalità.
Luca Cruz Salvati ha scelto di dedicare la mostra alla memoria del Professore Duilio Rossoni recentemente scomparso.

Bio

Luca Cruz Salvati (New York, 1988) vive e lavora tra Roma e New York. Recentemente ha esposto al Museo della Centrale di Montemartini, Roma e al New York Studio School Gallery. Nel 2010 è stato tra i vincitori del Premio Catel.