Loris Drago – E.M. (Educazione Mortale)

istrana - 09/09/2011 : 11/09/2011

Ogni immagine genera interrogativi, spingendo il giudizio e la critica verso nuovi risvolti riflessivi, verso nuovi livelli di coinvolgimento, svelando il lato oscuro e imprescindibile di immagini apparentemente gioiose e seducenti.

Informazioni

Comunicato stampa

Segnoperenne riprende l’attività espositiva dopo la pausa estiva con la presentazione del
progetto multimediale FORMAt|eVOLUTION, ideato da Fausto Crocetta, Lorenzo Isacco,
Gaetano Salerno e Mirko Salvadori, realizzato in collaborazione con Associazione Culturale
LAAM , Laverna NetLabel e Pixel Group.

Il circuito Format | Evolution, concept project in progress si articola attraverso una serie
di appuntamenti organizzati in ville venete di forte valore storico e artistico ponendosi
come obiettivo l’esplorazione del concetto di fruizione del prodotto artistico attraverso
l’accostamento di pittura e musica e dell’evoluzione del loro potere comunicativo nella lettura musicale dell’immagine e nella lettura visiva del suono

Protagonisti dell’evento artisti del panorama culturale internazionale, selezionati e proposti al pubblico durante le varie tappe del progetto.

Il primo appuntamento, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Istrana (Treviso) avrà luogo presso gli spazi espositivi di Ca’ Celsi e di Villa Lattes di Istrana e sarà articolato in due momenti distinti ma complementari tra loro, alla ricerca di sinergie tra immagini e sonorità.

Venerdì 09 settembre 2011 verrà inaugurata la personale dell’artista padovano Loris Drago, a
cura del critico d’arte e direttore di Segnoperenne Gaetano Salerno, presente per l’occasione con l’ultimo ciclo di lavori E.M. (Educazione Mortale), visitabile nelle giornate di sabato 10 e domenica 11 settembre.

Giocato sul tema del dubbio, dell’opinabilità interpretativa del segno pittorico e del
cortocircuito linguistico generato dai livelli comunicativi del dato visivo E.M. (Educazione
Mortale) “si rivolge ad un pubblico esteso, vuole parlare a tutti perché tutti sono impreparati
sulla lezione che queste opere-giocattolo hanno da darci. Superato il primo impatto con l'opera, i cubi, costruiti o ancora imballati, mostrano immagini che ricordano per forma e natura le sagome degli album di disegni da colorare; i soggetti contrastano fortemente con l'atmosfera ludica evocata, appartengono al mondo della
riabilitazione, dell'assistenza agli anziani, della disabilità”.

Ogni immagine genera interrogativi, spingendo il giudizio e la critica verso nuovi risvolti
riflessivi, verso nuovi livelli di coinvolgimento, svelando il lato oscuro e imprescindibile di immagini apparentemente gioiose e seducenti.

“Chi ha colorato questi disegni ha voluto riempirne le forme come se non avesse mai visto
prima quelle immagini, alterarne la struttura, capirne la natura e la funzionalità. Le dimensioni
si impongono maggiormente avvicinandosi ai giochi, troppo grandi per offrire una qualsiasi
interazione, una possibilità di gioco.
Unica lezione offerta da E.M. è la lotta, l'apprendimento forzato, a tutti i costi, di una condizione impossibile da accettare per la nostra natura di esseri viventi, il combattere, l'imparare, il colorare, il Sentire, il Vivere nonostante la morte”.

L’inaugurazione, presentazione critica dell’artista e dei lavori pittorici selezionati per l’occasione, è prevista per le ore 19.00. All’inaugurazione seguirà un anticipo musicale
dell’evento che invece avrà luogo la domenica successiva (18 settembre 2011, dalle ore 17.00
alle 23.00) presso i suggestivi spazi di Villa Lattes, storica dimora settecentesca realizzata
dall’architetto Giorgio Massari.

L’evento musicale dal titolo QUIET ZONE ripropone, attraverso una formula già collaudata
e presentata a Venezia nel mese di aprile 2010, un invito alla fruizione del luogo e all’ascolto
ambientale attraverso la musica e l’armonia, alla ricerca di nuovi livelli di coinvolgimento
sensoriale del pubblico suggeriti da suggestioni visive e sonore.

Presenti per l’occasione musicisti e sound artist di fama internazionale tra i quali Fausto
Degada, Enrico Coniglio, Ennio Mazzon, Molven, Giorgio Ricci, Diego Ritz, Rioma.
La serata vedrà anche la presentazione di un laboratorio di biodanza a cura della ballerina
Elisa Carlon e il contributo poetico di Sebastiano Crocetta.

Un cubo pittorico dell’artista Loris Drago presente in villa ricongiungerà la visione al suono, restituendo alla materialità terrena l’evanescenza della musica e ricordando come nel
passaggio dalla sfera spirituale a quella materiale, nella trascendenza del linguaggio (sia
esso occultato nella partitura o sulla tela, prima di essere svelato dalle note e dal colore)
si individui il processo creativo e riflessivo del fare arte, oltre le semplici apparenze e le
immediate percezioni visive che solitamente conducono l’occhio e l’orecchio verso l’errore
piuttosto che nei solchi della Verità.

L’artista Loris Drago sarà presente durante la serata di inaugurazione a Ca’ Celsi.

Si ringraziano per la partecipazione Selezione Zanotto (degustazione vini) e Pixel Group
(società di produzioni video).

Quiet Area, Venezia, Aprile 2010

SCHEDA EVENTO

E.M.
(Educazione Mortale)

a cura di: Gaetano Salerno
artista: Loris Drago
dove: Spazio Espositivo Ca’ Celsi, Via Nazario Sauro 38, Istrana (Tv)
inaugurazione: venerdì 09 settembre 2011, ore 19.00
apertura: 09 settembre 2011 – 11 settembre 2011
Ingresso libero

Quiet Zone

a cura di Fausto Crocetta e Lorenzo Isacco
musicisti:
Fausto Degada, Enrico Coniglio, Ennio Mazzon, Molven, Diego Ritz, Giorgio Ricci, Rioma
biodanza: Elisa Carlon
poesia: Sebastiano Crocetta
dove: Villa Lattes, Via Nazario Sauro 23, Istrana (Tv)
quando: domenica 18 settembre 2011, dalle 17.00 alle 23.00
Ingresso libero

organizzazione e comunicazione:
Segnoperenne, Associazione Laam, Laverna Netlabel
patrocinio: Comune di Istrana – Assessorato alla Cultura
video: Francesca Coniglio, Mario Di Filippo, Giordano Rizzardi