Loris Cecchini

Firenze - 17/06/2011 : 17/06/2011

Presentazione del volume “Loris Cecchini” edito da Photology. A parlarne con l’artista ci sarà Pietro Gaglianò, curatore indipendente.

Informazioni

Comunicato stampa

Venerdì 17 giugno alle ore 18.30 presso la Libreria Brac, Via de’ Vagellai 18 r Firenze, si terrà la presentazione del volume “Loris Cecchini” edito da Photology. A parlarne con l’artista ci sarà Pietro Gaglianò, curatore indipendente.

Pubblicato In occasione della mostra “Loris Cecchini”, in corso presso gli spazi di Palazzo Ducale di Genova, il catalogo presenta una rappresentazione a tutto tondo degli ultimi lavori dell’artista e delle sue più recenti ricerche, a cui appartengono le installazioni immaginifiche (Wallwave Vibrations, Steelorbitacoccon) e tra cui spiccano alcuni inediti presentati in mostra



Loris Cecchini nasce a Milano nel 1969 e si trasferisce a Siena nel 1977, dove rimane fino al 1988-89 diplomandosi all’Istituto d’Arte della città. Successivamente si iscrive all'Accademia di Belle Arti di Firenze, che lascerà due anni dopo per trasferirsi a Milano nel 1992-93 iscrivendosi alla sezione di Pittura dell’Accademia di Brera. Termina l’accademia nel 1994 con una tesi sul cinema di Wim Wenders. Nei due anni seguenti lavora in un grande laboratorio fotografico a Monza dove assiste e partecipa ai cambiamenti tecnici della fotografia digitale che gli permettono Ia conoscenza e l’uso di tecnologie per i suoi primi lavori fotografici. La prima mostra personale si tiene a Milano e, negli stessi anni, partecipa ad alcune mostre collettive presso la galleria Continua di San Gimignano che diventerà poi la sua galleria di riferimento. Partecipa a numerose mostre in istituzioni pubbliche italiane ed internazionali tra cui Palazzo delle Papesse a Siena (1998), Museo di Castel Nuovo a Napoli (2000), Biennale di Taipei (2000), Biennale di Venezia (2001, 2005), Biennale di Valencia (2001), Biennale di Shanghai (2006), galleria Continua a San Gimignano - Beijing (1998, 2003, 2007, 2010) con progetti personali al PS1 di New York (2006), Palais de Tokyo (2001-2007), Shanghai Duolun MoMA (2006), Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci, Prato (2009) e al Musée d’Art Moderne de Saint-Etienne Métropole (2010). Vive tra la Toscana e Berlino.