Lidia Sanvito – Natura morta

Milano - 26/05/2011 : 25/06/2011

"Ridurre, decurtare, scarnificare, scartare (scartare!), ripulire. Di fronte al Minimalismo provavo sempre una vaga irritazione. Mi chiedevo che si stesse facendo: riempendo un vuoto o svuotando un pieno? Credo che intorno a questa faccenda graviti la ricostruzione linguistica della scultura contemporanea, della “plastica”.Plastica: un geniale fraintendimento, da ogni punto di vista." Lidia Sanvito

Informazioni

  • Luogo: UNO+UNO
  • Indirizzo: Via Ausonio 18 - Milano - Lombardia
  • Quando: dal 26/05/2011 - al 25/06/2011
  • Vernissage: 26/05/2011 ore 19
  • Autori: Lidia Sanvito
  • Curatori: Marco Tagliafierro
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

Ridurre, decurtare, scarnificare, scartare (scartare!), ripulire. Di fronte al Minimalismo provavo sempre
una vaga irritazione. Mi chiedevo che si stesse facendo: riempendo un vuoto o svuotando un pieno?
Credo che intorno a questa faccenda graviti la ricostruzione linguistica della scultura contemporanea,
della “plastica”.Plastica: un geniale fraintendimento, da ogni punto di vista. Tutta la nostra vita ricostruita
in plastica, plastica nobilitata a materia di arredo, decoro, surrogato di cose che avrebbero dovuto essere
imperiture.Lo scarto diventa decoro; il poco, il valore basso, il pezzettino di scotch, la gettata di polvere


Personalmente non mi posso permettere tutto questo romanticismo, non c’è tempo. Abbiamo perso la
lingua o l’abbiamo stravolta (in fondo tutti i movimenti degli anni ’70 in arte vertono su questo), lo
facciamo continuamente e nel contempo ereditiamo la ricostruzione dei nostri predecessori, anche i più
recenti. Considero tutto il mio lavoro come un lavoro di mantenimento della memoria, che si traduce in
arte nel rendere possibile ciò che altri tempi non lo è stato. Potrei parlare di Cezanne, ora, e di lui
attraverso Morandi o di Morandi attraverso il Minimalismo, fino a sostenere che il silenzio è l’unico codice
suscettibile di traduzione simultanea ed ecco che ho già detto troppo.
Lidia Sanvito
UNO+UNO
Via Ausonio, 18 – Milano +39.02.8375436 - c.p. Via Ariberto, 19 - 20123 milano
[email protected] - www.galleriaunopiuuno.com
LIDIA SANVITO
nata a Napoli nel 1970,
vive e lavora a Milano.
FORMAZIONE
(studi teorici, residenze, workshops, lectures).
2007 Lecture alla Columbia University di New York,
2006 workshop con Adrian Paci, Viafarini, Milano,
2006 residenza in artLAB, isola di San Servolo, Venezia,
2006 residenza presso l’Hotel Pupik, Schrattenberg, Austria,
1999.2002 Scuola di Specializzazione in Storia dell’Arte, con un corso triennale di fotografia sotto
l’insegnamento di Luca Andreoni, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano (indirizzo in
Storia dell’Arte Contemporanea),
1992-1996 laurea in D.A.M.S., Bologna,
con una tesi in Arte Medievale e Moderna,
1989-1992 biennio dell’indirizzo di Sociologia,
facoltà di Scienze Politiche dell’Università Statale di Milano.
MOSTRE PERSONALI
2010 Marina Berio/Lidia Sanvito- Burn Breathe, Galleria Otto Zoo, Milano.
2010 Lidia Sanvito, l’ospite e l’intruso, da un’idea di Ermanno Cristini ed Alessandro Castiglioni, Varese
2009 Wordless, Galerija DKSG, Belgrado.
2008 Lidia Sanvito, Trilogia video sulla scultura, MARS, Milan Artist Run Space, Milano.
2008 Cellular, a cura di Miriam Schoofs, Souterrain Project Space, Berlino.
2007 La CISL è a tre metri, a+mbookstore, Milano.
2003 Doreen, Tufano Studioventicinque, a cura di Giorgio Zanchetti, Milano.
MOSTRE COLLETTIVE E PREMI
2010 Nella deriva di tutte le incertezze, a cura di Lorena Giuranna ed Alessandro Castiglioni, Museo
Alik Cavaliere, Milano.
2010 Roaming, superficie incerta, a cura di Ermanno Cristini ed Alessandro Castiglioni, CESAC di
Caraglio (Cuneo).
2009 Roaming, un cantiere leggero, a cura di Alessandro Castiglioni, Neon Campobase, Bologna.
2009 Playlist, a cura di Marta Casati, Neon Campobase, Bologna.
2008 Il rimedio perfetto, a cura di Marco Tagliafierro, Galleria Riccardo Crespi, Milano.
2008 Premio Fondazione Arnaldo Pomodoro – Concorso internazionale per giovani scultori – II edizione,
Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano.
2008 Multipli d’amore, N.O. Gallery, Milano.
2007 Go to hell, money!, Denkraum Galerie, Vienna.
2007 Dead end, LeRoy Neiman Gallery, Columbia University, New York.
2007 Calma apparente, a cura di Paolo Campiglio, Fondazione Ambrosetti, Palazzolo sull’Oglio.
2006 Multiplo_4, N.O. Gallery, Milano.
2006 Fatti e finzioni nella venusta isola di San Servolo, a cura di Irene Calderoni, Venezia.
2006 Artists in Residence in Schwarzenberg’schen Meierei, a cura di Heimo Wallner, Austria.
2006 The Furniture Shop, magazzino di Via Brentano 9, a cura di William West ed Elisa Del Prete, Pavia.
2006 La torta della sposa, galleria Klerkx, Milano.
2006 Reset>>>Forward, O’Artoteca, Milano.
2005 Talk to the city, concorso indetto da Care of per la Fabbrica del Vapore, Milano.
2005 Multiplo_3, in collaborazione con VIAFARINI, N.O. Gallery, Milano.
2005 Tracce, Posteria, a cura di Letteraventidue, Milano.
2004 Premio nazionale d’arte “Donato Frisia”, Palazzo Municipale, a cura di Sara Fontana, Merate.
2004 Neon Projectbox Extended, Galleria Neon, a cura di Elena Bordignon, Bologna.
UNO+UNO
Via Ausonio, 18 – Milano +39.02.8375436 - c.p. Via Ariberto, 19 - 20123 milano
[email protected] - www.galleriaunopiuuno.com
2004 Air, Novara, a cura di Maria Campitelli.
2004 Il confine, Branka Cuca, Jovan Jovanovic, Bojana Lukic, Lidia Sanvito, Sasha Talek, Spazio di
Serbia e Montenegro, a cura di Lavinia Tonetti, Milano.
2003 Elena Busisi, Linda Fregni, Francesca Lazzarini, Lidia Sanvito, a cura di Leonardo Passarelli e
Giorgio Zanchetti, galleria Bruna Soletti Milano.
PUBBLICAZIONI, RECENSIONI, TESTI CRITICI
2010 Lidia Sanvito e la scultura lieve, Laura Orlandi, ArteVarese, 14-04-2010
2010 Nella deriva di tutte le incertezze, libro d’arte in edizione limitata a 500 copie, a cura di Lorena
Giuranna ed Alessandro Castiglioni, Autori e Sputnik Editions, Milano.
2010 Roaming, superficie incerta, a cura di Ermanno Cristini ed Alessandro Castiglioni, CESAC di
Caraglio (Cuneo) e Roaming, un cantiere leggero, a cura di Alessandro Castiglioni, Neon
Campobase, Bologna (2009): sito internet www.roaming-art.it/
2009 Wordless, Galerija DKSG, catalogo, Belgrado.
2008 Il rimedio perfetto, a cura di Marco Tagliafierro, catalogo della Galleria Riccardo Crespi, Milano.
2008 Premio Fondazione Arnaldo Pomodoro – Concorso internazionale per giovani scultori – II
edizione, Edizione Fondazione Arnaldo Pomodoro, Milano.
2008 Multipli d’amore, N.O. Gallery, Milano.
2007 Il contemporaneo nell’antica Velathri, tesi di laurea di Eleonora Raspi, Facoltà di Lettere e
Filosofia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, 2006-2007, pagg. 128,129.
2007 Calma apparente, recensione internet di Stefano Castelli, www.exibart.com , 5 febbraio 2007.
2007 Torna il “caldo”, ma non troppo, di Renato Barilli, “L’Unità”, 4 febbraio 2007, pag. 25.
2006 Calma apparente, catalogo a cura di Paolo Campiglio, Fondazione Ambrosetti Arte
Contemporanea.
2006 Fatti e finzioni nella venusta isola di San Servolo, catalogo a cura di Irene Calderoni, Venezia.
2006 The Furniture Shop, catalogo a cura di Elisa Del Prete.
2005 sito internet www.letteraventidue.it, sotto Tracce.
2004 Premio nazionale d’arte “Donato Frisia”, catalogo a cura di Sara Fontana.
2004 Air, catalogo a cura di Maria Campitelli.
2003 Doreen, recensione internet di Laura Garbarino,
www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=4984- 42k
2003 Elena Busisi, Linda Fregni, Francesca Lazzarini, Lidia Sanvito, di Chiara Guidi, Segno n° 189,
marzo/aprile 2003.
2003 Ossessioni femminili per quattro, di Francesca Bonazzoli, “Corriere della Sera”, mercoledì 12
febbraio.
UNO+UNO
Via Ausonio, 18 – Milano +39.02.8375436 - c.p. Via Ariberto, 19 - 20123 milano
[email protected] - www.galleriaunopiuuno.com