LeoNilde Carabba – Un Viaggio Alchemico 1961-2011

Cusano Milanino - 17/09/2011 : 30/09/2011

Il percorso espositivo della mostra è strutturato in tre sale, che ripercorrono l’evoluzione artistica di LeoNilde. Si susseguono pertanto in ordine cronologico rovesciato le produzioni dal 2000 al 2011, quelle dal 1980 al 1999, quelle dal 1961 al 1979.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO CUSANO
  • Indirizzo: via Italia 2 - Cusano Milanino - Lombardia
  • Quando: dal 17/09/2011 - al 30/09/2011
  • Vernissage: 17/09/2011 ore 18.30
  • Autori: LeoNilde Carabba
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: da martedì a domenica dalle 15.00 alle 21.00. Lunedì riposo
  • Patrocini: di Regione Lombardia Direzione Generale Cultura, Provincia di Milano e il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cusano Milanino, celebra i cinquant’anni di attività artistica della pittrice, attiva dal 1961
  • Uffici stampa: BC STUDIO

Comunicato stampa

Dal 17 al 30 settembre 2011 Palazzo Cusano ospita “Un Viaggio Alchemico 1961-2011”, antologica della pittrice LeoNilde Carabba.
La mostra, realizzata da Women in Art – festival del femminile nell’arte, col patrocinio di Regione Lombardia Direzione Generale Cultura, Provincia di Milano e il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Cusano Milanino, celebra i cinquant’anni di attività artistica della pittrice, attiva dal 1961



Formatasi tra Milano e Roma negli anni Sessanta, LeoNilde Carabba gode del supporto e dell’influenza formativa di artisti come Hsiao Chin, Enrico Bay, Roberto Crippa, Castellani, Turcato, Bonalumi, Christo, Tancredi, Jean Fautrier, Piero Manzoni, Pino Pascali, Carla Accardi e Lucio Fontana, che nel 1964 presenta una delle sue personali al Cenobio di Milano.
Dal 1966 lavora sulla rifrazione della luce utilizzando microsfere di vetro in grado di variare la luminosità a seconda del punto di vista del fruitore senza bisogno di utilizzare mezzi meccanici, dando così il via a quello che sarà il filo conduttore di tutta la sua opera.
Negli anni Settanta, contemporaneamente al suo impegno nel Movimento delle Donne, il suo lavoro assume un respiro più ampio: LeoNilde abbandona i motivi geometrici a favore di scenari più fluidi che rappresentano mari, cieli, alberi e descrizioni geologiche della crosta del pianeta, impressi su tele che acquisiscono anche dimensioni più vaste.
Nel 1975 è cofondatrice della Libreria delle Donne di Milano e nel 1976 fonda con Carla Accardi, Nedda Guidi, Eva Menzio, Suzanne Santoro, Silvia Truppi ed altre la Cooperativa Beato Angelico a Roma.
La sua prima installazione è del 1977 ad Arte Struktura di Milano, dove su una parete crea una serie di serigrafie rifrangenti dal titolo “Per Mare e per Cielo”, stampate a tre colori più un trasparente finale su cui spolverizza microsfere di vetro micron che creano 480 possibilità combinatorie di colore.
E’ del 1982 un viaggio in California, a Bolinas, dove LeoNilde rimarrà per 5 anni. Il continuo indagare sulla luce la porta a sperimentare i colori fluorescenti, fosforescentil, le luci di Wood e a volte anche i laser; la sua arte viene così trasportata in una dimensione ancor più ricca in grado di condurre l’osservatore in un immaginario al cui cospetto è istintivo abbassare il tono della voce e lasciarsi catturare dal senso del Sacro.

Il percorso espositivo della mostra è strutturato in tre sale, che ripercorrono l’evoluzione artistica di LeoNilde. Si susseguono pertanto in ordine cronologico rovesciato le produzioni dal 2000 al 2011, quelle dal 1980 al 1999, quelle dal 1961 al 1979.
Per tutta la durata della mostra saranno visibili on loop quattro video d’arte ispirati ai quadri dell’artista:
“Danzando attorno all’UNO” – Regia e fotografia Alberto Callari; Musica di Marcela Pavia. Giugno 2007;
“Herschel’s Dream” – Laser Light Marco Brianza; Musica di Marcela Pavia. Studio D’Ars, Milano 2008;
“Costellazioni” – Regia Andrea Bertocchi, Musica di Marcela Pavia. Febbraio 2009;
“FIDEAL” – Musica e Video Marcela Pavia; Chitarra Leopoldo Saracino.

Il catalogo della mostra, realizzato dal festival Women in Art, include testi di eminenti personalità nel campo dell’arte, quali Pierre Restany, Riccardo Barletta, Grazia Chiesa, Donatella Airoldi, Alberto Veca, Rossana Bossaglia, Chiara Cinelli.
Partners Fondazione d’Ars Oscar Signorini onlus e Studio Bianucci Cinelli