L’edizione 2011 di Kilowatt, in conformità con la vocazione alla novità e al rinnovamento del modo di concepire un festival che l’ha portato alla premiazione con l’Ubu, propone un ampio programma di spettacoli, risultato di un progetto culturale unico che, riportando il pubblico al centro del sistema teatrale, tenta una direzione artistica dal basso, affidandogli la progettazione della contemporaneità.

Informazioni

  • Luogo: PALAZZO DELLE LAUDI
  • Indirizzo: Via Matteotti Sansepolcro - Sansepolcro - Toscana
  • Quando: dal 21/07/2011 - al 30/07/2011
  • Vernissage: 21/07/2011 ore 18.30
  • Generi: arte contemporanea, performance – happening, serata – evento, collettiva, musica, teatro
  • Biglietti: Ingresso singolo spettacolo: 5 euro Ingresso 2 spettacoli (nella stessa sera): 8 euro Ingresso 3 spettacoli (nella stessa sera): 10 euro Ingresso giornaliero ai concerti: 10 euro Ingresso a tutti gli spettacoli del festival: 30 euro I dj-set e le iniziative di “Innesti” sono a ingresso gratuito.
  • Sito web: http://www.kilowattfestival.it
  • Email: info@kilowattfestival.it

Comunicato stampa

KILOWATT FESTIVAL – 2011
L’energia della scena contemporanea
IX edizione


22 – 31 luglio 2011 Sansepolcro (Arezzo)


Festival vincitore del Premio Speciale UBU 2010
“per la forza eversiva di un punto di vista davvero nuovo”



Arezzo, 5 luglio 2011

Si terrà dal 22 al 31 luglio 2011, negli spazi e nelle strade di Sansepolcro (Arezzo) la nona edizione di Kilowatt Festival, un progetto che, “per la forza eversiva di un punto di vista davvero nuovo”, ha vinto il premio speciale UBU 2010



L’edizione 2011 di Kilowatt, in conformità con la vocazione alla novità e al rinnovamento del modo di concepire un festival che l’ha portato alla premiazione con l’Ubu, propone un ampio programma di spettacoli, risultato di un progetto culturale unico che, riportando il pubblico al centro del sistema teatrale, tenta una direzione artistica dal basso, affidandogli la progettazione della contemporaneità.
Il pubblico non è più l’oggetto passivo a cui “somministrare” lo spettacolo, ma il soggetto attivo che con l’espressione del suo giudizio lo sceglie e ne fruisce.
Sovvertendo i criteri di organizzazione del rapporto tra il sistema dello spettacolo e il pubblico, la programmazione del Festival è in buona parte determinata dalle scelte dei “Visionari”, un gruppo di venti spettatori (non addetti ai lavori) coinvolti durante tutto l’anno nella selezione delle opere inviate dagli artisti che rispondono al bando del Festival (quest’anno sono state 370 le domande di partecipazione).
Confrontandosi settimanalmente sulla creazione contemporanea, i Visionari attivano un processo virtuoso di riflessione, di responsabilizzazione e di creazione di uno spazio condiviso di discussione sull’arte e sul suo ruolo nella società.
Occasione di partecipazione ed espressione di cittadinanza attiva per pubblico ed artisti, Kilowatt propone lo spettacolo dal vivo come elemento dinamico della convivenza sociale ed esprime le urgenze che arrivano dalle nuove generazioni di artisti.

Il programma di Kilowatt 2011 si compone quindi di spettacoli della “Selezione Visionari”, nuove produzioni e coproduzioni di Kilowatt presentate in prima nazionale, diversi eventi musicali ed esposizioni d’arte visiva che si protrarranno per tutta la durata del Festival, performances, incontri e la consegna del premio Kilowatt-Ubulibri a un giovane curatore, per un totale di 40 appuntamenti.


Selezione visionari

Nove gli spettacoli che i Visionari hanno selezionato, tra prosa, danza e performing arts, in scena dal 22 al 24 luglio:

Venerdì 22 luglio 2011
21:15 Linda Dalisi / Nuovo Teatro Nuovo (Napoli) “Misfit like a clown”
22:30 Matteo Fantoni (Arezzo) “Leoni”
23:00 Giovanni Scifoni (Roma) “Le ultime sette parole di Cristo”

Sabato 23 luglio 2011
21:15 Instabili vaganti (Bologna) “L’eremita contemporaneo”
22:15 Marco D’Agostin (Treviso) “Viola”
22:45 LABit (Roma) “Ogni cosa viva”

Domenica 24 luglio 2011
18:00 Odemà (Milano) “A tua immagine”
20:00 La fabbrica (Roma) “Aspettando Nil”
21:15 Compagnia degli Scarti (La Spezia) “Ubu Rex”

A ogni spettacolo della selezione Visionari seguirà un incontro di confronto tra la giuria di Visionari, il pubblico e gli artisti, alla presenza dei Fiancheggiatori, personalità della critica italiana che contribuiscono alla discussione apportando punti di vista tecnici. Sono queste le occasioni più preziose per gli ospiti del Festival così come per il suo pubblico, momenti che fanno di Kilowatt una possibilità di formazione, partecipazione e condivisione per il pubblico e per gli artisti unica nel panorama italiano.

Dalla selezione dei Visionari negli scorsi anni sono emersi gruppi che attualmente vengono riconosciuti tra le realtà più innovative della scena contemporanea, Babilonia Teatri, Muta Imago, Malebolge/Lucia Calamaro, Zaches Teatro, Menoventi, Opera/Vincenzo Schino, quotidiana.com, Gli Omini.


Le produzioni Kilowatt

Sei le produzioni e coproduzioni di Kilowatt che saranno presentate a Sansepolcro, quattro delle quali in prima nazionale.

25 luglio
Ore 21.00 Teatropersona (Roma) "Aure"
Ore 22.00 Francesca Foscarini (Vicenza) "Cantando sulle ossa"

26 luglio
Ore 21.00 Compagnia Opera (Roma/Bari) "Sonno"
Ore 22.00 EmmeA' Teatro (Arezzo/Catania) “Schiavi in mano - ...hai per caso visto il mio lavoro?...


27 luglio
Ore 21.00 Zaches Teatro (Firenze) "Malbianco"
Ore 22.00 Carrozzeria Orfeo (Brescia/Ancona) "Idoli"

Nelle produzioni di Kilowatt si manifesta l’impegno a sostenere il lavoro ed il talento delle giovani compagnie teatrali italiane e l'incentivazione della pluralità dei linguaggi artistici, rispondendo alla necessità di incontro di una nuova generazione di artisti con il pubblico, i critici e gli operatori del settore.

Parte di queste produzioni sono state realizzate grazie al Progetto Filigrane della Regione Toscana e ospitate in residenza presso il nuovo spazio del Centro Culturale Il Funaro di Pistoia. L’ampia partnership tra questo luogo e Kilowatt Festival è sfociata nella creazione di un gruppo di 15 visionari pistoiesi, che hanno monitorato le compagnie durante il loro periodo di residenza, testimoniando il dilagare della voglia di essere visionari.


Arti Visive e Musica

Con lo stesso impegno con cui Kilowatt si distingue per il sostegno alle giovani compagnie teatrali, così con il progetto INNESTI – mostre, incontri, azioni, idee al Kilowatt Festival, il Festival si rivolge ai giovani artisti emergenti a 360 gradi, ospitando esposizioni, piccoli eventi, incontri e un premio speciale realizzato in collaborazione con le Edizioni Ubulibri.

Kilow’art – Temporary gallery: Momenti di trascurabile sacralità
Dopo il lancio nella passata edizione, anche per il 2011 Kilowatt verrà affiancato da una sezione dedicata alle arti visive: Kilow’art.
Momenti di trascurabile sacralità è il nome del progetto che prevede una serie di interventi site specific, all’interno dell’ex chiesa di Santa Chiara di Sansepolcro, edificio che trova nella stratificazione storica l’elemento di maggior fascino. I lavori di Luan Bajraktari (Kline, Kosovo, 1979), Francesco Biccheri (Gubbio (Pg), 1980), Francesco Capponi (Perugia, 1976), Francesco Ciavaglioli (Avezzano (Aq),1983), Elisa Fuso (Perugia, 1982), Ivan Frenguelli (Marsciano (Pg), 1982), Jacopo Gregori (Rieti, 1982), Simona Moretti (Marciano (Pg), 1979), Gabriella Napolitano (Monza, 1979), Valerio Niccacci (Perugia, 1979) si confronteranno con lo spazio della chiesa, dove esibiranno il loro unico credo, la “laica devozione” alla pratica artistica.
La mostra è realizzata dal giovane curatore Saverio Verini.

Premio Kilowatt – Ubulibri, al giovane curatore
Per il secondo anno consecutivo, il Festival Kilowatt e la casa editrice milanese Ubulibri lanciano un premio (attribuito dalle compagnie che hanno inviato i loro materiali ai Visionari, per la selezione di Kilowatt) che verrà consegnato a un giovane curatore, cioè al direttore artistico di un festival o di un teatro, oppure al responsabile di una rassegna o di uno spazio non convenzionale, che si sia distinto per la qualità del proprio lavoro, per le idee messe in campo, per la forza della propria proposta artistica, per la capacità di accoglienza, nonché per la trasparenza a la correttezza professionale.
Dopo la prima sessione di voto e un ballottaggio a cui hanno partecipato oltre 130 compagnie, la vincitrice del Premio è risultata Roberta Nicolai, direttrice artistica del Festival Teatri di Vetro di Roma.
Il premio verrà consegnato sabato 23 luglio alle ore 17:30, presso l’Auditorium di Santa Chiara. In questa occasione, si dedicherà una giornata di riflessione alla figura di Franco Quadri, storico fondatore della Ubulibri, a cui l’edizione di Kilowatt 2011 è dedicata.

Nella sezione Innesti inoltre sono previste performances, readings, dj set, concerti, una festa finale e uno speciale spazio relax con massaggi.

A questi eventi si affianca un programma specifico di ospitalità musicali ( presso il Pub Compass Rose, il Complesso di santa Chiara e la Frazione Giardino), sostenuto tramite la partnership con Amaro Braulio.


28 luglio
21:15 Havana Afro Jazz

29 Luglio
18:30 Vincenzo Vasi
21.00 Fragil Vida
21:45Mombu
22.45 Dario Neri
23.45 Paolo Angeli


30 Luglio – Sansepolcro
21:15 Spettacolo teatrale della compagia Margine Operativo "Omicidi, Jazz e Black Power"
22:15 Massimo Volume sonorizzazione del film “La caduta della casa Usher” di Jean Epstein
23:30 Massimo Zamboni e Angela Baraldi
01:00 Elicheinfunzione


Fulcro del Festival è il Complesso di Santa Chiara, splendido edificio rinascimentale che coi suoi tre diversi palchi ed il suo ampio chiostro diventerà per nove giorni crocevia di culture contemporanee, di giovani energie e di un pubblico consapevole ed attivo che del Festival è protagonista insieme ai suoi artisti.
Concerti, spettacoli, esibizioni, mostre e spazi di convivialità genereranno all'Auditorium un affascinante cortocircuito tra la città di Piero della Francesca e il “contemporaneo”, facendo di Kilowatt Festival una preziosa risorsa di energia e di partecipazione per il suo territorio ed oltre.




Kilowatt Festival 2011 è realizzato da Associazione Culturale Compagnia CapoTrave (www.capotrave.it) con Link Festival.
CapoTrave da anni produce, promuove, progetta, organizza, gestisce e rappresenta eventi culturali, con particolare riferimento alle attività teatrali.

Il Festival inoltre esiste grazie al contributo di Regione Toscana; Provincia di Arezzo; Comune di Sansepolcro; Comune di Anghiari; Comunità Montana Valtiberina Toscana; e di Amaro Braulio, Piccini Spa, CoinGas – Estra Energie, Lucos e Banca di Credito Cooperativo di Anghiari e Stia; e la collaborazione di Effetto K, Centro culturale Il Funaro di Pistoia, Università degli Studi di Siena - Facoltà di Lettere e Filosofia - sede di Arezzo e della Rete teatrale aretina.



INFO: [email protected] – www.kilowattfestival.it / tel. 0575.1610130 – 349.8650250 - 331.8254181
Facebook: http://facebook.com/kilowattfestival
Twitter: http://twitter.com/KilowattArt
INFO PRESS: Les Bisquits – [email protected] /cell – 349.2268680

Ingresso singolo spettacolo: 5 euro
Ingresso 2 spettacoli (nella stessa sera): 8 euro
Ingresso 3 spettacoli (nella stessa sera): 10 euro
Ingresso giornaliero ai concerti: 10 euro
Ingresso a tutti gli spettacoli del festival: 30 euro
I dj-set e le iniziative di “Innesti” sono a ingresso gratuito.