Joe Sorren – Paintings 2011

Roma - 07/10/2011 : 23/12/2011

In occasione del 5° anniversario della galleria romana, entrata nella top 100 pubblicata dalla rivista Juxtapoz delle gallerie e musei più importanti del mondo assieme a Guggenehim e Louvre, inaugurerà la mostra "Joe Sorren Paintings 2011". Saranno 5 le opere proposte dall'artista per questa attesissima mostra Italiana, cinque capolavori per i quali si stanno scatenando collezionisti di tutto il mondo.

Informazioni

  • Luogo: DOROTHY CIRCUS - GALLERY
  • Indirizzo: Via Dei Pettinari 76 - Roma - Lazio
  • Quando: dal 07/10/2011 - al 23/12/2011
  • Vernissage: 07/10/2011 ore 19.30
  • Autori: Joe Sorren
  • Generi: arte contemporanea, personale

Comunicato stampa

In occasione del suo 5°anniversario, la Dorothy Circus Gallery
porta sulle scene dell’arte contemporanea italiana il celebre artista
statunitense Joe Sorren, con una mostra personale che inaugurerà
venerdì 7 Ottobre 2011.
Joe Sorren, l’artista leader del Pop Surrealismo assieme a Mark
Ryden, ha esposto nelle gallerie di tutto il mondo, le sue opere
sono state esibite nella mostra “Art from the New World” presso
il Bristol City Museum e nella mostra “Pop Surrealism” tenutasi
al Museo di Palazzo Collicola Arti Visive di Spoleto, curata dalla
Dorothy Circus Gallery in occasione del Festival dei Due Mondi


Nel 2010 ha pubblicato la sua seconda monografia con la Murphy
Design publishing in occasione dell’esposizione “Joe Sorren Interruption”,
la prima retrospettiva museale a lui dedicata, tenutasi presso
il Grand Central Art Center della California State University.
Le sue opere sono state pubblicate su importanti riviste, tra cui
il New Yorker, il Time e Rolling Stone, e utilizzate dalla Warner
Bros e dalla Atlantic Records: a Sorren si deve, ad esempio, la copertina degli album dei Tweaker, “The Attraction
to all Things Uncertain” e “2 a.m Wakeup Call.
Sorren è ormai un artista affermato in tutto il mondo e fonte d’ispirazione per i nuovi artisti. É celebre un suo
enorme murale di 12 m x 9 che adorna Heritage Square a Flagstaff, la cui composizione ha richiesto 9 mesi.
Le sue opere sono abitate da creature misteriose racchiuse in un loro oceano inaccessibile, assorte in un maliconico
ed allo stesso tempo gioioso esame delle meraviglie della natura e dello spirito dell’uomo, dipinte ad
olio, con l’oro caldo della luce del sole che trafigge le nubi di una tempesta d’estate.
Ormai quotatissime, vantano collezionisti celebri del mondo dell’arte e dello spettacolo tra cui David Arquette,
Donna Baxter e il presidente della Nike inc. Mark Parker.
Saranno 5 gli inediti oli su tela, creati per la mostra Italiana, a scatenare i collezionisti di tutto il mondo che
continuano ad aggiungersi alla waiting list per l’attesissima mostra di questo artista, autore di una storia che
attecchisce nelle regioni più recondite del cuore, una storia senza tempo: il mondo dei fanciulli.