Joan Miró – Poème

Bard - 18/05/2011 : 01/11/2011

La mostra usufruisce di prestiti concessi dalla Fondazione Maeght di Saint-Paul-de-Vence (Provenza) con la quale il Forte di Bard ha firmato un importante accordo di collaborazione. I prestiti hanno permesso di riunire un insieme di 192 opere particolarmente significative: 17 oli, 58 sculture, 91 opere grafiche, tra disegni, incisioni e litografie originali, 17 ceramiche e 6 libri illustrati, un makemono, un immenso arazzo e la maquette per la ceramica murale dell’Unesco a Parigi.

Informazioni

  • Luogo: FORTE
  • Indirizzo: - Bard - Valle d'Aosta
  • Quando: dal 18/05/2011 - al 01/11/2011
  • Vernissage: 18/05/2011
  • Autori: Joan Miró
  • Curatori: Sylvie Forestier
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: martedì-venerdì 10.30 | 18.00 sabato e domenica 10.30 | 19.00
  • Biglietti: Intero: 9,00 € Ridotto/Ragazzi: 6,00 € Audioguida: 2,00 € Visita assistita alla mostra: 70 € ogni 25 persone (su prenotazione)
  • Patrocini: Mostra ideata e promossa da: Associazione Forte di Bard per la valorizzazione del turismo culturale del Forte di Bard . Soci Regione Valle d'Aosta Compagnia di San Paolo Fondazione Crt Finaosta Spa . Media Partners Metro Radiomontecarlo - Rmc 1 . Direzione organizzativa Isabelle Maeght Gabriele Accornero

Comunicato stampa

Joan Miró, Poème è il titolo della mostra allestita dal 18 maggio al 1° novembre 2011 negli spazi espositivi del Forte di Bard. Curata da Sylvie Forestier con il contributo organizzativo di Isabelle Maeght e Gabriele Accornero, l’esposizione è organizzata dall’Associazione Forte di Bard e usufruisce di prestiti concessi dalla Fondazione Maeght di Saint-Paul-de-Vence (Provenza) con la quale il Forte di Bard ha firmato un importante accordo di collaborazione



I prestiti hanno permesso di riunire un insieme di 192 opere particolarmente significative: 17 oli, 58 sculture, 91 opere grafiche, tra disegni, incisioni e litografie originali, 17 ceramiche e 6 libri illustrati, un makemono, un immenso arazzo e la maquette per la ceramica murale dell’Unesco a Parigi.
Realizzate fra il 1947 e il 1980, le opere occuperanno gli spazi severi e nobili del Forte per dare vita ad un’eccezionale rievocazione della rivoluzione plastica che caratterizzò quel periodo e che ebbe in Miró uno dei maggiori interpreti. Il visitatore potrà cogliere la sua importanza nell’arte del Novecento, immerso in un percorso fatto di continue sorprese: quelle che gli riserva il genio e la poetica di questo artista, certamente uno dei più sconcertanti e sottili della modernità.