Jan Bauer – Archives

Roma - 09/06/2011 : 29/07/2011

Nel nuovo ciclo di lavori presentato in mostra, Bauer affronta l’immagine non più nella sua riproducibilità giornalistica, ma nella sua evoluzione storica.

Informazioni

  • Luogo: STUDIO D'ARTE CONTEMPORANEA PINO CASAGRANDE
  • Indirizzo: Via Degli Ausoni 7a - Roma - Lazio
  • Quando: dal 09/06/2011 - al 29/07/2011
  • Vernissage: 09/06/2011 ore 19
  • Autori: Jan Bauer
  • Generi: arte contemporanea, personale
  • Orari: Lunedì - Venerdì 17,00 -20,00

Comunicato stampa

Una ricerca attenta e costante quella che Jan Bauer effettua periodicamente nei
confronti dell’immagine. Con il ciclo Bilder mit Kreisen (Dipinti con Cerchi) lo Studio
d’Arte Contemporanea Pino Casagrande aveva presentato nel 2008 la “rassegna
stampa” personale di Bauer, caratterizzata da riproduzioni ad olio su tela di alcuni
particolari fotografici tratti da articoli di periodici tedeschi. La volontà di catturare
l’attenzione del fruitore nei confronti di un’immagine di cronaca apparentemente di
routine, era marcata dalla riproduzione da parte dell’artista del classico cerchio rosso
intorno al soggetto coinvolto nel testo dell’articolo

L’atto di riportare sulla tela proprio
quella parte di immagine, era come accertarsi dell’avvenuta visione. Nel nuovo ciclo di
lavori presentato in mostra, Bauer affronta l’immagine non più nella sua riproducibilità
giornalistica, ma nella sua evoluzione storica. Attingendo sempre da fatti di giornale,
disegna le storie con carboncino e pastello su carta da entrambe i lati, così da
simulare la rilegatura e il taglio di un vero giornale. Per dare la possibilità al visitatore
di vedere entrambe “le pagine”, Bauer crea un lightbox molto diverso da quelli
ordinari, la cui consistenza si avvicina alla leggerezza di un foglio di carta. Riferendosi
ad un’archivio iconografico che passa in rassegna immagini di luoghi differenti quali
Spagna o Giappone dai primi anni del 900 sino agli anni ’50, Bauer prende in
considerazione diversi argomenti visivi, spaziando da animali, stagioni o uomini. Il
soggetto principalmente coinvolto in questa evoluzione temporale resta comunque un
soggetto familiare, dove è interessante notare la trasformazione temporale di madri e
figli. Fisionomia, aspetto e modalità di porsi davanti all’obiettivo sono costanti che
cambiano con il passare degli anni e quindi con il mutare della società storica. Una
“crono-grafia” intima che non smentisce la ricerca visiva dell’artista, ma che anzi
contribuisce a costituire una nuova indagine tematica, sancendone la caratteristica
espressiva.
Jan Bauer è nato a Schwerin nel 1972 e vive e lavora a Berlino. Ha studiato all’Accademia di
Belle Arti di Leipzig. Nel 1999 ha esposto in una collettiva alla Kunsthalle di Bonn. Ha vinto nel
2001 il Pechstein Förderpreis, esponendo allo Städtische Museum di Zwickau. Dal 1998 ha
allestito le sue mostre personali tra Lipsia e Berlino; attualmente lavora con artMbassy a
Berlino.